Zomegnan: partire dall'Olanda è un messaggio importante

| 30/03/2010 | 15:07
«La scelta di far partire dall'Olanda il Giro d'Italia non è stata per nulla casuale. I Paesi Bassi sono una nazione nella quale la bicicletta non è solo un mezzo di locomozione, ma un vero e proprio stile di vita. La città di Amsterdam si sta preparando al meglio per accogliere il prologo del 2010, tanto per fare un esempio nei mesi scorsi sono stati piantati un milione di tulipani rosa, il colore della corsa, che sbocceranno i primi di maggio in coincidenza della partenza del Giro».
Lo ha svelato Angelo Zomegnan, direttore del Giro d'Italia, intervenuto nel pomeriggio di ieri, ad una lezione speciale della XIV edizione del 'Master Sport-Master Internazionale in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni, degli Eventi e degli Impianti Sportivì organizzato in collaborazione dalle Università degli Studi della Repubblica di San Marino e dall'Università degli Studi di Parma.
Gli studenti del Master hanno inoltre potuto conoscere la stretta relazione che intercorre tra la Corsa Rosa, le municipalità coinvolte e gli sponsor: «La carovana del Giro è un serpentone lungo più di quattro chilometri - aggiunge Zomegnan -, è facile capire come questo sia un evento di promozione eccezionale sia per le aziende interessate a legare il proprio nome alla corsa, ma anche per i territori coinvolti dal passaggio degli atleti che grazie alla copertura televisiva possono sfruttare il Giro come occasione di promozione che genera un grande ritorno d'immagine».

Copyright © TBW
COMMENTI
30 marzo 2010 18:41 ciceinge
Non vedo cosa centri il giro d'Italia, potrebbe semmai organizzare li il giro
d'Olanda

partenze dall'estero
30 marzo 2010 19:28 rufus
Le partenze dall'estero stanno diventando una costante dei grandi Giri: soprattutto l'Olanda attira gli organizzatori in maniera clamorosa, ricordo la Vuelta l'anno scorso e quest'anno Giro e Tour. Non credo proprio per la varietà dei percorsi, essendo notoriamente il paese più piatto d'Europa con la Danimarca, quindi le ragioni di queste partenze vanno ricercate nelle disponibilità economiche che vengono esposte agli organizzatori. Nulla di scandaloso, sia chiaro, scopro l'acqua calda se dico che anche il ciclismo sta seguendo la china di altri sport che vanno dove corre il denaro, l'importante è che tutto questo non comporti stravolgimenti eccessivi soprattutto per i corridori.
Flavio Gibertoni

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale....


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Da fuori sembra un’immensa astronave adagiata nella pianura di una campagna asciutta e gelida a due pas­si da Bergamo e a uno da Treviglio, sotto un cielo color dell’orzata. È imponente questa struttura che si distende e si estende in...


Campionati italiani di velocità professionisti, quelli del 1964, il 24 luglio, al Vigorelli. Antonio Maspes contro Sante Gaiardoni. Maspes li aveva già conquistati 11 volte in 14 anni (più due secondi e un terzo posto), Gaiardoni una volta (più tre...


Una caduta sabato durante la Omloop Het Nieuwsblad, un colpo alla schiena, l prime analisi che parlando di una contusione. Poi il dolore che non passa, la necesità di esami più approfonditi e una diagnosi che mette a rischio un'intera...


La natura autentica e selvaggia di Malta, Gozo e Comino rappresenta un’attrattiva di grande fascino per gli amanti degli sport outdoor. Panorami verdeggianti, che si affacciano con viste struggenti sul Mar Mediterraneo, sono attraversati da sentieri percorribili a piedi e...


Si è appena disputato il “Le SAMYN”, in Belgio, una semiclassica nata nel 1968, nella zona dell’Hainaut, provincia della Vallonia che confina con le Fiandre Occidentali e Orientali, del Brabante Fiammingo e di quello Vallone e con la Francia. Regione...


E’ dai tempi di Jukka Vastaranta (prof dal 2003 al 2006) che la Finlandia non sforna giovani interessanti. Una lacuna che Kasper Borremans vorrebbe colmare con la squadra belga Cannibal B Victorious U19 Development Team. Secondo anno da juniores, classe...


Con il mese di marzo la stagione del grande ciclismo su strada entra nel vivo e Northwavenon poteva mancare all’appuntamento con la gara che in pochi anni è riuscita ad affermarsi, secondo molti, come la sesta classica monumento: la Strade Bianche....


Si chiude con la partecipazione al 30esimo Memorial Polese la settimana della formazione Continental del Team Biesse Carrera, che dopo l'ottimo esordio di sabato scorso (doppio podio alla Coppa San Geo e alla Firenze-Empoli) ha vissuto la prestigiosa esperienza al...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi