Il Trofeo Mobility debutta al velodromo Montichiari

| 28/11/2009 | 17:19

Si avvicina l’appuntamento con una manifestazione davvero ricca di motivi di interesse. In effetti il settore Mobility di Volkswagen, in stretta collaborazione con l’A.S.D. Monteclarense e con la collaborazione della locale Amministrazione comunale, organizza il primo Trofeo Mobility, una novità assoluta, resa possibile dall’avveniristica e moderna struttura del nuovo velodromo coperto di Montichiari. Grazie a questo innovativo impianto (un vero e proprio motivo d’orgoglio per l’intera comunità ed un validissimo punto di riferimento per gli amanti della pista) ed alla voglia di fare degli organizzatori si prospetta per sabato 5 dicembre una giornata tutta da gustare, con una avvincente sfida ad invito, riservata agli atleti titolati della Federazione Ciclistica Italiana. Corridori di notevole caratura che verranno suddivisi in diverse categorie e cercheranno di conquistare il montepremi in palio, che mette a disposizione buoni benzina per un totale di 4.000 Euro (rispettivamente 500 euro per il primo classificato, 300 euro per il secondo, 100 Euro per il terzo e per il quarto della graduatoria per le quattro categorie previste). A tal proposito, pur senza voler togliere il piacere della sorpresa, la kermesse su pista di Montichiari prevede due competizioni riservate alle categorie LC1, LC2, LC3 e tandem, con la partecipazione di nomi di assoluta caratura come Borgato, Addesi, Mesiti e Triboli negli LC1, Pittacolo, Colombo, Bargna e Viganò negli LC2 e Macchi, De Vicenzi e Grassi tra gli LC3, mentre nei tandem il pubblico, atteso particolarmente numeroso a questa competizione di indubbio rilievo, potrà seguire equipaggi del calibro di Galli-Di Somma, Borsini-Riccardo, Cervati-Zanotti e Ponzoni-Pizzocri. Questi, comunque, non sono che alcuni nomi di tutti i protagonisti che sono pronti a rendere emozionante e combattuto questo primo Trofeo Mobility, una contesa serrata che prenderà il via alle ore 9,30 con la gara inseguimento, mentre il sempre spettacolare km da fermo inizierà alle ore 15,30. Da segnalare, inoltre, che per tutto il giorno la “guida sicura di Volkswagen” offrirà i corsi di guida ai ragazzi neopatentati nel piazzale antistante il nuovo velodromo di Montichiari.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

L'eritreo Mulu Hailemichael ha vinto a Huye la seconda tappa del Tour du Rwanda. Il portacolori della Nippo Delko Provence, classe 1999, ha preceduto allo sprint il colombiano Restrepo della Androni Giocattoli - Sidermec e l'eritreo Biniam Girmay Hailu, anche...


Un altro podio in stagione e una vittoria sfiorata per l’Androni Giocattoli Sidermec che nella seconda tappa del Tour du Rwanda ha visto chiudere al secondo posto Jhonatan Restrepo. Il colombiano dei campioni d’Italia conferma così il suo brillante inizio...


Sotto il sole degli Emirati, Mauro Vegni divide i suoi pensieri fra la corsa - della quale è direttore - e l'Italia. Stamane, prima della partenza della seconda tappa del Tour, il dirigente del RCS Sport ha spiegato: «La situazione...


Un cambio netto per lasciarsi alle spalle un 2019 avaro di soddisfazioni. Romain Bardet, dopo sette anni in cui si è concentrato esclusivamente sul Tour de France, ha deciso di puntare per la prima volta sul Giro d’Italia. Ecco perché il Tour...


Operazione antidoping dei Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria: fatta luce su una morte sospetta e smantellato un ingente traffico di anabolizzanti in palestre e nelle competizioni sportive; nove le misure cautelari personali, tra cui un forestale, e 20...


«Non è sempre facile essere me, ma i ciclisti... so­no masochisti». La bici è sofferenza, anche se sei un fenomeno. An­che se sei passato professionista a 18 anni e pronti-via hai sorpreso il mondo e te stesso vincendo fior di...


Una settimana di riposo forzato, la conseguente rinuncia alla Volta ao Algarve e poi finalmente Davide Ballerini ha potuto tornare in sella e riprendere ad allenarsi. A conclusione di un allenamento sulle strade svizzere, il portacolori della Deceuninck - Quick-Step...


Alla vigilia della stagione 2020, il BEAT Cycling Club si rafforza con l’arrivo di Stefano Museeuw, 22 anni. Il figlio minore di Johan Museeuw è l'undicesimo corridore della squadra. Non è un segreto che il BEAT Cycling Club intenda utilizzare...


È stata la suggestiva location del Palazzo della Regione Lombardia a fare da sfondo alla presentazione della Ktm Protek Dama, uno dei team lombardi di spicco del panorama del fuori strada. per leggere l'intero articolo e sfogliare la Gallery vai su...


Dal lunedì al sabato si allena come se la domenica potesse correre. Lavori, distanza, scarico, dietro moto. Poi, però, la domenica rimane a casa: niente numero dorsale, niente foglio firma, niente pronti via. Da venti mesi Andrea Innocenti è un...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155