Fosche nubi sul futuro del Giro del Veneto

PROFESSIONISTI | 01/02/2013 | 11:26
Le sorti del Giro Ciclistico del Veneto 2013 (edizione numero 84) saranno decise nel corso di un consiglio direttivo straordinario della Società Ciclisti Padovani che si terrà a Teolo, nella sede della Polo, l'azienda del presidente Galdino Peruzzo. Visto come sono andate le cose la passata edizione il numero uno della gloriosa società biancoverde vuole vederci chiaro e valutare se ci sono tutti i presupposti, soprattutto dal punto di vista economico, per evitare il bagno di sangue.

«La passata edizione della corsa è costata 135 mila euro anziché 165 mila», spiega Peruzzo. «Abbiamo contenuto i costi soprattutto per quanto riguarda la logistica delle squadre di corridori. La cifra, dopo l'accordo con gli organizzatori della Coppa Placci si è deciso di dividerla in parti uguali tra la Padovani e la Us Imolese. A oggi il bonifico dei 67.500 euro dalla Romagna non è ancora arrivato. So che abbiamo a che fare con persone serie e poi esiste un contatto firmato. Mi risulta che i colleghi della Imolese attendano l'erogazione del contributo promesso dalla multiutility Hera che nel frattempo si è fusa con Acegas-Aps. Non è ancora arrivato il contributo della Regione e mancano all'appello anche gli aiuti promessi da alcuni privati. Oltre ai 25 mila euro che abbiamo deciso di mettere noi come azienda Polo, lo scoperto sul 2012 è ancora corposo e la garanzia sul fido bancario l'ho messa io. Spero che gli impegni presi vengano mantenuti, però prima di imbarcarci su una nuova avventura è bene parlarci chiaro».

Peruzzo vorrebbe l’edizione 2013 con partenza e arrivo a Padova dopo l'inevitabile passaggio sugli Euganei. Lo scorso anno il Giro è partito da Abano ed è arrivato a Imola dopo 200 chilometri di sole cocente e pianura. Associazione Albergatori e consorzio Terme in fase di presentazione si erano esposti per ospitare nel 2013 nel cuore del centro termale anche l'arrivo.

«Non abbiamo nulla in contrario», assicura il presidente della Ciclisti Padovani. «Dipende da quanto le Terme sono disposte a spendere. Nel 2012 ci hanno dato una mano per quanto riguarda l'ospitalità dei team. Abano e Montegrotto hanno grosse potenzialità, se ognuno degli albergatori decidesse di investire 1000 euro sulla corsa in cambio potremo dare 20 minuti di trasmissione sulla Rai, con l'elicottero che riprende dall'alto l'area termale». Intanto arrivano proposte: circolano voci che il traguardo del Giro del Veneto 2013 abbia buone possibilità di essere posizionato in Prato della Valle. Ci sarebbe uno sponsor disponibile a mettere i soldi necessari per garantire ai tanti appassionati padovani di ciclismo lo spettacolo del 2009.

Dopo l’addio del Giro del Friuli, anche quello del Giro del Veneto sarebbe una mazzata davvero pesante per il ciclismo di casa nostra.

da Il Mattino di Padova a firma di Gianni Biasetto

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

C'è la firma di Jasper De Buyst sulla quarta tappa del Giro di Danimarca. Il belga della Lotto Soudal ha battuto, grazie ad un colpo di classe nel finale, il connazionale Capiot - all'ennesimo piazzamento in questa corsa - e...


La squadra di Bradley Wiggins, il Team Wiggins Le Col, chiuderà la sua avventura agonistica a fine stagione e precisamente con il Giro di Gran Bretagna. "Il team Wiggins Le Col annuncia oggi che non sarà operativo nel 2020. Dopo...


Volata vincente di Tomas Trainini nel 23simo Trofeo Comune di Vertova internazionale per la categoria JUniores che stamane ha inaugurato la Due Giorni di Vertova che domani si concluderà con il Trofeo Paganessi. Il bresciano del Team Lvf (dodicesima affermazione)...


Buon momento per Veljko Stojnic. Il serbo del Team Ballerini Albion, vincitore a Ferragosto della Firenze-Viareggio, ha vinto per distacco il 59simo Circuito Castelnovese per dilettanti che si è corso a Castelnuovo Scrivia in provincia di Alessandria. Stojnic è scattato...


Tappa breve e spettacolare, la penultima del Tour de l'Avenir: a Tignes - laddove il Tour de France è stato respinto per via di grandine e frane - si è imposto l'ungherese Attila Valter, 21enne di Cosmor della Continental CCC...


L’UCI annuncia in un comunicato ufficiale che Alessandro Petacchi è stato sanzionato con un periodo di inagibilità di due anni per violazioni del regolamento antidoping (VRAD) commesse nel 2012 e nel 2013 (utilizzo di metodo/sostanze proibiti) sulla base delle informazioni...


Il problema c’è da tempo, ma non si vede. Nel senso che si fa finta di non vedere e quel che è peggio si fa finta di non sentire. Non è il caso di demonizzare nessuno, ma è anche bene...


Lutto in casa Astoria. Si è spenta Mina Simonetto, vedova di Vittorino e madre di Antonella, Paolo e Giorgio Polegato. Aveva festeggiato da poco i suoi 90 anni. Originaria di Valdobbiadene, dopo il matrimonio ha sempre vissuto a Crocetta ed...


Nove arrivi in salita, un paio di cronometro, tappe mediamente brevi: anche quest’anno la Vuelta non si discosta dal cliché che nelle ultime stagioni l’ha resa intrigante e divertente. Assenti gli ultimi due vincitori (per scelta Simon Yates, per infortunio...


Una vita fa. Sono passati due anni, un mese e diciannove giorni da quando Fabio Aru attaccò a più di due chilometri dall’arrivo in salita sulla Planche des Belles Filles e andò a prendersi una splendida vittoria in solitaria al...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy