Serebryakov, il russo (cinese) della Valdinievole

PROFESSIONISTI | 27/02/2013 | 09:45
Tradizionale festa degli amici e sostenitori del 25enne ciclista professionista russo Alexander Serebryakov, ormai da alcuni anni adottato dalla Valdinievole tramite la famiglia Tamberi & C., presso il circolo ARCI di Massa. Una serata piacevole e divertente, nella quale Serebryakov ha precisato programmi e ambizioni per il 2013 dopo l’ottima annata del debutto tra i Pro, il 2012, impreziosita da 11 successi (in realtà i primi posti sarebbero stati 13 senza due discutibili revoche…) che gli sono valsi l’attuale ingaggio da parte dello squadrone spagnolo dell’Euskaltel-Euskadi.

Ti possiamo chiamare Alexander il “cinese”?
«Sì, lo accetto. Delle mie 11 vittorie del 2012 nove le ho ottenute in Cina anche grazie alle volate che mi tirava in modo eccezionale il mio compagno di squadra Ilesic, uno sloveno…».
Però la gemma più preziosa l’hai incamerata negli USA…
«Il Bank International GP a Philadelphia è stata senza dubbio la vittoria più bella ed è giunta dopo il dominio assoluto della nostra squadra, la Type 1. Una giornata davvero indimenticabile».
In definitiva pensavi di poter vincere subito e così tanto fra i Pro?
«Ho accumulato un centinaio di giornate di gara e non pensavo di trovarmi così bene, da subito. Evidentemente l’attività svolta in Italia tra i dilettanti mi ha aiutato parecchio ed ho acquisito un’esperienza preziosa con il Gruppo Lupi, anche grazie all’impareggiabile apporto della famiglia Tamberi».
Stai modificando le tue caratteristiche tecniche?
«Mi ritengo un velocista e ho tuttora bisogno di qualcuno che mi tiri le volate. Tuttavia cercherò di migliorare in salita, per poter avere più possibilità di vittoria e non solamente negli sprint a gruppo compatto».
Quale sarà il tuo ruolo nell’Euskaltel?
«Il mio programma prevede la partecipazione alle gare in linea, puntano su di me per le classiche e sarò entusiasta di poter partecipare al Giro delle Fiandre, alla Gent-Wevelgem e soprattutto alla Parigi-Roubaix, una corsa che mi affascina e dove credo di poter fare bene. I tecnici della mia nuova squadra mi hanno chiesto se me la sentivo di prendere parte al Giro e alla Vuelta ma io ho risposto che, almeno per quest’anno, è meglio di no. Non mi sento ancora pronto. Come gare a tappe correrò il Giro di Polonia e l’Eneco Tour».
Quindi punti alle Classiche del Nord Europa, per il 2013?
«Il pavè mi piace, da dilettante ho corso un  paio di anni in Francia e Belgio. La Roubaix è il mio sogno ma servono fortuna e una condizione atletica ottimale. Vedremo, certo è che questa gara sorride spesso ai ciclisti più esperti e io sono, in pratica, poco più che un debuttante».
Com’è la situazione del ciclismo russo?
«Il Team Katusha è una delle formazioni di spicco del World Tour, ma ci sono anche parecchi giovani promettenti dei quali sentirete presto parlare».
Continuerai a risiedere in Valdinievole?
«Certamente, qui ho tanti amici e dei percorsi per gli allenamenti che sono perfetti».
Hai nel mirino il meeting iridato di Firenze, magari con la nazionale russa?
«No. Al mondiale in Toscana non penso affatto, il percorso non è adatto a me e soffro ancora troppo le lunghe distanze».

Stefano Fiori
Copyright © TBW
COMMENTI
Grande Serebryakov
27 febbraio 2013 16:40 superandy
Questo ragazzo con la giusta calma farà parlare molto di se, come molti ragazzi cresciuti dalla fantastica famiglia Tamberi.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Voce e immagini arrivano via zoom da Gran Canaria e portano nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia il volto sorridente e la voce squillante di Pippo Ganna. «Peccato non poter essere con voi stasera, ma Marco Villa ci ha spedito...


Anche il mondo del grande ciclismo internazionale ha voluto essere protagonista nella Notte degli Oscar tuttoBICI. Brent Copeland, general manager del Team BikeExchange, ha voluto premiare in prima persona Cristian Rocchetta, miglior élite della stagione, consegnandogli il Gran Premio Bike...


Elisa Longo Borghini è ormai una presenza abituale alla Notte degli Oscar tuttoBICI e ieri sera ha ritirato ben due riconoscmienti, avendo vinto il Gran Premio Alé tanto nel 202 quanto nel 2021. «La medaglia olimpica di Tokyo è stata...


La campionessa europea e del mondo Lucinda Brand e Toon Aerts brindano al successo nel classico Urban Cross che stamane si è svolto a Kortrijk in Belgio nel contesto della challenge X2O Trofee. Ennesimo trionfo dunque per l'olandese Brand che...


Filippo Baroncini è salto visibilmente emozionato sul palco della Notte degli Oscar per essere premiato da Mauro Gianetti, general manager della UAE Emirates. «Ringrazio tuttoBICI per questo riconoscimento che a va ad arricchire e a chiudere idealmente quella che per...


Sappiamo che la legge lo permette, ma porsi qualche domanda è comunque lecito. Sappiamo che non è questa la sede deputata, che il nostro è un sito di ciclismo, ma il pensiero chiede spazio e merita una riflessione. Il camionista...


Diego Ulissi sale sul palco degli Oscar tuttoBICI con evidente emozione: non è la prima volta, per lui, ma il premio come miglior professionista del 2020 gli dà brividi speciali. «Il 2020 per me è stata un'annata davvero buona, iniziata...


Ho ancora negli occhi i suoi, lucidi e carichi di emozione, per quel raccontare raccontandosi con “Coppiebartali”, tutto attaccato, quasi a sancirne l’impossibilità di parlare di uno senza narrare dell’altro. Una storia di due campioni assoluti, sullo sfondo di un’Italia...


Sonny Colbrelli è lì, in albergo a Udine, pronto al collegamento con la Notte degli Oscar e tiene ben stretto tra le mani l'Oscar tuttoBICI che ha conquistato come miglior professionsita della stagione: «È un premio di cui vado orgogloso....


Cresce il gruppo dei corridori sudamericani alla Drone Hopper Androni Giocattoli. Nel 2022, infatti, nel  team arriveranno tre nuovi giovani corridori colombiani. Si tratta di Didier Merchan, Brandon Rojas e Juan Diego Alba. I tre rappresentano una volta di più la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI