Bartali: papà premiato dal mondo mentre Firenze...

STORIA | 24/09/2013 | 08:57
"In Israele hanno inserito mio padre Gino Bartali tra i Giusti delle Nazioni proprio mentre a Firenze, che si preparava a ospitare i campionati del mondo di ciclismo, sembrava che se lo fossero dimenticato quasi completamente": lo ha detto il figlio Andrea al termine di una giornata definita "emozionante" e "storica" in cui la famiglia del grande campione ha avuto numerose telefonate di persone che si sono felicitate per la notizia rimbalzata dallo Stato ebraico. A Firenze, la sua città, si corre il Mondiale ma "di Gino Bartali si parla poco nonostante quello che ha rappresentato per il ciclismo - ha ancora detto il figlio Andrea - L'annuncio di ieri straordinario per la sua portata e totalmente inaspettato per noi, sembra compensare questa specie di oblio, che da mesi mi viene testimoniato da parecchi amici e appassionati di ciclismo e che io stesso ho percepito in un paio di cerimonie pubbliche, propedeutiche ai Mondiali in Toscana, alle quali ero stato invitato".
Quanto a ciò che Gino fece per salvare ebrei e altri perseguitati durante la Seconda Guerra Mondiale, Andrea Bartali ricorda che "quando ero ragazzo mio padre mi cominciò a raccontare un pò per volta e con molta modestia quei fatti, senza enfasi e chiedendomi sempre di non dire nulla a nessuno, tanto meno a mia madre Adriana poichè altrimenti si sarebbe preoccupata, anche se inutilmente visto che ormai la guerra era finita da un pezzo". "Poi, grazie a quei racconti fattimi nei ritagli di tempo, ho rimesso insieme le storie e le vicende che mio padre visse e che fanno capire oggi perchè per il mondo ebraico è un Giusto", conclude. (ANSA).

Copyright © TBW
COMMENTI
ONORE AL GRANDE GINO
24 settembre 2013 10:31 digonla
... immaginate se nel ciclismo di oggi, anzi, nella degradata -a tacere d'altro- società odierna, ci fossero degli ESEMPI come lo E' STATO IN TUTTA LA SUA VITA, SOTTO TUTTI GLI ASPETTI, il Grande Ginettaccio !

Io non ho vissuto le sue imprese sportive e le svariate manifestazioni della sua generosità, altezza morale, ecc. ... ma ho letto un po' di libri e ho ascoltato i raconti di mio padre.

Il Grande Bartali è stato un VERO UOMO, uno che mi fa sentire FIERO DI ESSERE ITALIANO !

Ciao Gino.

vai Gino!
24 settembre 2013 10:50 gianni
Sulla strada del Mondiale, mi viene voglia di scrivere: W BARTALI!
Grande indimenticabile Gino.
Gianni Cometti Cureggio (Novara).

CHE FOTO!
24 settembre 2013 16:42 Bartoli64
Ma guardate che foto!
L’intramontabile Gino nazionale seduto sulle spalle di agenti di polizia, raggianti di portarlo in trionfo (sui loro stessi corpi) tra la gente.

Altra Italia, altra gente, altri Campioni, altri valori…

Bartoli64

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

C'è la firma di Jasper De Buyst sulla quarta tappa del Giro di Danimarca. Il belga della Lotto Soudal ha battuto, grazie ad un colpo di classe nel finale, il connazionale Capiot - all'ennesimo piazzamento in questa corsa - e...


La squadra di Bradley Wiggins, il Team Wiggins Le Col, chiuderà la sua avventura agonistica a fine stagione e precisamente con il Giro di Gran Bretagna. "Il team Wiggins Le Col annuncia oggi che non sarà operativo nel 2020. Dopo...


Volata vincente di Tomas Trainini nel 23simo Trofeo Comune di Vertova internazionale per la categoria JUniores che stamane ha inaugurato la Due Giorni di Vertova che domani si concluderà con il Trofeo Paganessi. Il bresciano del Team Lvf (dodicesima affermazione)...


Buon momento per Veljko Stojnic. Il serbo del Team Ballerini Albion, vincitore a Ferragosto della Firenze-Viareggio, ha vinto per distacco il 59simo Circuito Castelnovese per dilettanti che si è corso a Castelnuovo Scrivia in provincia di Alessandria. Stojnic è scattato...


Tappa breve e spettacolare, la penultima del Tour de l'Avenir: a Tignes - laddove il Tour de France è stato respinto per via di grandine e frane - si è imposto l'ungherese Attila Valter, 21enne di Cosmor della Continental CCC...


L’UCI annuncia in un comunicato ufficiale che Alessandro Petacchi è stato sanzionato con un periodo di inagibilità di due anni per violazioni del regolamento antidoping (VRAD) commesse nel 2012 e nel 2013 (utilizzo di metodo/sostanze proibiti) sulla base delle informazioni...


Il problema c’è da tempo, ma non si vede. Nel senso che si fa finta di non vedere e quel che è peggio si fa finta di non sentire. Non è il caso di demonizzare nessuno, ma è anche bene...


Lutto in casa Astoria. Si è spenta Mina Simonetto, vedova di Vittorino e madre di Antonella, Paolo e Giorgio Polegato. Aveva festeggiato da poco i suoi 90 anni. Originaria di Valdobbiadene, dopo il matrimonio ha sempre vissuto a Crocetta ed...


Nove arrivi in salita, un paio di cronometro, tappe mediamente brevi: anche quest’anno la Vuelta non si discosta dal cliché che nelle ultime stagioni l’ha resa intrigante e divertente. Assenti gli ultimi due vincitori (per scelta Simon Yates, per infortunio...


Una vita fa. Sono passati due anni, un mese e diciannove giorni da quando Fabio Aru attaccò a più di due chilometri dall’arrivo in salita sulla Planche des Belles Filles e andò a prendersi una splendida vittoria in solitaria al...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy