Serebryakov, il russo (cinese) della Valdinievole

PROFESSIONISTI | 27/02/2013 | 09:45
Tradizionale festa degli amici e sostenitori del 25enne ciclista professionista russo Alexander Serebryakov, ormai da alcuni anni adottato dalla Valdinievole tramite la famiglia Tamberi & C., presso il circolo ARCI di Massa. Una serata piacevole e divertente, nella quale Serebryakov ha precisato programmi e ambizioni per il 2013 dopo l’ottima annata del debutto tra i Pro, il 2012, impreziosita da 11 successi (in realtà i primi posti sarebbero stati 13 senza due discutibili revoche…) che gli sono valsi l’attuale ingaggio da parte dello squadrone spagnolo dell’Euskaltel-Euskadi.

Ti possiamo chiamare Alexander il “cinese”?
«Sì, lo accetto. Delle mie 11 vittorie del 2012 nove le ho ottenute in Cina anche grazie alle volate che mi tirava in modo eccezionale il mio compagno di squadra Ilesic, uno sloveno…».
Però la gemma più preziosa l’hai incamerata negli USA…
«Il Bank International GP a Philadelphia è stata senza dubbio la vittoria più bella ed è giunta dopo il dominio assoluto della nostra squadra, la Type 1. Una giornata davvero indimenticabile».
In definitiva pensavi di poter vincere subito e così tanto fra i Pro?
«Ho accumulato un centinaio di giornate di gara e non pensavo di trovarmi così bene, da subito. Evidentemente l’attività svolta in Italia tra i dilettanti mi ha aiutato parecchio ed ho acquisito un’esperienza preziosa con il Gruppo Lupi, anche grazie all’impareggiabile apporto della famiglia Tamberi».
Stai modificando le tue caratteristiche tecniche?
«Mi ritengo un velocista e ho tuttora bisogno di qualcuno che mi tiri le volate. Tuttavia cercherò di migliorare in salita, per poter avere più possibilità di vittoria e non solamente negli sprint a gruppo compatto».
Quale sarà il tuo ruolo nell’Euskaltel?
«Il mio programma prevede la partecipazione alle gare in linea, puntano su di me per le classiche e sarò entusiasta di poter partecipare al Giro delle Fiandre, alla Gent-Wevelgem e soprattutto alla Parigi-Roubaix, una corsa che mi affascina e dove credo di poter fare bene. I tecnici della mia nuova squadra mi hanno chiesto se me la sentivo di prendere parte al Giro e alla Vuelta ma io ho risposto che, almeno per quest’anno, è meglio di no. Non mi sento ancora pronto. Come gare a tappe correrò il Giro di Polonia e l’Eneco Tour».
Quindi punti alle Classiche del Nord Europa, per il 2013?
«Il pavè mi piace, da dilettante ho corso un  paio di anni in Francia e Belgio. La Roubaix è il mio sogno ma servono fortuna e una condizione atletica ottimale. Vedremo, certo è che questa gara sorride spesso ai ciclisti più esperti e io sono, in pratica, poco più che un debuttante».
Com’è la situazione del ciclismo russo?
«Il Team Katusha è una delle formazioni di spicco del World Tour, ma ci sono anche parecchi giovani promettenti dei quali sentirete presto parlare».
Continuerai a risiedere in Valdinievole?
«Certamente, qui ho tanti amici e dei percorsi per gli allenamenti che sono perfetti».
Hai nel mirino il meeting iridato di Firenze, magari con la nazionale russa?
«No. Al mondiale in Toscana non penso affatto, il percorso non è adatto a me e soffro ancora troppo le lunghe distanze».

Stefano Fiori
Copyright © TBW
COMMENTI
Grande Serebryakov
27 febbraio 2013 16:40 superandy
Questo ragazzo con la giusta calma farà parlare molto di se, come molti ragazzi cresciuti dalla fantastica famiglia Tamberi.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si avvicinava la primavera del 2021 e Alex Schwazer veniva definitivamente assolto dalle accuse che lo avevano costretto a saltare i Giochi di Rio 2016. Riabilitato quindi il marciatore altoatesino, così come il suo preparatore Sandro Donati, paladino della lotta...


La Trek Segafredo annuncia la decisione presa da Leah Thomas: la trentatreenne ciclista statunitense ha secelto di prendersi una pausa dall'attività agonistica a causa del perdurare di probemi fisici «Siamo tristi di annunciare - scrive il team statunitense - che...


Sono state celebrate oggi le esequie di Ercole Baldini, il grande campione forlivese scomparso alla soglia dei 90 anni. Il nostro Marco Pastonesi è stato chiamato a pronunciare una "orazione funebre" e noi ve la proponiamo come omaggio al grande...


Con l’avvicinarsi della stagione 2023, l’UAE Team Emirates annuncia quali figure professionali lavoreranno per dirigere e supportare la squadra verso i prossimi impegni agonistici. Gli elementi base della compagine emiratina rimarrà sostanzialmente invariata rispetto a quella del 2022, con l’aggiunta...


Il Team Novo Nordisk ha ufficializzato il suo organico per la stagione 2023: la prima squadra di ciclismo professionistica interamente formata da ciclisti diabetici avrà una rosa di 18 atleti con una sola novità rispetto alla scorsa stagione.  si tratta...


Simbolo del primato del Giro d’Italia, riconosciuta in tutto il mondo, tra storia e innovazione, la Maglia Rosa 2023 è caratterizzata da uno stile moderno e digitale. Rappresenta l’era in cui viviamo, contraddistinta dalla velocità e da un’incessante evoluzione tecnologica....


La regina della neve non ha alcuna intenzione di abdicare. Fem Van Empel, ventenne olandese di S’Hertogenbosch, cittadina del Brabante settentrionale conosciuta per il ciclocross (ha ospitato due edizioni degli Europei, 2018 e 2020) e per il tennis,...


Altri tre corridori promossi dal vivaio per il Team DSM: Tobias Lund Andresen,  Lorenzo Milesi e Oscar Onley faranno il salto di categoria nel 2023 portando a 18 il numero dei coridori cresciuti nel florido vivaio del team olandese. Lund...


A Reims, capitale dello champagne, si tennero nel 1958 i mondiali di ciclismo su strada. Gli scudieri della nazionale erano Baldini, Favero, Nencini, Coppi, Sabbadin, Pambianco, De Filippis, Moser, La Cioppa, Baffi, Nicolò e Conterno. Al via c’erano 67 corridori...


L'uno si allenava, l'altro è nel pieno della stagione. L'uno ha punte di velocità incredibili su strada, l'altro è un giovane asso del cross. L'uno ha un nome conosciuto, l'altro sicuramente si farà un nome. E comunque, con tutte le...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach