Riccò ammette al medico di Pavullo: ho fatto autoemotrasfusione

| 08/02/2011 | 15:47
Riccardo Riccò ha ammesso al medico dell'Ospedale di Pavullo, dove è stato ricoverato in prima battuta, di aver praticato l'autoemotrasfusione.
Secondo la testimonianza del medico, il corridore modenese versava in stato di choc e ha riferito, «in presenza della moglie» (in realtà la fidanzata Vania Rossi) di «aver fatto da solo una autotrasfusione di sangue che si era procurato e conservava nel frigo di casa da 25 giorni», temendo «per la cattiva conservazione del sangue che si era rimmesso».
La Procura di Modena ha aperto un fascicolo (al momento nei confronti di persona da identificare) per sospetta violazione della legge antidoping 376/2000. Il sostituto procuratore Pasquale Mazzei ha già  messo agli atti il referto trasmesso dal medico dell'Ospedale di Pavullo che domenica mattina ha prestato la prima assistenza a Ricco' e che ne ha consigliato il trasferimento d'urgenza all'Ospedale di Baggiovara (Modena).

da gazzetta.it
Copyright © TBW
COMMENTI
8 febbraio 2011 16:10 lunasole
Riccò, se tieni alla tua famiglia e alla tua vita, un piccolo consiglio: ritirati dal ciclismo fin che sei ancora vivo.

peccato
8 febbraio 2011 16:14 superpiter
questa non ci voleva...

RADIAZIONE
8 febbraio 2011 16:14 poeta
RADIAZIONE RADIAZIONE RADIAZIONE RADIAZIONE!!!!!!!!!!!!!! questi sono gli uomini che riempono i giornali e fanno rimanere a piedi i mragazzi per bene. Ricco va a lavurer...........................

Assurdo
8 febbraio 2011 16:17 Joeblack78
E' assurda una cosa del genere ma cosa spinge un essere umano per arrivare fino a questo punto????? mi dispiace ma ricco ha bisogno seriamente di aiuto! cmq sono un suo tifoso ma a sto punto radiazione immediata!ci vuole una pena esemplare questa volta

8 febbraio 2011 16:18 limatore
chi crede che se la sia fatta da solo?

Ha dei grossi problemi
8 febbraio 2011 16:21 sandocan
io uno che non cisce niente come Riccò al mondo penso che non esista,ma quello che mi fa più restare deluso sono i tifosi che credono ancora in lui!!!cambiate corridore da tifare e Riccò SMETTI!!!!!!!!

A questo punto si e così basta e meglio
8 febbraio 2011 16:22 Vincent
Certo che e una grande delusione si le cose stano veramente così allora e meglio che lasci perde.
Per la tua saluta la tua famiglia e tanti tifosi che sono stati con te dopo il tuo ritorno il danno e tropo inportante non si Po continuare così spero che non sia la verità dopo un sbaglio nella vita abbiamo tutti diritto a una nuova chance ma adesso basta che delusione per tutti i passionati ti questo sport .

radiazione
8 febbraio 2011 16:24 Joeblack78
A sto punto radiazione e galera al medico che come al solito la fara' sempre franca dicendo che il corridore si è fatto emotrasfusione da solo! vanno fermati queste persone e questi medici sono la rovina di questo fantastico sport

E ORA DI GUARDARE IN FACCIA LA REALTA'
8 febbraio 2011 16:37 Paolo53
Fatela finita di sparare a zero sul povero Riccò, in questo caso è solo la vittima di turno, ma se non avete capito questo è il sistema. Lui si è fatto autoemotrasfusione, i vari Basso, Scarponi, Contador ecc ecc.. eran seguiti da qualcuno.
Come fa lui fanno tutti gli altri, peccato che la sfortuna si è accanita su di lui.
Ora pensa a guarire e a rimetterti in gioco non più come corridore ma come uomo...la vita continua e non c'è solo il ciclismo.

Fiction
8 febbraio 2011 16:40 foxmulder
Questa storia ha veramente dell'incredibile!
Penso al povero dott.Sassi che si starà rivoltando nella tomba.
Mi piacerebbe sapere chi l'ha "aiutato", perchè se non se l'è fatta da solo, cosa che mi rifiuto categoricamente di credere, credo che l'ipotesi di reato sia tentato omicidio, o almeno lesioni gravi.

Brutta notizia
8 febbraio 2011 16:42 Fra74
..dispiace per questa bruttissima notizia, aspettando che trovi una ufficiale conferma,...dispiace sopratutto per la memoria del Prof. ALDO SASSI..:-(

x paolo53
8 febbraio 2011 16:58 limatore
la sfortuna in questi casi non centra niente, è l'imbecillaggine la protagonista (e tutta dell'atleta) e in quanto al fatto che lo fanno tutti, ho i miei fondati dubbi.

Comunque...
8 febbraio 2011 17:06 foxmulder
...comunque siamo di fronte ad un fuoriclasse eh! Io adesso me lo porterei in tutte le scuole, in tutte le parrocchie e soprattutto in tutte le società ciclistiche del globo a raccontare come "Io Riccardo Riccò ho rischiato di morire, di lasciare mio figlio orfano e mia "moglie" vedova, perchè..."
Gratis, ovviamente, per espiare la pena. Speriamo adesso che un lavoro Riccardo lo sappia fare e riesca ad abituarcisi.

CHE SCHIFO
8 febbraio 2011 17:18 luca65
...e povero Aldo Sassi che ha creduto in te....sei vergognoso...........stia tranquillo il padre lo lasciamo stare....basta stia lontano dalle corse....e permettano quelli che dicono povera vittima del sistema che certe cose le decide il corridore nessuno spara le trasfusioni a km di distanza CHIARO? e ripeto credo a Brontolo che denuncia Torri perchè non è vero che lo fanno tutti....
luca asteggiano

...questa e' la realta
8 febbraio 2011 17:22 LORY
...analizzando gli ultimi due anni della vita di ricco nn mi sembra che tutte le sue mosse siano imputabili a uno che sia redento.... ha rotto con tutti...Team, contratti pubblicitari, manager, ecc...
allora la testa e' rimasta quella... senza nessuna umilta...prendendo in giro ancora tutti e circondandosi di persone che forse gli dicevano sempre sei bravo....
forse ora e' davvero finita....
mi auguro che per il problema fisico si rimetta ... ma come sportivo nn si faccia piu vedere!!

come si dice in Veneto...
8 febbraio 2011 17:23 Talento
COPATE!!!!

Xpaolo58 e chi dice non ci voleva
8 febbraio 2011 17:26 maxmari
Non ci voleva che tornasse a correre. A te Paolo che butti fango sul ciclismo ti consiglio di farti curare insieme a ricco . Non ti permettere di dire che il movimento e cosi' e lui malato con l'aggravante della recidività cosa diversa dei corridori che ti sei permesso di citare . Vergognati pubblicamente tu ricco e chi lo difende come te . Mi auguro che nessun giornale sito o midia, diano notizia alcuna su questa persona che ha solo buttato fango su se stesso ed al ciclismo .

Tristezza profondo per Riccò
8 febbraio 2011 17:31 cesco381
Era normale che accadesse.
L'uomo Riccò non merita pietà.
Gentile Direttore, la ringrazio fin d’ora che mi concede lo spazio per dire tutta la mia amarezza e il risentimento verso strutture che nulla hanno fatto perché si evitasse questa nuova macchia nera per il ciclismo.
Ma Noi, Uomini di sport, Ciclisti onesti e leali, terremo duro anche in questa circostanza!
L’importante è eliminare dal gruppo i mascalzoni!

Il caso Riccò indubbiamente lascia l’amaro in bocca. Questo ragazzo ha bisogno di essere assistito da una struttura medicosanitaria che lo segua attentamente sia sotto il profilo psicologico che fisico.
D’altronde, e lo dico con amarezza, non ci si poteva aspettare qualcosa di diverso da quello che oggi abbiamo sotto gli occhi.
Vorrei far notare un passaggio: <il padre ha detto che altre volte era accaduto>!! Senza voler entrare nel merito delle responsabilità che sono di natura strettamente personale, se in passato c’era stato un campanello d’allarme questo andava monitorato in altro modo.
È un momento di grande tristezza, si stanno facendo molti sforzi per rendere l’ambiente sano, e Riccò, perché oggi purtroppo si parla solo di lui, ci ha rigettato nell’inferno!
Vorrei che la vostra l’attenzione fosse puntata sul modus operandi del sistema adottato da Riccò per la autoemotrasfusione: se l’è pratica da solo! Manteneva il suo sangue in frigorifero! Siamo alla follia allo stato puro!
Mi piacerebbe sapere chi è o chi sono coloro che seguono nell’attività tecnico agonistica Riccò?
Possibile nessuno di questi Signori si sia accorto del malessere che circondava l’universo sportivo di questo atleta? Mi sembra impossibile!
Vanno ricercate le responsabilità a tutti i vari livelli!
Eppoi vorrei dire una cosa, quando una persona sbaglia e paga per gli errori fatti è giusto che torni a lavorare però è anche vero che dovrebbe esserci una commissione verificatrice di ogni singolo caso per il rilascio della nuova licenza di corridore professionista!
Ogni caso di doping è fine a se stesso e devono essere analizzati con serietà e scrupolo.
Tutto il sistema è sbagliato, a partire dal rilascio della tessera di Direttore Sportivo da parte della federazione ciclistica. Non è ipotizzabile pensare che un corridore sceso di sella dopo aver fatto per 15/16 anni il professionista a cavallo degli anni di fuoco, ove tutto era permesso, dalla sera al mattino si ritrova a guidare un gruppo di ragazzi giovani che hanno il sogno di diventare professionisti o peggio ancora di giovani che sono già professionisti ma gli manca quel qualchecosina per fare il “salto di qualità”!!!! Quindi? Quindi si deve lavorare sull’informazione da dare ai giovani, di far “purificare” per alcuni anni il corridore professionista che vuole la tessera, fare i controlli antidoping, e soprattutto le strutture preposte a far rispettare le leggi che mettano qualcuno in galera così capiranno che c’è vigilanza e severità.
Mai perdere la fiducia nel Ciclismo, mai perdere la fiducia negli Uomini! Non sono tutti come Riccò.

X Paolo53
8 febbraio 2011 17:34 Veleno
Il probelma è che nel ciclismo c'è gente come te che parla ancora di "sfortuna", questo poveretto che ha rischiato di morire può essere definito solo un idiota, lui e tutti quelli che gli stanno intorno, che e lo difendono e che se lo coccolano, siete dei maledetti ipocriti, il ciclismo stà agonizzando e quelli come te cercano di dargli il colpo di grazia!! Fate veramente schifo, adesso aspettiamo il comunicato di qualche manager, procuratore, stregone o chicchessia che ci spieghi che è tutto un malinteso ... Tanto come si dice "la mamma dei cretini è sempre incinta"!!

caro RICCO' adesso sei indifendibile
8 febbraio 2011 17:41 maxspeed2
ho sempre sperato nella tua riconversione ma adesso sei indifendibile. devi smettere e fartene una ragione.

maxmari
8 febbraio 2011 17:48 ullallerollerolla
concordo con te...lasciando perdere i fondamentalisti che lo hanno sempre esaltato come l'unico personaggio in grado di fomentare chissà quali folle (mai viste peraltro), credo che la maggior parte di noi abbia evitato di commentare per rispetto della situazione critica di salute. ora che sembra fuori pericolo e si va a delineare la faccenda mi viene ugualmente difficile commentare, quasi come sparare sulla croce rossa. e allora bisognerebbe evitare di dare risalto a questa storia, ne va dell'immagine di tutti gli attori di questo fantastico sport. lasciamo che riccò venga presto dimenticato o al limite ricordato per quello che è: un corridorino senza particolari numeri, diventato quello che è stato solo con la benzina. chi grida al complotto altro non è che uno stupido.

e adesso radiatelo
8 febbraio 2011 17:55 soter1986
premetto che ho creduto nel riccò bis, evidentemente sbagliando di grosso valutazione sia sull’uomo che sull’atleta. Sull’uomo perché se uno si inietta da solo (o così dice lui) una sacca di sangue che ha tenuto in frigo 25 giorni non è sano di testa; sull’atleta perché se si sta dopando adesso, e quindi alla vigilia di una corsa a tappe obiettivamente non di primissimo piano come il giro del mediterraneo, mi posso solo immaginare cosa abbia fatto (o tentato di fare) al giro 2008, tanto per dirne una. Dunque, visto che errare humanum est, perseverare diabolicum, la radiazione è la pena minima che gli spetta . Ad ogni modo, per il ciclismo questo sarà un durissimo colpo difficile da digerire. Dopo i casi basso, scarponi, valverde, sella, rebellin, di luca, contador (Armstrong ?)ecc. è veramente il caso di interrogarsi se non sia giunto il momento di inasprire le norme che regolano l’anti-doping, altrimenti il ciclismo non ha più senso. McQuaid si è già pronunciato a favore di 4 anni..ho paura che ne serva qualche in più.
ps. meno male che sassi non ha visto tutto ciò, ne avrebbe sofferto molto.

caro RICCO'
8 febbraio 2011 18:05 vas
ciao RICCARDO gia' da dilettante ti chiamavano caricco'
sei riuscito a mandare a casa 50 persone(sunier duval)
adesso la emo trasfusione
non ti sembra di avere fatto abbastanza danni ?

gente ridicola
8 febbraio 2011 18:18 melissa
penso che prima di dire tutte queste cattiverie bisogna sapere che richi e' entrato in ospedale che neanche parlava.......tutto fango ancora su di lui perche nn hanno parlato di attacco cardiaco?????il dottore vuole farsi solo grande pubblicita' e gli esami confermano questa cosa!!!!!!a quanto mi risulta da quelli di baggiovara no.......basta sparare cazzate avete abbastanza rotto prima bisogna sapere i fatti e poi permettersi di parlare vergognatevi!!!!!!!

lo sapevo
8 febbraio 2011 18:23 prototipo
se si potesse ritrovare il commento che ho lasciato al suo rientro con la vacansoleil ci avrei scommesso i testicoli che ci sarebbe ricaduto e per l\'appunto avevo scritto \"il lupo perde il pelo ma non il vizio\" ma speravo anche che fosse un po cresciuto di testa e invece ................ continuiamo a difenderli

X vass
8 febbraio 2011 18:26 santo
Il soprannome completo nel gruppo da dilettante era esattamente CARICARRICO CARICCO'

cesco381
8 febbraio 2011 18:42 trentiguido
Per quanto riguarda il tuo parere sugli ex proff. DS che non vanno bene, ecc....vorrei dirti due cosette anche se non è nel mio carattere. Quando vuoi approfondire la tua conoscenza del mondo del ciclismo generale sarò lieto di spiegarti alcune cose. Guido Trenti DS 3livello!!!!

Dov ' è il segreto istruttorio? e la deontologia professionale?
8 febbraio 2011 18:58 GRIMPEUR82
Riccò se viene acclarato per filo e per segno tutto ciò l' ha fatta defintivamente fuori dal vaso...con tutti i vampiri dell' UCI sguinzagliati a comando da Mcquaid e suo figlio, con la WADA che ora forse con grande colpevole ritardo riuscirà a dimostrare finalmente quanto è, era ed è stato fasullo Lance Armstrong, con i media perbenisti politically correct che si ergono a giustizialisti e moralisti verso qualuque caso di doping, reale o presunto..non era il caso di compiere un' azione così spudorata..però, però quelli di RCS GAZZETTA come fanno ad avere accesso a queste confidenze ultrasegrete e chi le ha ricevute perchè non ha taciuto e si è venduto l' anima per qualche euro in più sporco di sangue, sangue comunque di un essere umano

x melissa
8 febbraio 2011 19:08 soloio
hai detto poveretto ???? ascolta , intanto spero che guarisca e si rimetta subito in buona salute su questo non ci piove .... ma cara se e' entrato in un ospedale quasi in fin di vita e' soltanto per copa sua per la sua ennesima fesseria dopo tutto quello che aveva passato cercando addirittura di infangare il mondo del ciclismo che lo condannava perche lo accusa va ingiustamente ora..... e' tornato a ripetersi in maniera a dir poco VERGOGNOSA !!!!!! leggo di EMORASFUSIONE fatta da solo con sangue conservato in casa .. ma ci rendiamo conto ?????
ripeto spero guarisca presto ma...
CHE SPARISCA DEFINITIVAMENTE DAL MONDO DEL CICLISMO ...... VERRA' RADIATO ANCHE SU QUESTO NON CI PIOVE ... e qui chiudo e' un argomento disgustoso che non sa affatto di ... CICLISMO

incredibile
8 febbraio 2011 19:12 mcipo
adesso lo criticherà anche chi fuma 1 pacchetto di sigarette al giorno
che pena........non ho parole........ero un tuo tifoso
proprio vero
chi gà i denti no gà èl pàn.........ciao beo curate e stame bèn.

PANTERA88
8 febbraio 2011 19:29 Pantera88
Sinceramente Riccò mi ha tolto persino la forza di accanirmi contro di lui come in passato.

E' un cretino circondato da degli idioti che non lo aiutano a guidarlo sulla strada del lavoro e di una vita sana fondata su dei principi.

Nella vita non esiste solo il ciclismo.

Ripeto non lo attacco perchè sarebbe come sparare all'ambulanza.

Dai Riccardo cerca di rimetterti in salute e trovati un lavoro.

Un saluto a tutti gli appassionati e i tifosi di ciclismo.

ABBASSO IL DOPING

VIVA ALDO SASSI
VIVA FRANCO BALLERINI


Pantera88


Riccò e l'opportunità
8 febbraio 2011 19:38 mattiotti
i tifosi la vacansoleil gli italiani e l uci ti hanno dato un'altra opportunità dopo la squalifica per il cera molti ti hanno aiutato ma tu guarda cosa hai combinato!!!!!!

Demenza Umana
8 febbraio 2011 19:44 gass53
Se è tutto vero(e penso che un medico non si inventi una balla simile)
questo ragazzo e la riprova che la DEMENZA UMANA non ha limiti.

informazione
8 febbraio 2011 19:45 vas
grazie santo per l'informazione non sapevo che avesse proprio il suo nome ben definito pensavo solo a caricco'

vergogna......
8 febbraio 2011 19:52 angy
questa gente.. oltre che rovinarsi se stessi, rovinano uno sport bellissimo come il ciclismo......(e da squalificare a vita)e fai fare ciclismo a chi se lo merita.... Angelo S. milano

Chi ?????
8 febbraio 2011 19:55 gass53
Leggo su molti commenti che si cerca il dottore o chi gli avrebbe fatto l'emotrasfusione??? Basterebbe controllare il suo traffico telefonico e non dovrebbe essere difficile rintracciare con chi si è sentito.
Mi sbaglio?

Demenza Umana
8 febbraio 2011 19:55 gass53
Se è tutto vero(e penso che un medico non si inventi una balla simile)
questo ragazzo e la riprova che la DEMENZA UMANA non ha limiti.

ma dai
8 febbraio 2011 19:58 melissa
ma siete sicuri che abbia ammesso una cosa del genere uno che arriva in fin di vita all ospedale???l ha fatto da solo?conservava il sangue in casa?che ridere??uno che arriva messo come e' messo nn dice ste cose.....il nome del dottore dov'e'?gran bufalata nell altro ospedale dicono cose diverse come mai???ascoltiamo sempre i nostri e bravi giornalisti loro si che dicono le verita'

....................................................
8 febbraio 2011 20:03 melissa
e poi concordo pienamente con quello che ha scritto che il mondo del ciclismo e' quello che ci crediate o meno NESSUNO E' PULITO METTETEVELO IN TESTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Tristezza
8 febbraio 2011 20:07 Bufalino
Mi fa tristezza vedere quello che è successo a Riccò. Penso ad una persona con molti problemi, che ha preso una brutta strada fin da giovane. Nella sua carriera c'è l'emblema di questo ciclismo malato. Fin da ragazzo ha trovato probabilmente qualcuno che l'ha portato su questa strada, forse il suo atteggiamento è sintomo di una insicurezza e inadeguatezza di fondo. Di certo molte delle cose che ha fatto dimostrano una difficoltà nel relazionarsi, nell'amor proprio, una mancanza di responsabilità.

E' difficile scindere il Riccò uomo dal Riccò corridore.
Al Riccò corridore, spero che venga radiato dal ciclismo, perchè questo atleta fa solo del male a questo sport.

Al Ricco uomo, mi auguro che guarisca e risolva i suoi problemi. Solo un cieco non vedrebbe che questo ragazzo non sta bene. Che qualcuno lo aiuti.

Michele Bufalino

Cosa dice ora il procuratore!!!!!!!!!
8 febbraio 2011 20:08 velo
giorni indietro difenteva "LO STUPIDO" dalle dichiarazione del CT. Bettini.

cobra
8 febbraio 2011 20:35 maulot
In merito alle belle parole rilasciate dal Presidente Federale Di Rocco, vorrei aggiungere un mio personalissimo parere, e cioè: "Ladri si nasce!"

X cesco83
8 febbraio 2011 20:53 limatore
Caro cesco,
Premetto non sono un ex prof, ma DS 3à Liv. e le assicuro che vedo nei colleghi, provenienti dagli anni di fuoco, molta più attenzione riguardo a questo problema. Loro che hanno "sofferto" quel periodo sicuramente non lo proporranno ai loro atleti, senza essere coscienti di quello a cui porta. E' vero che ci sono stati episodi d'inchieste che riguardavano questi soggetti, ma a me fanno più paura quelli che hanno portato loro al doping.... e qualcuno quest'anno è tornato!! "tremate"

E' sport questo?
8 febbraio 2011 20:54 memeo68
Devo fare un plauso a tutti i tifosi di ciclismo perché dal momento che è uscita la notizia nessuno si è permesso di dare giudizi anche se probabilmente TUTTI pensavano che avesse preso qualche schifezza.
Conoscendo il personaggio, immagino che abbia ammesso di essersi “bevuto” quella sacca perché deve essersela davvero fatta sotto e perché ha capito che è il ciclismo questa volta ad aver chiuso con lui!
E’ chiaro che non vorrei poi trovarmelo un giorno in qualche gran fondo……………………………………………
Comunque questo non risolve il “problema ciclismo” che secondo me oggi non è più risolvibile semplicemente perché non esiste la volontà.
Ricordo solo una cosa: alcuni anni fa alla Saunier Duval, tra chiacchierati, chi si rifiutava di fare controlli volontari……. e beccati vi erano i signori Simoni, Mayo, Piepoli e Riccò. Quello che si rifiutò era quello del dentista e delle caramelle della zia, gli altri, chi prima e chi dopo, li presero tutti,ma il problema è un altro: quattro in una squadra e mi volete far credere che il direttore sportivo,il manager, il medico,il massaggiatore, il meccanico..... che vivono in simbiosi per un mese, non sapevano niente????????
A voi la conclusione

Molto deluso,moltissimo deluso.
8 febbraio 2011 21:00 lorianoclubbasso
C'è poco da dire....viene voglia di "abbandonare tutto" e ritirarsi nella più completa estranietà da tutto questo mondo che negli ultimi tempi ci ha fatto più penare che gioire.Chi ci ripaga di queste offese che giorno dopo giorno annebbiano la nostra credibilità per colpa di tutti questi atleti e manipolatori...


Loriano Gragnoli Dir. di Organizz. F.C.I.

Con Riccò radiamo anche Vincent
8 febbraio 2011 21:03 velenoso
Chissà se dopo averci fatto leggere tutti i suoi ragionamenti proRiccò vorrà togliere il disturbo anche Vincent ???

8 febbraio 2011 21:04 svedese
Riccardo Riccò passerá comunque alla storia come il più grande "cretino" (...avevo usato un'altra parola anche quella con la c) mai salito su una bicicletta.
R.I.P. alla carriera. Spero che l'uomo si riprenda presto e vada avanti in qualche maniera.

8 febbraio 2011 21:05 cheygr
ed anche stavolta scommetto che il "povero" Riccò è stato costretto a autotrasfusionarsi sotto il mitra del Giannetti.... ah ah ah

RADIATO A VITA
8 febbraio 2011 21:20 COPPOLILLO
RADIATO A VITA, COSI' ALMENO RIMANE IN VITA.
ME LO RICORDO DA DILETTANTE QUANDO PARTIVA UNA FUGA E IN MEZZO AL GRUPPO SI METTEVA A URLARE: VI VENGO A PRENDERE CON UNA GAMBA SOLO SE NE HO VOGLIA.

E ORA CHE APPENDA LA BICICLETTA AL CHIODO , MA SECONDO ME ADRA' A FARE LE GRAN FONDO , RADIAZIONE A PARTE TANTO SI SA' NEGLI AMMATORI COME VANNO LE SQUALIFICHE.

Ricco' resta sempre il piu' forte
8 febbraio 2011 21:32 cor767
Senza dubbio ha sbagliato ma,se si corresse tutti con le proprie gambe,lui vincerebbe ugualmente ed anche piu'facilmente...dato che come tutti,sia ciclisti che preparatori come SASSI,sanno che e' un vero talento.Sicuramente e'il piu'forte ciclista in circolazione...forza Riccardo.

Le medie
8 febbraio 2011 21:39 LampoJet
Nessuno ha mai detto una cosa: Le medie delle corse non si sono abbassate, quindi i casi son 2, o il doping non serviva a nulla o si fa ancora qualcosa che non si trova ai controlli. Non c'è scappatoia, è inutile negarlo. E poi tutti i preparatori, Ds, tecnici o quant'altro lo sanno e lo vedono dai numeri. Sfido a contraddire ciò che ho detto.

Vincent
8 febbraio 2011 21:41 Andy77
Il coni pensi a radiare .... Il cobra ... Io mi accontenterei che staggi radi vincent

Non e'soltanto Ricco'...
8 febbraio 2011 21:50 cor767
C'è chi dice di vincere la Vuelta a cannoli siciliani e lasagne...vi ricordate?Quello che dichiaro'a BS di sentirsi un agnello in mezzo ai lupi...e di come aveva fatto Moreni a dormire la notte,sapendo di essersi dopato...Quanta ipocrisia...il piu'pulito ha rogna..ricordatelo sempre...

RADIAZIONE!!!
8 febbraio 2011 22:07 ninelives2802
Radiazione! Fosse per me darei a Riccò anche l'ergastolo per l'insolenza che ha sempre mostrato. Questo stupido ragazzino fa solo male al ciclismo e ha avuto il coraggio pure di prendere in giro Aldo Sassi!!!Vergognati sei stato, sei e sarai sempre un PERDENTE NATO!!!!

Per cor767
8 febbraio 2011 22:08 Andy77
Hai un bel coraggio ! Cosa centra? Parla dei fatti. Forse tu sei sordo oppure cieco. Oggi il medico dell'ospedale di pavullo ha dichiarato che il cobra ha fatto una trasfusione del proprio sangue. Nessun altro ciclista

...
8 febbraio 2011 22:13 pippi
ieri eravamo a ricordare franco 400 ragazzi delle scuole a ascoltare pastonesi a innamorarsi di ciclismo,oggi vedano alLA TV questo, ma io dico hai miei ragazzi ai miei allievi ha i suoi genitori il ciclismo è quello che facciamo noi tutti i giorni e questa persona nn è un ciclista è un malato fin da quando era giovane e chi gli è stato vicino ...rabbia sconforto dentro di me voglia di mollare ma domani tornerò dai miei ragazzini e saprò cosa dire e ripartiremo a testa alta anche se per la strada come al solito ci vedranno storti...il danno per le societe minori e pazzesco già la difficoltà economica esiste poi queste cose ci ammazzano...e poi caro presidente fate pulizia nell'ambiente di personaggi e nn fate rientrare personaggi andando anche a osanarli...

PER ANDY 77
8 febbraio 2011 22:39 cor767
Svegliati!!!Caro Andy77...esci dal mondo delle favole.Ma tu che pensi che Ricco'sia dopato e l'altra parte dei vincenti sia come mamma li ha fatti??Sei proprio un incompetente in materia.Io ho detto che Ricco'doping o no ha sempre vinto e credimi IO ci HO corso contro...e fa proprio male in salita..Sarebbe ugualmente il piu'forte..non uccidetelo come avete fatto con Pantani.

State facendo tutti come Pantani
8 febbraio 2011 22:59 cor767
QUANDO RICCARDO VINCEVA TUTTI...W IL COBRA,RICCO' E' UN CAMPIONE ECC...ADESSO PROPRIO COME ACCADDE CON PANTANI,NON FATE ALTRO CHE AMMAZZARLO MORALMENTE.CONTINUATE AD INSULTARLO,NON SARETE CONTENTI FINCHE' NON CI SARA' UN'ALTRO SUICIDIO.FATE PENA

Buonasera che ce una revolution in marchia ...
8 febbraio 2011 22:59 Vincent
Che bello la revolution e finalmente in marchia in Italia il mondo intero ride di voi pensate a radiare chi sono la vera vergogna di questo paese invece di buttare il vostro velono su un corridore io lo penso sempre che e un talento e altri non sono meglio e un ambiante ipocrita e basta andate a protestare con forza in piazza la si che fatte qualche cosa di bene RICCO spero che va bene e pensa a la tua famiglia non ce solo il ciclismo nella vita si ai sbagliato peggio per te io non sono sostenitore di nessuno non mi piace le ipocrite basta il ciclismo e il sport più pulito ma non tutelati e la lotta al doping e una falsa .

closed
8 febbraio 2011 23:01 defe91
IL CICLISMO CHIUDE

Ha sbagliato mestiere
8 febbraio 2011 23:43 pickett
Sostengo da tempo che Riccò,e tutta la sua famiglia,avrebbero dovuto fare i comici.Le sue vicende sembrano un film di Fantozzi.Se Riccò non ci fosse,bisognerebbe inventarlo,é uno spasso!

9 febbraio 2011 07:19 fbandini
Così fan tutti. Altrochè

X melissa e 767
9 febbraio 2011 08:04 maxmari
Curatevi insieme a ricco entrambi , non vi chiedete xche nessuno di chi gli e a fianco non ha ancora smentito nulla di ciò che hanno detto , ??? Lui non smentisce e voi pensate . Aspettiamo prima di condannarlo ? E poi caro suo avversario faceva male in salita .... Si vero ma sempre pieno .... Anche adesso che non ha obbiettivi importanti ... E questo e l'evidente prova che e una malattia la sua.........

AFFETTI......
9 febbraio 2011 08:11 Capitano
NON HO SENTITO NESSUN COMMENTO, SUL FATTO CHE NESSUNO SI SIA ACCORTO DEL MALESSERE O MALATTIA, CHE DURA DA ANNI DEL SIG. RICCO', MA I SUI GENITORI DOVE SONO? LA SUA COMPAGNA NON SAPEVA NIENTE? AVEVA UN FRIGO PERSONALE? I SUOI MEDICI DIRETTORI E ALTRO, NON SI SONO ACCORTI DI NULLA? E NON PARLO SOLO DI DOPING, MA CI RENDIAMO CONTO DOVE ANDIAMO A FINIRE, UN FAMIGLIARE COPRE IL FIGLIO, COMPAGNO ECC ECC, PER COSA PER I SOLDI? PER LA GLORIA? O PER L'EGOISMO, PERCHE' MANCANO I VALORI, UN ETICA, E SI POTREBBE ANDARE AVANTI ALL'INFINITO. FACCIAMOCI UN ESAME DI COSCENZA PERCHE' SE L'ITALIA E' QUESTA, SIAMO VERAMENTE MESSI MALE. SE NON PARTIAMO FIN DA GIOVANI CON UN NUOVO CONCETTO DI EDUCAZIONE, MORALE, ETICA, DI VALORI SANI, NON NE USCIREMMO PIU'......SPERO CHE QUALCUNO SI PRENDA CURA DELL'UOMO RICCO' NON CHI GIA' LO CIRCONDA, PERCHE' IL PERICOLO CHE FACCIA UNA BRUTTA FINE E' REALE. W IL CICLISMO E ABASSO IL DOPING. ROBERTO BERLESE

9 febbraio 2011 08:14 overend
cor 767 hai un bel coraggio a fare certe affermazioni. spero che qualcuno possa riferire all interessato le calunnie gratuite che stai offrendo ai bloggers.
faccio due domande ai bloggers: 1. dov'è CLAUDINO ?e come mai non commenta oggi?
2. la scorsa settimana il ct della nazionale ha parlato di ricco' in un intervista e gli sono quasi tutti volati agli occhi....riflettete. Bettini non pedalava a vanvera. e non parla a vanvera. quanto a ricco', che dire... ha tradito i tifosi, ma soprattutto il grande Aldo Sassi... Speriamo che la giustizia sportiva faccia il suo corso e lo tolga per sempre dallo sport. Non c'è bisogno di gente cosi soprattutto nel ciclismo.

9 febbraio 2011 09:08 MatteoDea
E poi gente come ALESSIO SIGNEGO, PIERFELICI, i LORIA, FACCI e LODDO sono "a piedi" e finiscono la carriera prima dei trent'anni. Riccò ha già avuto troppe possibilità, è troppo tempo che prende per il ...naso compagni di squadra,sponsor, avversari e soprattutto tifosi. Tanto poi al massimo andrà a fare il "fenomeno" alle Granfondo

tutto scontato
9 febbraio 2011 09:21 scatto
che questo succedeva lo dissi appena due mesi fa a quello sciame di pseudi tifosi che si porta appresso ma ancora insistono e JAGUAR e' il massimo ma degli imb.....

"Caricariccò", un nome, una storia, un presagio
9 febbraio 2011 09:55 Bartoli64
Prima di scrivere questo mio intervento ho preferito effettuare una panoramica dei precedenti post redatti da altri blogger e (a parte qualche irriducibile cretino) non c’è davvero nulla che io possa aggiungere sull’argomento.

Sparare ora su “Caricariccò” sarebbe come sparare sulla Croce Rossa e davvero non mi va di abbassarmi a quel livello.

Certo, sarebbe interessante conoscere anche i pareri di qualche “benpensante” che negli ultimi mesi ha affollato d’interventi questo blog sparando meschinità e falsità sull’operato del Dr. Torri e della Procura Antidoping, ma dubito che potranno farlo senza sprofondare (come sempre) nella più “melmosa” delle ipocrisie.

Lo stesso dicasi per le cause temerarie intentate da avvocati che tentavano di difendere l’indifendibile e che ora, alla prova dei fatti, si trovano con un causa persa ed un nuovo, clamoroso ed ennesimo, caso di doping nel ciclismo.

Quanto al rapporto di collaborazione (in realtà mai nato) con il Prof. Aldo Sassi dico solo, per chi non lo sapesse, che quando il compianto Professore impose le sue condizioni a questa sottospecie di atleta lo stesso pensò bene di eclissarsi o, per dirla alla Sassi, di “sparire dai radar”.

Tutto ciò, ovviamente, dopo aver fatto scattare foto e scrivere articoli ad uso e consumo dei beoti che ancora credono alle favolette.

A “Caricariccò”, in fondo, serviva solo “fare immagine” e poco gli importava di sfruttare, per i suoi meschini scopi, anche la buonafede e la passione di un uomo buono ed ormai prossimo alla fine dei suoi giorni.

Non ho altro da aggiungere anche perché mi sta salendo, forte, un gran senso di nausea e di dispiacere per l’insulto che ha dovuto subire il Prof. Sassi dal “Cobra”, o forse sarebbe meglio dire dalla “Biscia” (con tutto il rispetto per questi utilissimi rettili).

Per chi volesse approfondire, segnalo il sottostante articolo apparso oggi sul quotidiano “La Repubblica”

http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2011/02/08/news/ricc_procura_apre_fascicolo-12212942/

Una buona giornata a tutti.
Bartoli64

.......
9 febbraio 2011 10:40 luca65
si stava suicidando da solo.....e come già ha scritto qualcun altro si è cominciato a scrivere dopo che è uscita la notizia della confessione al medico (anche se tutti probabilmente pensavano che avesse combinato qualche guaio)....ora l'indignazione è sopratutto perchè ha usato il Prof Sassi come paravento continuando a fare porcherie......ora una persona malata terminale ti tende una mano e tu la usi così beceramente? altrochè radiazione non sò con che faccia stia al mondo....Melissa e tutti coloro che dicono sia una vittima ed un campione magari sputando veleni su gente che non è mai stata sfiorata nemmeno dai sospetti fateci la cortesia di smetterla di scrivere fesserie .....siete patetici......ah mi firmo sempre col mio nome
Luca Asteggiano

allargare il cerchio!
9 febbraio 2011 10:54 ullallerollerolla
mi sembra chiaro che per arrivare a curarsi da solo vuol dire che l'ha fatto mille altre volte in presenza di un dottore...faccia almeno una buona cosa per il nostro sport, oltre a ritirarsi per sempre, dica nomi e cognomi

ANCORA PER MELISSA E PER CH DICE ..E' IL PIU FORTE ...
9 febbraio 2011 12:23 soloio
Carissima continui a ripetere se simao sicuri che abbia fatto tutto da solo e avesse sangue in casa ( da uno come lui c'e da aspettarsi di tutto ) magari ci sara' anche qualcuno che lo pilota ma fammi capire ... torna dopo un squalifica per doping e parliamo di CERA e lui che fa ... peggio di prima guidato o no e' un emerito IMBECILLE ma come gli e' venuto in mente !!!!! e poi carissima continui a dire che sono tutti uguali nessuno e' pulito bhe qui ti sbagli vivo da una vita nel mondo del ciclismo e sono fiero di aver guidato ragazzi fino al dilettantismo in maniera pulita quindi prima di parlare e sparlare cosi ... conta fino a 1000 .... per quello che dice che E' IL PIU FORTE ... bhe RICCO' DA DILETTANTE E' STATO SPORCO DA PROFESSIONISTA SPOORCHISSIMO .... PIU' FORTE DI CHI E COSA SCUSA ......FORSE FAREMMO MEGLIO A NON PARLARNE PIU ....

Il lupo perde il pelo ma non il vizio....e comunque..
9 febbraio 2011 14:06 renzobarde
Il lupo perde il pelo ma non il vizio, ovvio e chiaro, vero ? E però, signor Riccò, stai tranquillo, ora potrai fare tranquillamente, se lo vorrai, il direttore sportivo di una società giovanile....o anche di una squadra per professionisti...nel ciclismo di Di Rocco c'è posto per tutti, come è noto. Chi combatte il doping e pratca principi etici : alla gogna ! In attesa del prossimo scandalo. E mentre Contador, poverino, che ha "capito" tutto, predica la sua innocenza, nonostante le prove.... Ed ora che inizi la stagione 2011. Renzo Bardelli

Caro OVEREND
9 febbraio 2011 20:24 cor767
Se c'e'uno che sta' scrivendo calunnie,quello sei prorio tu.Tu stai facendo nomi e cognomi,come RICCO'...e tu,non hai alcun diritto di fare alcuna considerazione in merito.Ci sara'la MAGISTRATURA a (nominare)e giudicare.Non tu.Ascolta uno che di legge se ne intende...Leggi il codice penale e vedi cosa vuol dire calunnia.Capra.

cor767
10 febbraio 2011 11:55 overend
ti prego spiegami il tuo ultimo commento che lo mando a striscia la notizia. ma l'hai letto bene il mio intervento? rileggilo bene, cosa c'è scritto? c'è scritto che l'unica cosa che mi dispiace è che in questo modo ricco' ha mancato di rispetto a sassi. e c'è scritto che bettini aveva fatto un commento e molti gli hanno trovato da ridire. gli stessi che oggi , dopo questa notizia su ricco' non hanno piu armi per difendersi. Capra, sarai casomai tu, che oltre a non sapere niente di ciclismo, probabilmente meno sai ancora in termini di legge. Perchè tu, in un articolo dove si commenta "l'ammissionne di ricco'" tiri di mezzo un altro corridore che fino a prova contraria è pulito.
Discorso Ricco': non ci sono piu parole, evito insulti inutili a una persona che ha perso tutto, dignità compresa. e mi fermo qui.

per OVEREND
10 febbraio 2011 13:38 cor767
Fra noi due caro overend c'e' una differenza madornale,sia in campo sportivo,che, in campo lavorativo...Nel primo lato vanto un piazzamento nei 10 al giro,oltre a tutto il resto che ho fatto quando correvo...10 anni fa'...e tu cio'puoi solamente sognare...Nel secondo caso,adesso la mia posizione lavorativa mi permette di punire chi sbaglia a parlare come te.Sarai sicuramerte un forte atleta caro OVEREND..con le chiacchiere..

cor767
10 febbraio 2011 14:49 overend
piazzarsi nei primi dieci al giro da diritto ad un ex corridore di diffamarne altri? e da diritto anche a "punire" chi sbaglia a parlare?
caro cor767, io non sto al tuo gioco... non ti sbandiero ne piazzamenti alle corse (io non sono stato nei dieci al giro) ne posizione lavorativa (non capisco nulla di ciclismo), tranquillo. Le elementari le ho fatte trent'anni fa e i giochetti su chi ce l'ha piu lungo e i proclami li lascio fare a te.

sparisci
10 febbraio 2011 16:09 paliodelrecioto
come qualcuno ha già detto, sparisci!
in bici non andare più da nessuna parte, ci sarebbe da vomitare a vederti!

Radiazione
12 febbraio 2011 08:28 corvo
Radiazione dal ciclismo!! Ma come ho visto in qualche commento, non mi meraviglierei di vederlo alle gran fondo......

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Doppia grande novità in cabina di regia per la Israel Start-Up Nation: nel 2021 esordiranno sull’ammiraglia la prima donna tecnico del WorldTour, Cherie Pridham, ed il primo direttore sportivo israeliano, Dror Pekatch. «Mi sento orgogliosa e privilegiata di essere la...


Non poteva esserci regalo migliore per il Playa de Palma Challenge Ciclista a Maiorca in quella che sarà la sua 30esima edizione: è ufficiale infatti la presenza alla gara in programma dal 28 al 31 gennaio dell'UAE Team Emirates che...


Una campionessa olimpica alla guida del Coni? Antonella Bellutti ci prova e si candida ufficialmente per guidare lo sport italiano. Due volte campionessa olimpica di ciclismo - nell’inseguimento ad Atlanta 1996 e nella corsa a punti a Sydney 2000 -, un...


Filippo Pozzato è pronto a farsi in quattro, di certo non è tipo che si annoia: di cose da fare ne ha un sacco, ma quel che piace è che nonostante qualche alloro l’abbia avuto, lui sugli allori non ci...


Dopo aver assicurato il fututo alal squadra WorldTour, il team Qhubeka ASSOS conferma il proprio impegno anche con la formazione Continental che si chiamerà Team Qhubeka nel 2021. Il Team Qhubeka è la continuazione dell'NTT Continental Cycling Team: la stagione...


Michael Kwiatkowski resterà con il team Ineos Grenadiers fino al 2023. Anche se la formazione britannica non ha ancora ufficializzato la notizia, Kwiatkowski alla televisione polacca ha annunciato il suo rinnovo. La trattativa per l’ex campione del mondo, non è...


  Avete mai sentito parlare di Giovannino Perdigiorno? “Era un grande viaggiatore, capitò nel paese degli uomini a motore”. E poi? “Gli uomini a motore” è una filastrocca di Gianni Rodari, di cui nel 2020 si celebra il centenario della...


Rod Ellingworth lascerà il Team Bahrain McLaren. La passione di Rod è lo sviluppo del pilota, quindi ha deciso di andare avanti e concentrarsi su nuovi progetti che gli stanno a cuore. Un portavoce del Team Bahrain McLaren ha dichiarato:...


Il marchio Tucano Urbano conferma la sua presenza nel mondo bike e lo fa con il piglio sicuro che lo contraddistingue da sempre, infatti, sono ben 20 anni che questa azienda è professionista dell’antipioggia! Non c’è perturbazione meteo che tenga...


Trionfo dei corridori del Team Medellin nella quinta tappa del Clasico RCN, 16, 7 chilometri a cronometro da Quimbaya a Filandia. Tappa allo spagnolo Oscar Sevilla, maglia gialla a Jose Tito Hernandez il bottino della formazione di Medellin, che riprone...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155