Assegnato a Fabio Piscopiello il Trofeo Cappello d'Oro

| 29/11/2010 | 14:56

Una bella e interessante manifestazione di ciclismo è andata in scena ad Osimo, presso il Teatro Campana, in occasione della Premiazione del “19° Trofeo Il Cappello D’Oro”, rinomata challenge per Elite e Under 23 organizzata dalla A.S.D. Il Cappello D’Oro, con sede a Montappone, la cittadina marchigiana famosa nel mondo per l’industria dei cappelli.  La giornata contrassegnata dal tempo inclemente ha distolto molti invitati e diversi sportivi e tuttavia il pubblico presente al significativo appuntamento era molto numeroso e composto da tutti appassionati veri e competenti.

Dirigevano le operazioni Demetrio Iommi e il sottoscritto, i due responsabili e cooordinatori della challenge, mentre ha presentato l’esperto Umberto Martinelli affiancato da Tania Belvederesi, nota e valida ciclista che da anni milita ad ottimi livelli tra le Elite.

A rappresentare il Comune di Osimo c’erano il Sindaco Stefano Simoncini e l’Assessore allo Sport, Sandro Antonelli mentre il Comitato Regionale Marchigiano era rappresentato dal vicepresidente, Piero Agostinelli, e da vari consiglieri. Per il CONI di Ancona è intervenuto il presidente Fabio Luna.

Tra gli ospiti d’onore insediati sul palcoscenico c’erano Franco Chioccioli, vincitore del giro del 1991 e tecnico del Futura Team Natricardi, l’ex-professionista Elio Aggiano, che rappresentava la squadtra riscana della Bedogni Monsummanese assieme all’altro d.s. Fabio Trinci, il bravo professionista chiaravallese Simone Stortoni e il neo professionista recanatese Henry Frusto, e inoltre l’artista Enzo Marinelli, che ha realizzato la statua del Trofeo Il Cappello D’Oro e varie litografie relative a questo trofeo.

In apertura di manifestazione è stato effettuato un collegamento con Michele Scarponi, il forte professionista della zona che, per rispondere alla prima convocazione della Lampre, in extremis aveva dovuto declinare l’invito; per impegni sopraggiunti non è potuto essere presente neanche il professionista osimano Andrea Tonti ed anche con lui ci si è collegati telefonicamente.

Premiati con omaggi alcuni promettenti dilettanti della zona, come l’osimano Francesco Lasca, della Bedogni, il filottranese Corrado Lampa, della SCAP Foresi, campione marchigiano degli Under 23, e il recanatese Roccardo Stacchiotti, della Reda Mokador. Premiata anche la gioane ciclista passatempese Ilaria Ghergo e due bravi amatori osimani, Roberto Torriani, campione italiano di Gran Fondo, e Monica Gabbanelli, da anni protagonista di rilievo del mountain bike.

Sono intervenuti anche Mirko Persanti, emergente general manager dell’unica società professionistica marchigiana (che nel 2011 sarà sponsorizzata dalle ditte Farnese Vini e D’Angelo& Antenucci) e Vincenzino Santoni, ex-general manager professionistico sulla cresta dell’onda fino a pochi anni fa (grazie soprattutto alle imprese di Cipollini).

Dopo la interessante passerella degli ospiti, è seguita un’altra importante parentesi con la consegna degli omaggi ai vari esponenti di società organizzatrici di gare del calendario del 19° Trofeo Il Cappello D’Oro; in particolare gli organizzatori della challenge hanno apprezzato la presenza degli organizzatori della Ciclistica Marane Palazzo di Marane di Sulmona, con il presidente Centofanti e Di Cosimo, venuti ad Osimo da lontano, nonostante il maltempo. Presenti anche gli organizzatori del V.C. Montecassiano, del G.S. Capodarco, della S.C. Centro Internazionale del Cappello di Montappone e Massa Fermana, del Giro del Pratomagno, della SCAP per la Classica di Colbuccaro, della S,C. Rubbianellese, di Giuseppe Matricardi per la gara di Monte San Pietrangeli e la Tre Giorni del Fermano, dello stesso Vega Prefabbricati Montappone per la gara iniziale di Molini di Fermo. Premiata anche la ASD Pretola di Pretola di Perugia con Fabio Zappacenere, dinamico direttore dell’Atlantide Vidoservice.

E’ poi giunto il momento clou della Premiazione del 19° Gran Premio Mille Cappellini per società e del 19° Trofeo Il Cappello D’Oro. Queste due challenges, direttamente collegate tra di loro, sono state aggiudicate quest’anno sulla base dei risultati di 52 gare per Elite e Under 23, che hanno coinvolto 9 regioni, tutte quelle del Centro Italia più la Puglia, la Campania e anche la bassa Lombardia (con l’Oltrepo Pavese e Cremona).

Il 19° Gran Premio Mille Cappellini è andato alla toscana S.C. Bedogni Grassi Natalini U.C. Monsummanese, diretta dai d.s. Elio Aggiano e Giuseppe e Fabio Trinci, che ha raggiunto questo importante traguardo dopo il 4° posto del 2008 ed il 3° posto del 2009. La Bedogni del presidente Pasqui è la prima società non marchigianaad aggiudicarsi questo trofeo.

Il premio per la piazza d’onore è stato consegnato al Team Futura Team Matricardi, società tosco-marchigiana rappresentata nell’occasione dallo sponsor marchigiano Giuseppe Matricardi e dal d.s. Franco Chiocccioli, noto ex-professionista.

Di tutto rilievo, anche ai fini dello spessore nazionale di questa challenge, è il terzo posto dello squadrone veneto del G.S. Zalf Desirèe Fior, dei d.s. Luciano Rui e Gianni Faresin, che però, per altri impegni,  non era presente all’appuntamento di Osimo.

In compenso è stata presentata sul palco la squadra marchgiana del Team Vega Prefabbricati dii Montappone, che si è classificata al quarto posto (dopo il 5° posto del 2009); gratificati i bravi tecnici Maurizio Frizzo ed Elpidio Seghetti, festeggiati dallo stesso presidente Demetrio Iommi, organizzatore di questa challenge.

Si è giunto così al grande finale con la consegna dei premi ai primi tre classificati del “19° Trofeo Il Cappello D’Oro”. Le luci della ribalta si sono accese sul vincitore Fabio Piscopiello, del Team Vega Prefabbricati Montappone, al quale Enzo Marinelli ha consegnato l’artistico trofeo da lui realizzato.

La conquista del Cappello D’Oro da parte di Fabio Piscopiello è avvenuta con la raccolta di 84 punti attraverso ben 14 risultati in gare della challenge; tra questi vanno segnalati il suc cesso nella Coppa della Pace – Trofeo F.lli Anelli e le piazze d’onore di Caivano e Folignano,

L’alfiere del Team Vega ha 25 anni, è pugliese di Melissano ed è un corridore completo, continuo e dotato di un apprezzabile spunto veloce. E’ un corridore di qualità e nel 2009 ha vinto la tappa di montagna di Feltre del GiroBio. Qust’anno si è anche laureato campione marchigiano Elite.ù

Nella challenge del 2009 si era classificato al 4° posto. Nel 2011 Piscopiello sarà professionista con la De Rosa Ceramica Flaminia.

 Premiato anche il suo d.s. Maurizio Frizzo.

Non era presente il secondo classificato, il colombiano Julian Moreno Arredondo, distanziato di pochi punti da Piscopiello dopo vivace lotta. Il ragazzo, che in questo periodo è in Colombia, ha 22 anni ed ha concluso pochi punti al di sotto di Piscopiello, dopouna bella lotta con Piscopiello.  Corridore coriaceo e combattivo, nel 2010 Arredondo è stato molto spesso in prima fila; da rimarcare la sua vittoria nell’internazionale di Folignano e la sua partecipazione ai MOndiuali Under 23 in Australia.

Il terzo premio era per Francesco Manuel Bongiorno, giovane promessa del Futura Team Matricardi. Il ragazzo, di origini calabresi ma residente in Toscana, ha 20 anni e alla sua seconda stagione tra i dilettanti ha fatto egregie cose, sfiorando la maglia azzurra. Irresistibile il suo finale di stagione con le vittorie nella Coppa Placci, nela gara di Perignano,  nell’internazionale di Terranuova Bracciolini e nella gara di Montegranaro

 

 

Paolo  Piazzini

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Un autentico colpo a sorpresa, quello annunciato da Marc Madiot nel corso della presentazione ufficiale della Groupama FDJ: i due sponsor principali hanno infatti sottoscritto insieme il prolungamento dell'accordo con il team fino al 2024. Questo ovviamente consentirà a Madiot...


È come se avesse tirato per l’ultima volta un salvagente al movimento ciclistico italiano. Un ultimo e estremo gesto di disponibilità e apertura, ma in ogni caso definitivo, ultimo e finale. È difficile che ce ne siano ancora in futuro....


Un nuovo prestigioso sponsor si unisce al team Bardiani CSF Faizanè per la stagione 2020. Si tratta di CLIQUE, marchio di abbigliamento del gruppo New Wave, che fornirà alla squadra tutto l’abbigliamento...


Si terrà lunedì 9 marzo (ore 19, 30) presso il Grand Hotel Leonardo da Vinci di Cesenatico (via G. Carducci 7) la presentazione della Settimana Internazionale Coppi e Bartali che si correrà dal 25 al 29 marzo con partenza come...


Il ciclista spagnolo Juan Camacho del Fresno ha confermato il suo ritiro dal ciclismo professionistico a poche settimane dall'inizio ufficiale della stagione 2020. Il portacolori della Kometa-Xstra Cycling Team ha preso questa decisione come conseguenza di ricorrenti problemi al ginocchio...


Un anno da incorniciare. Julian Alaphilippe nel 2019 ha vinto tanto e bene. Pronti via ha conquistato due tappe alla Vuelta a San Juan, quindi una al Tour Colombia, la Strade Bianche, due tappe della Tirreno-Adriatico, la Milano-Sanremo, una tappa...


Caro Direttore, ricordo con simpatica nostalgia una trasmissione radiofonica della mia (nostra ?) gioventù: portava il nome di Alto Gradimento ed era condotta da due altrettanto giovani Renzo Arbore e Gianni Boncompagni. Uno dei bizzarri personaggi che la animavano usava...


  Lo chiamavano “Mano Santa”. Perché prese in mano, nelle mani, fra le mani, il ciclismo, quello del Novecento, dall’epoca eroica fino all’epoca moderna, da Guerra a Bugno attraverso Coppi e Baldini, Adorni e Moser, e lo benedì, lo beatificò,...


Trentacinque anni fa si chiudeva una pagina distoria e si apriva una ferita che da allora non si è più sanata. Quella notte, infatti, Milano perdeva il suo Palazzo dello Sport e con esso anche la sua mitica Sei Giorni...


«La prima Apocalisse»: così Egan Bernal racconta il suo primo allenamento “lungo” dell’anno, accompagnando la foto del suo Garmin postata sui social. Sette ore e 51 secondi impiegati per percorrere 269, 4 knm alla media di 38, 4 km orari....


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155