MONTECASSIANO. COLPO DI MANO DI TONIOLI CHE SUPERA BURATTI E DE PRETTO GALLERY

DILETTANTI | 19/03/2023 | 16:30
di tuttobiciweb

Nel ciclismo oltre il talento serve tanta forza di volontà come quella espressa durante tutta la gara da Nicholas Tonioli che ha trionfato al 62° Gran Premio San Giuseppe. Il ragazzo ferrarese, in forza alla Cablotech Biotraining Cycling Team, è stato bravo a metà gara ad inserirsi nella fuga decisiva e a non perdersi d’animo anche quando ormai credeva di aver finito tutte le forze. Negli ultimi metri ha stretto i denti e si è avvantaggiato quel tanto che bastava per tenersi dietro Nicolò Buratti, ormai prossimo al professionismo e sempre brillante in terra marchigiana, dove tra l’altro ha vinto nel 2022 il Gran Premio Capodarco, e il vincitore della scorsa edizione Davide De Pretto.


 


Dopo i primi tentativi di allungo la gara è entrata nel vivo alla conclusione del quarto giro quando si è formato in testa un drappello di 9 elementi composto dai favoriti della vigilia: De Pretto e Zamperini della Zalf, guidata in ammiraglia dal ds Filippo Rocchetti, nato e cresciuto proprio a Montecassiano, Buratti e De Cassan del Cycling Team Friuli, Niccoli della Gragnano, Carrò della Aries, Damiano della Rostese, Galimberti e Villa della Biesse-Carrera e il 19enne marchigiano Diego Bracalente, al suo primo anno con lo squadrone bergamasco del Team Colpack. I battistrada sono sempre riusciti a mantenere il gruppo a debita distanza nonostante appena 40 secondi di vantaggio, che in un percorso fatto di continui saliscendi come quello di Montecassiano sono praticamente una sciocchezza. A un giro dal termine Zamperini ha provato ad allungare, ma è subito rientrato nei ranghi, ancora una volta tutto si sarebbe deciso negli ultimi 400 mt, ma anziché scattare De Pretto, per eguagliare Battaglin nell’albo d’oro del San Giuseppe (è l’unico ad averne vinto due edizioni), ci ha provato a sorpresa Tonioli. Gli avversari credevano che lo avrebbero ripreso più avanti ed invece il romagnolo ha saputo tenergli testa vincendo di mezza ruota su Buratti e lo stesso De Pretto.

 

“Stento ancora a crederci, tanta è la gioia per questa vittoria – ha detto all’arrivo Tonioli – non riesco a realizzare di aver vinto a Montecassiano. Avevo finito le energie, sono andato avanti solo per forza di volontà, ci ho creduto tanto, non potevo chiedere di più, vincere davanti ad avversari così forti è una grandissima soddisfazione”.

 

Il Gran Premio San Giuseppe non finisce mai di stupire con un arrivo al cardiopalma dove Tonioli si è imposto sui più quotati avversarsi che hanno pensato solo a controllarsi tra loro piuttosto che a scattare per diventare protagonisti di una corsa considerata la Milano-Sanremo dei dilettanti.

 

Soddisfatti gli organizzatori del Velo Club Montecassiano, capitanati dal presidente Enrico Bravi, che hanno saputo allestire una gara di grande prestigio e richiamo grazie al forte sostegno degli sponsor e dei tanti volontari e appassionati di Montecassiano. La città ha accolto calorosamente la numerosa carovana che ha rallegrato la festa del santo patrono regalando una grande giornata di sport.

 

ORDINE D'ARRIVO

1. Tonioli Nicholas (Cablotech Biotraning) 162 km alla media di 41,9 KM/h

2. Buratti Nicolò (CTF)

3. De Pretto Davide (Zalf Euromobil Desiree Fior)

4. Villa Giacomo (Biesse Carrera)

5. Carrò Simone (Aries Cycling) a 2"

6. De Cassan Davide (CTF)

7.Bracalente Diego (Colpack Ballan)

8. Galimberti Lorenzo (Biesse Carrera)

9.D'Amato Andrea (Biesse Carrera)

10. Parravano Francesco (Aran Cucine)

Copyright © TBW
COMMENTI
A TUTTO C'E' UNA SPIEGAZIONE
19 marzo 2023 18:57 PIZZACICLISTA
Ora capisco perchè abbiamo tanta miseria . Se vince un ragazzo che paga per correre si compra la bici e lavora tutti i giorni vuol dire che le societa di valore vincono proprio quello che non serve a nulla meditate ....meditate

Effettivamente
19 marzo 2023 20:07 Beffa195
Siamo messi malino…..purtroppo tanto fumo e poco arrosto

CTF inguardabili
19 marzo 2023 22:32 Pappaleo
Quelli della Ctf hanno corso molti male...nessuno si è sacrificato...in più dalle immagini televisive si vede benissimo che 3 compagni in fuga e un compagno che tira nel gruppo!!!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Buone notizie per Jonas Vingegaard: il ventisettenne danese, coinvolto nella bruttissima caduta nella quarta tappa del Giro dei Paesi Baschi, è stato finalmente autorizzato a lasciare l'ospedale di Vitoria. Il due volte vincitore del Tour de France è rimasto ricoverato...


Ancora un caso di problemi cardiaci che portano all'interruzione di una giovane carriera. A postare il messaggio è la SD Worx-Protime, la squadra numero uno del mondo, che annuncia lo stop per Anna Shackley, ciclista britannica, classe 2001. Ecco il...


Una domenica a tutto ciclismo, quella che ci attende il 21 aprile con il Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana con la regia organizzativa del Pedale Casalese Armofer del presidente Mario Massimini e del general manager Luca Colombo che...


Segnatelo in agenda con il circolino rosso: quello di domenica 21 in diretta su tuttobiciweb è un papuntamento di quelli da non mancare. Il clou della giornata dedicata al Bikefestival Lodigiano che si svolgerà a Graffignana sarà il 4° Memorial...


A Vinitaly si parla come sempre anche di promozione enogastronomica, territorio e sport. Allo stand Astoria Wines ieri si è tenuto l’appuntamento oramai fisso con l’apertura della prima bottiglia ufficiale del Giro d’Italia di ciclismo, che i vini della cantina...


Alessandro Vanotti è pronto ad affrontare una nuova corsa. Stavolta non in sella ma nel segreto dell’urna. Il 43enne ex professionista lombardo, infatti, sarà candidato alla poltrona di sindaco della sua Almenno San Salvatore, in provincia di Bergamo. Vanotti guida...


L'emozione di correre sulle strade di casa si è trasformata in una serie di problemi per il Team DSM firmenich PostNL al termine della Amstel Gold Race: Oscar Onley e Warren Barguil sono stati costretti al ritiro e per loro...


Il Giro d’Italia si prepara a tornare sul Muro di Ca’ del Poggio e a San Pietro di Feletto c’è chi sta progettando una grande festa rosa che rinnovi il ricordo di due anni fa, quando ventimila persone applaudirono il...


Una scelta di campo precisa, per inseguire l'obiettivo di approdare con entrambi i team al WorldTour nel 2026. Sono giorno importanti, questi, in seno al Team Uno-X Mobility che ha deciso di chiudere il suo Devo Team ma non di...


Immaginate il ciclismo italiano tutto seduto all’interno di un’aula e di sentire tutte le mattine, al momento dell’appello, una voce che risponde “assente” praticamente dall’inizio dell’anno. Ed è una delle assenze che in assoluto si notano di più perché il...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi