Doping: Gabriele Bosisio positivo all'Epo ricombinante

| 06/10/2009 | 15:19
Gabriele Bosisio è risultato positivo all'Epo ricombinante a un controllo antidoping a sorpresa disposto dall'UCI. Il test per Bosisio (tesserato per la LPR Farnese Vini, il team per il quale correva Danilo Di Luca prima della squalifica) è stato eseguito il 2 settembre a Rogeno, in provincia di Lecco. La positività è stata riscontrata in un campione urinario "mirato", effettuato subito dopo che un controllo ematico ha rivelato, nel quadro del passaporto biologico, che il profilo del corridore suscitava dei dubbi. La pratica è già stata inoltrata ala Procura Antidoping del Coni e Bosisio, naturalmente, ha diritto di chiedere le controanalisi.

Copyright © TBW
COMMENTI
6 ottobre 2009 15:27 vampiro
Non fai in tempo ad aprire un sito ke ban....
La notizia del giorno te la trovi in faccia.

ORA LA Lpr chiudera definitivamente...
e uno nn sapra nulla.

Complimenti a tuttobici...sta volta siete i primi.

la fine
6 ottobre 2009 15:37 ciba
credo che invece di fare i corsi prematrimoniali, debbano fare i corsi ai corridori per come DEVE funzionare il ciclismo oggi, altrimenti è davvero la fine......!!!

6 ottobre 2009 15:38 Gigio
Che delusione .........sempre peggio.

Mah
6 ottobre 2009 15:53 Ruggero
Ci sono dentro tutti,il dubbio è solo nele vedere chi sarà beccato e chi no.

riflessione....
6 ottobre 2009 16:36 Dmz
fintanto che i team menager non capiranno che questi poveri ragazzi,dovranno lasciarli in pace con se stessi e non contenderseli tra società,il ciclismo e mi dispiace andrà sempre più in basso,anche lui era uno che andava piu che regolare
tuto ad un tratto si è messo ad andare troppo forte,le richieste aumentavano e lui sepre più forte.Ecco i risultati........atleti!!!!!!!! ridemenzionatevi e opponetevi..DMZ

....
6 ottobre 2009 16:41 simyco
e se....li cominciassero a radiare???

doping libero
6 ottobre 2009 16:47 claudino
bisogna liberalizzare il doping hai proff, inutile sono tutti uguali poi quello che gli succede cavoli loro,tanto cosi sara sempre peggio tutti vogliono fare i furbi,sono gia magiorenni .

Niente di nuovo...........
6 ottobre 2009 17:01 pilo67
Niente di nuovo sul fronte ciclismo, anzi penso che quelli che vengono beccati siano un'esigua minoranza. Quello che veramente mi sorprende è la "verginità" che continua a mantenere il "Treno di Berna". Chissà quanti "santi in Paradiso" ha....
P. Lottini

Peccato!!
6 ottobre 2009 17:14 wanna
Hai ragione Dtz, questi ragazzi si dopono per poter correre, per vincere e firmare, e quelli puliti hanno difficoltà trovare squadra, è per questo motivo che dovrebbero radiarli a vita, almeno con la paura non si doperebbero, almeno lo spero.
mi dispiace per Bosisio, ma andava troppo forte questi ultimi anni.

SORPRESA....
6 ottobre 2009 17:18 Capitano
SORPRESA...NATURALMENTE, CI SARA' UN COMPLOTTO...UN INGIUSTIZIA..UN ERRORE...MALAFEDE...ACCANIMENTO...E QUANT'ALTRO, E NATURALMENTE IL MEDICO, IL DIRETTORE SPORTIVO, IL MANAGER NON SAPEVA NIENTE...IPOCRITI TUTTI FINCHE NON SI AMETTE CHE COSI VELOCI NON SI PUO' ANDARE UMANAMENTE, FISIOLOGICAMENTE E SCIENTIFICAMENTE, NON CAMBIERA' NULLA E CONVIENE A TUTTI FARE COME GLI STRUZZI....METTERE LA TESTA SOTTO. CORRIDORI RIBELLATEVI SOLO VOI POTETE FARLO CHE MANDATE AVANTI IL CAROZZONE, UNA VOLTA X TUTTE STANNO GIOCANDO CON LE VOSTRE FACCIE CON LE VOSTRE TESTE E SOPRATUTTO CON LA VOSTRA SALUTA VI RENDETE CONTO, LO CAPITE SI O NO ? W IL CICLISMO PULITO E ABASSO IL DOPING. ROBERTO BERLESE

Oh bravo.
6 ottobre 2009 17:23 gluca
Ma che ci voleva tanto a trovare positivo un mezzo corridore come Bosisio? Dall'anonimato del gruppo ad una stagione in maglia rosa, tappe al Giro, corsette varie e poi....l'immancabile convocazione in Nazionale, visto che Di Rocco e Ballerini non si fanno scappare nessuno. Povero ciclismo. Poi in diretta TV al mondiale dobbiamo anche sentir dire al Sig. Martinello che Michele Scarponi è un esempio per i giovani?? Ma lo paghiamo noi con il canone Martinello o anche lui si porta dietro lo sponsor? Il ciclismo è pieno di corridori puliti considerati MEDIOCRI solo perchè non si dopano. Invece sono tutti a fare il filo a corridori ex dopati perchè hanno diritto ad una senconda chanche..e chi non si dopa che diritto ha? Ciclismo svegliati se no è troppo tardi!
Gian Luca!

Italiano
6 ottobre 2009 17:26 slooping
Ancora un Italiano coinvolto..... quello che esce fuori è solo la minima parte!!! Sono tutti compromessi ed escono fuori solo i pesci piccoli!! All'nterno del mondo del ciclismo si è creato un sistema mafioso.......

PER TUTTI
6 ottobre 2009 17:40 Michele
SIGNORI IL PROBLEMA NON E IL LORO MA SE ANCORA NON C'E LI HANNO E DEI LORO FIGLI IL DOPING LI FARA' NASCERE MALFORMATI E QUESTI CORRIDORI A 50 ANNI DOVRANNO FARE I CONTI CON IL TUMORE,POVERACCI PRIMA SI SONO PRESI LE MEDICINE PER VINCE DOPO DEVONO PRENDERE LE MEDICINE PER RIVINCERE SE VOGLIONO CAMPARE ALLORA FANINI HA RAGIONE SU TUTTO
MEDITATE GENTE CHI CI RIMETTE SONO SOLO I GIOVANI,CHE LI ILLUDONO MA TRA QUALCHE TEMPO NON CI SARANNO PIU' SPONSOR E ALLORA CHE LAVORO FARANNO QUESTI
DOMANDA?

il problema e' un'altro
6 ottobre 2009 19:49 vespa
AUGURO a BOSISIO che sia un brutto errore e esca pulito il problema e' che siamo vicini secondo me' a un prodotto CHE COPRE LA CERA...... non ci sono alternative.....LE MEDIE NON CALANO e mai UN GIORNALISTA che lo faccia notare SEMPRE E SOLO CAPACI di fare la morale a chi viene PIZZICATO

aria nuova
6 ottobre 2009 20:10 barubici
finalmente una buona notizia......io fra due anni gli proporrei di fare il direttore sportivo....magari dei giovani......evvai.....

GIRO 2008
6 ottobre 2009 20:19 ale63
MA VOGLIAMO FARLE STE ANALISI DEI CAMPIONI PRELEVATI AL GIRO 2008, SI O NO????? VEDERETE CHE SORPRESINE... A MIO PARERE ANCHE IL TOPO SPAGNOLO (A.C.) CADREBBE NELLA RETE... FORSE PROPRIO PER QUESTO MOTIVO, QUESTE ANALISI NON LE FARANNO MAI! ALE

in difesa di GABRIELE BOSISIO..
6 ottobre 2009 21:43 verdad
cari signori... saro' breve ma molto chiara.. ho letto abbastanza.. quanto basta per capire che siamo quasi nel 2010 e di persone cattive ne esistono fin troppe.. capisco che l ignoranza sia una brutta malattia ma prima di parlare siete pregati di connettere la vostra mente macchiavellica alla bocca... sicuramente nella vostra povera vita non sapete neache cosa voglia dire la parola:FATICA, SACRIFICI, RINUNCe ecco quando scoprirete la zanichelli ci risentiamo qui..

vespa
6 ottobre 2009 22:04 claudino
non siamo vicini a un coprenteper il cera. ci sono dei medicinaali che coprono tutto.state tranquilli non c e un corridore piu onesto di un altro ricordatevelo tutti vogliono arrivare .... per i soldi.

difficoltà
6 ottobre 2009 22:19 rufus
Sinceramente, ormai sono in difficoltà a commentare notizie del genere. Dopo tutto quel che è stato scritto e detto, leggere ancora che ne è stato beccato un altro mi provoca un senso di disgusto. Ovviamente fino a prova contraria, esiste la presunzione di innocenza, e Bosisio ha tutto il diritto di chiedere le controanalisi, ma sappiamo benissimo che si tratta di una impresa persa in partenza. Invece di dire le stesse cose, preferisco chiuderla qui.
Flavio Gibertoni

speranzosa
6 ottobre 2009 23:25 lella
spero si risolva tutto per gabriele bosisio...che sia solo un errore...vedremo con le contro analisi...e a quelli che lo chiamano "mezzo corridore" vorrei dire che di "mezzi corridori" come bosisio ce ne sono davvero pochi..forza gabriele...noi siamo con te

Ascoltiamo Fanini.....
7 ottobre 2009 12:31 roger
Ma vi rendete conto con quale facilità vengono ancora beccati questi ragazzi, nonostante i tempi che corrono in questo sport.......? E' veramente assurdo, vedere queste cose ripetersi ancora ed ancora. Poi, c'è qualcuno che magari si permetterebbe di criticare e infamare Fanini se ha il coraggio di esporsi, di metterci la faccia denunciando un sistema corrotto dedito esclusivamente all'omertà e all'imbroglio. Mi chiedo allora, cosa si dovrebbe fare per tentare una volta per tutte di salvare la credibilità di questo sport? Stare zitti come tanti.......? Troppo sconcertante, secondo me!

per verdad
7 ottobre 2009 13:51 Michele
VOLEVO FARLE DELLE DOMANDE
1 HA UN FIGLIO CHECORRE IN BICI
2 SE SI LO ACCOMPAGNA MAI ALLE GARE
3 STACCA DA LAVORO DOPO IL TURNO DI NOTTE E SI FA 600KM DI MACCHINA SENZA DORMIRE
4 IL SACRIFICIO LO SA CHI LO FA
5 LO SA CHE I GIOVANI SI SONO STANCATI DI VEDERSI SCIPPATI DA DISONESTI
6 MI RISPONDA E POI POSSIAMO PARLARNE
PRENDERE LE DIFESE DI PERSONE E GIUSTO MA DI PERSONE CHE HANNO FATTO USO DI DOPING NON MI SEMBRA CARINO

PER TUTTI
7 ottobre 2009 20:09 Michele
ALTRA NOTIZIA FRESCA
MI RACCOMANDO CONTINUATE A DIFENDERLI E POI GLI DANNO ANCHE IL POSTO DA DS
TRA UN PO PREPARIAMO IL FUNERALE DEL CICLISMO ITALIANO
LO SAPETE QUANTI DANNI STANNO FACENDO QUESTI PRESUNTI ATLETI IN PRIMIS ROVINANO I GIOVANI CHE NON VOGLIONO CONTINUARE E POI TUTTO QUELLE ATTIVITA' CHE GIRANO INTORNO AL CICLISMO
LEGGETE LA NOTIZIA
LEpo: De Bonis positivo al Giro d'Italia

Anche Francesco De Bonis è risultato positivo all'Epo di ultima generazione, il Cera. Il corridore e' risultato non in regola con i valori ad un controllo dell'Uci il 7 maggio 2009, giorno di inizio del Giro d'Italia a Venezia.
De Bonis, che correva per la Diquigiovanni Androni, era già stato sospeso dalla sua squadra a metà giugno quando il suo nome era stato inserito dall’Uci nella lista dei corridori per i quali il passaporto biologico aveva evidenziato delle anomalie

michele
7 ottobre 2009 21:29 claudino
ma di che cosa ti meravigli,ti credi che i campioni anni 60 70 80 90 non sj dopavano se ci credi vai a vedere gioc le bocce .

per claudino
8 ottobre 2009 13:42 Michele
innazitutto lei mi deve dire se fa sport o ciclismo e da quanti anni
e poi se lei ha un figlio che corre
allora ne parliamo del doping io avevo 14 anni e combattevo questa piaga ne ho 45, la mia rivincita me la sto prendendo adesso alcuni di loro che io in gara staccavo,dopo sono diventati fenomeni e ora li hanno presi col sorcio in bocca e aqualificati a vita
come dico io tutti i pettini vengono al nodo
attendo una sua risposta

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

  Ai gesti di solidarietà che si ripetono in questo momento, segnaliamo con piacere quello della Ciclistica San Miniato-S.Croce sull’Arno, società che si occupa da anni dell’attività giovanile sotto la presidenza di Franco Biagini, con un numero elevato di tesserati...


I nostri occhi sono ormai lucidi da troppo tempo e il nostro cuore scosso dal dolore fatica a sopportare questo interminabile stillicidio. Anche oggi piangiamo un amico, un grande componente della famiglia del ciclismo, Paolo Colnago, fratello mite e schivo,...


È ancora ad Abu Dhabi, con Fernando Gaviria. Attendono che qualcuno li vada a riprendere, come del resto altri 250 italiani. Andrea Agostini la prende anche con filosofia, perché il peggio è alle spalle, ma sono pur sempre 43 giorni...


Il mondo del ciclismo si prepara a ripartire, studia un nuovo calendario, riflette e programma. Senza certezze, ovviamente, ma con la consapevolezza che il giorno tanto atteso si avvicina. Lo ha confermato il presidente federale Renato Di Rocco in una...


  Un mosaico di frasi tra confidenze, confessioni, ricordi. Si comincia da Peppino Prisco, avvocato, vicepresidente dell’Inter e alpino nella Divisione Julia, e si finisce con Felice Gimondi passando per Fiorenzo Magni, Imerio Massignan, Franco Balmamion e Arnaldo Pambianco. “Ad...


  Ieri, all’età di 67 anni, ci ha lasciato Giancarlo Ceruti. Colpito da coronavirus e ricoverato all’ospedale di Crema, negli ultimi giorni pareva uscito dalla fase più critica, quando invece, improvvisamente, il Covid-19 ha voluto compiere la sua ennesima e...


Con estremo rammarico, ma con la consapevolezza che la salute è il bene più prezioso, l’AD di Alé, Alessia Piccolo, organizzatore della Alé La Merckx, annuncia che la granfondo internazionale veronese quest’anno non avrà luogo. per leggere l'intero articolo vai...


Alberto Bettiol è fisicamente a Lugano, al tempo del coronavirus, ma il suo cuore e la sua mente sono in Toscana, a Castelfiorentino, dove si trovano i suoi affetti più cari e tanti amici: «Manco dalla Toscana da febbraio, sono...


Alex Zanardi, campione paralimpico, triatleta e due volte Ironman a Cervia lo scorso settembre insieme all’Equipe Enervit in un’avventura fra scienza e sport, ha condiviso in questi giorni un video sulla pagina Facebook Enervitsport.... per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Caro Direttore, con l'imperversare di questo "bastardo" (non voglio chiamarlo per nome, è un maledetto figlio di N.N.) stiamo perdendo pezzi importanti della nostra vita ciclistica. Dire semplicemente "vita" mi pareva riduttivo, giacchè - almeno per il sottoscritto - affiancarci...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155