TOTA 2024. TIBERI: «SONO QUI PER DIMOSTRARE DI MERITARE I GRADI DI CAPITANO AL GIRO»

PROFESSIONISTI | 15/04/2024 | 08:20
di Federico Guido

Sarà uno dei dorsali da tenere maggiormente d’occhio quello di Antonio Tiberi al Tour of the Alps 2024, corsa che, giunta alla sua 47ª edizione, ormai rappresenta uno dei classici e meglio frequentati appuntamenti di avvicinamento al Giro d’Italia.


In programma da oggi a venerdì, l’evento organizzato dal GS Alto Garda con le sue cinque tappe tra Trentino e Tirolo costituisce, da tempo, un test perfetto per valutare e rifinire la condizione in vista del grande appuntamento di maggio, un obiettivo questo in cui l’azzurro della Bahrain-Victorious punta a far bene. Prima però il laziale classe 2001 dovrà misurarsi nei cinque giorni di corsa che porteranno la carovana da Egna a Levico Terme, una prova che, verosimilmente, dirà qualcosa di più sul suo stato di forma e su quello dei suoi rivali per la Corsa Rosa.


Ecco, dunque, cosa ha detto il nome di spicco della formazione bahreinita ai microfoni della stampa.

«Spero, come hanno fatto altri prima di me al Tota, di dimostrare il mio valore da capitano e poi riportare in alto il nome dell’Italia nelle grandi corse a tappe. Ho lavorato bene per prepararmi al Giro d’Italia, questa sarà la prima gara dopo un periodo in altura, la condizione penso sia buona, la motivazione è alta e sicuramente cercherò di fare del mio meglio. Sarà il mio secondo TOTA, dopo quello che ho corso con la Trek. Posso dire che siamo al via con buona squadra con me come capitano e Wout Poels, che ha più esperienza di me e ha sempre qualcosa da insegnare anche in vista del Giro, come co-leader. Il parterre in generale qui è buono, ci sono nomi molto importanti, quindi sarà una bella prova in vista della Corsa Rosa anche perché il percorso, pur con sole cinque tappe, è molto impegnativo. Sicuramente ognuno dovrà dare il meglio fin da subito: ho visto la prima tappa e non mi aspettavo che la salita fosse così impegnativa. Secondo me già da oggi si vedrà qualcosa».

E ancora: «Meglio una tappa o piazzamento sul podio? Penso che la cosa che, in vista del Giro e del fare classifica lì, mi darebbe più morale forse sarebbe un podio nella generale. Il massimo ovviamente sarebbe il podio e una vittoria di tappa. La crono? Quest’anno in inverno ci abbiamo lavorato molto, mi sento molto meglio rispetto alla passata stagione. Quest’anno siamo riusciti a fare il manubrio custom per me e ciò mi dà l’opportunità di avere un feeling migliore con la bici da crono, di sentirla più familiare. A questo proposito, da Tenerife sono andato subito a provare la crono della 14ª tappa del Giro e devo dire che mi piace molto, è veramente veloce, quindi nutro buone speranze di poter guadagnare qualcosa in quella prova. Quando vado alle gare il mio obiettivo è essere migliore in generale, non essere il migliore degli italiani. Quando si gareggia bisogna porsi obiettivi sempre più alti. Perciò, anche se sembra irraggiungibile al momento, il mio è arrivare a essere magari come Pogacar. Ok, sarà anche questione di un dono di natura, però sicuramente uno cerca sempre di dare il 100% di sé stesso per arrivare a ottenere il massimo: questo è quello che voglio fare e che sto facendo».

Copyright © TBW
COMMENTI
Antonio Tiberi,una speranza per il futuro.
15 aprile 2024 11:13 iucciom
Tiberi stiamo in attesa di poter gioire nel vedere confermata la tua crescita e nel vederti protagonista alla corsa rosa.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Inizia l’ultima settimana del Giro d’Italia 2024 dopo la giornata di riposo della carovana a Livigno, con il suo abitato che si sviluppa in lunghezza parallelo all’andamento delle cime che lo contornano. il “piccolo Tibet”, così detto per l’elevata quota...


Seconda vittoria italiana al Tour of Japan 2024 e bis per il JCL Team UKYO: dopo il successo di Malucelli, oggi è arrivata l’affermazione di Giovanni Carboni. Nella tappa con partenza ed arrivo ad Inabe, il 28enne ciclista marchigiano ha...


Dopo lo straordinario spettacolo che ci ha regalato Tadej Pogacar nella tappa di domenica e dopo il secondo giorno di riposo, il Giro d'Italia parte per affrontare la sua ultima settimana. Se la vittoria finale appare saldamente nelle mani del...


Una nuova realtà che unisce scienza e conoscenza, tecnologia ed esperienza, capacità e innovazione e mette tutto al servizio del ciclista, tanto dei campioni quanto dei cicloamatori e di coloro che in bicicletta semplicemente amano pedalare alla scoperta del mondo....


  Il primo ad apparire è Felice Gimondi: maglia Bianchi, mani strette al manubrio, il simbolo della volontà. Dopo di lui – dopo di lui!, dopo! – c’è Eddy Merckx: maglia iridata, braccia al cielo, il gesto del trionfo. Ecco...


Un poco alla volta le notizie su Jonas Vingegaard iniziano ad arrivare. Il due volte vincitore del Tour de France, dopo aver lasciato l’ospedale in Spagna, era tornato in Danimarca a Glyngøre e nelle scorse settimane aveva postato una foto...


In questi giorni le tinte rosa del Giro dominano l’Italia ma Piacenza sta cominciando a colorarsi di giallo Tour. La cittadina emiliana, sede di partenza della terza tappa della Grande Boucle 2024, si sta preparando allo storico evento del prossimo...


“Un giro nel Giro”, il circuito di pedalate amatoriali, dedicato a clienti e appassionati ciclisti, sul percorso del Giro d’Italia organizzato da Banca Mediolanum, da ventidue anni sponsor ufficiale della Maglia Azzurra del Gran Premio della Montagna, è pronto a...


Ci sono novità ai vertici di Specialized: Armin Landgraf è il nuovo CEO in sostituzione di Scott Maguire, che guiderà la nuova divisione di innovazione e tecnologia del marchio. per proseguire nella lettura vai su tuttobicitech.it  


Il Monumento ai Bersaglieri Ciclisti, donato al Comune di Parma dalla sezione Bersaglieri di Parma, è stato inaugurato domenica 19 maggio nel quadrante di verde pubblico attiguo al Parco Ducale recentemente riqualificato a cura del Comune di Parma e ricompreso...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi