MONDIALI. BENNATI HA SCELTO I 10 AZZURRI: «BETTIOL E TRENTIN I PILASTRI, BAGIOLI IN CRESCITA»

NAZIONALE | 12/09/2022 | 16:36

Daniele Bennati ha voluto attendere le gare in Canada prima di scegliere i 10 che voleranno in Australia e dai quali usciranno i titolari per la prova in linea di domenica 25 settembre. Ha potuto così ammirare un Andrea Bagioli pronto e reattivo e un Alberto Bettiol in crescita di condizione: Direi che abbiamo Bettiol e Trentin come pilastri e Bagioli in netta crescita” ha commentato il tecnico toscano al termine del GP del Canada.


Il gruppo disegnato dal CT azzurro punta soprattutto sulla freschezza di atleti già protagonisti tra gli U23 come Battistella, Bagioli e Zana. Dentro anche due cronomen come Affini e Sobrero, da tempo ai vertici internazionali nelle prove contro il tempo. Se dovessero essere schierati nella prova in linea farebbero il loro esordio ad un mondiale strada. Una scelta, questa del tecnico azzurro, che ha una esatta valenza legata al percorso australiano. E poi ci sono gli uomini esperienza, quelli in grado di pilotare la squadra nei momenti decisivi. I capitani o tecnici in corsa: Matteo Trentin, campione europeo nel 2018 e vice campione del mondo nel 2019, e Alberto Bettiol. Per loro un ruolo simile a quello che lo stesso Bennati ha occupato spesso in corsa: “Non siamo favoriti – ha ricordato il ct nell’indicare la rosa – ma è una formazione imprevedibile, con atleti che quando hanno vestito la maglia azzurra hanno spesso fatto bene.” Ricordiamo, per esempio, le vittorie europee di Affini nelle categorie minori, il titolo mondiale U23 di Battistella nel 2019, oltre alle già citate prestazioni di Matteo Trentin in Maglia Azzurra.


Bennati partirà con parte della squadra il 16 settembre da Milano. Per indicare le riserve c’è tempo: “Farò le valutazioni dopo gli allenamenti in loco. Sono certo che i ragazzi daranno il massimo e onoreranno la Maglia, come è sempre stato per le nazionali italiane di ciclismo”.

Azzurri convocati

Affini Edoardo (Jumbo Visma)
Ballerini Davide (Quick Step Alpha Vynil)
Bagioli Andrea (Quick Step Alpha Vynil)
Battistella Samuele (Astana Qazaqstan)
Bettiol Alberto (EF Education Easypost)
Conci Nicola (Alpecin Deceuninck Development)
Rota Lorenzo (Intermarché Wanty Gobert)
Sobrero Matteo (Bike Exchange Jayco)
Trentin Matteo (UAE Emirates)
Zana Filippo (Bardiani CSF Faizanè)

da Federciclismo.it

Copyright © TBW
COMMENTI
da quello
12 settembre 2022 18:41 Line
che si e visto, bagioli deve avere i gradi di capitano dopo la gara di ieri .... forza italia

con quello che passa il convento...
12 settembre 2022 18:57 canepari
meglio di così è difficile.
Ci aspettiamo qualche scatto d'orgoglio.

Strategie
12 settembre 2022 20:15 Bosc79
L ' importante è avere una strategia sensata..... visto l europeo passato sarebbe già un successo!!

Speriamo che il circuito sia davvero facile
12 settembre 2022 23:25 pickett
La squadra é obiettivamente debolissima,su un circuito impegnativo si scioglierebbe come neve al sole.Mi meraviglia la mancata convocazione di Masnada,che dovrebbe essere uscito bene dalla Vuelta.

Mondiale
13 settembre 2022 07:10 Luigi Rossignoli
Masnada,Coleoni,Piccolo,Ganna poi non capisco perché ……..
Luigi

Piccolo
13 settembre 2022 08:52 GianEnri
Non ho mai scritto un commento in merito alle convocazioni degli azzurri ai mondiali, ma quest'anno essendo in pensione e avendo visto quasi tutte le corse in tv mi permetto anche io di esprimere il mio modesto parere di essere sorpreso della mancanza di Andrea Piccolo che in questo ultimi mesi prima con la Drone Hopper e poi con la EF ha dimostrato di avere doti di alta qualità.

percorso
13 settembre 2022 10:29 fransoli
sono poco meno di 4000 metri di dislivello, che non somo proprio pochi, anche se le salite del circuito finale non sono durissime... sulla carta potrebbe venire fuori un mondiale tipo quello dello scorso anno e il percorso, selettivo ma non troppo, secondo me si adatta bene alle caratteristiche di quel che passa il convento azzurro. Fermo restando che solo Bennati conosce le condizioni dei ciclisti, ad esempio Masnada alla Vuelta era anche caduto e non so come ne è uscito, le convocazioni lasciano comunque qualche dubbio, ad esempio Piccolo sembrava certamente in ottima forma, mentre Zana dopo il campionato italiano cosa ha fatto?, e poi i passistoni tipo Affini e Sobrero, ma dobbiamo essere noi a controllare la corsa visto che non siamo certo favoriti e non abbiamo neanche una ruota veloce per giocarci lo sprint in un gruppo numeroso? Mah...

cronometro
13 settembre 2022 10:43 fransoli
vedo che nelle prove a cronometro si continuano a proporre distanze a capocchia... 34,2 km si per uomini che per donne elite (va da se che 34 chilometri per le donne sono certamente più selettivi rispetto a 34 chilometri per gli uomini)... solo 5,4 km in più rispetto a U23 e juniores maschili (28,8 km per entrambe le categorie)... evidentemente i percorsi sono quelli e spostare partenze e arrivi richiede troppo tempo e soldi.. però così è una baracconata

Ganna?
13 settembre 2022 11:19 Leonk80
il fatto che corra la crono 6 giorni prima non è una spiegazione sufficiente per non correre la prova in linea. e nemmeno che corra la crono mista. a meno che non sia in forma per una grande chilometraggio. Comunque una spiegazione andrebbe data visto che è un bicampione del mondo.

EF
13 settembre 2022 12:03 Bosc79
secondo il mio punto di vista la non convocazione di Piccolo è causa della possibile retrocessione della squadra......il dubbio resta sulla forma di Bettiol lasciato libero per la convocazione ai mondiali......

Andrea Piccolo
13 settembre 2022 13:43 alberto
Il ragazzo non era stato preso in considerazione nemmeno nella rappresentanza azzurra comprensiva di altri ex Gazprom nelle gare in cui la nazionale ha potuto partecipare da marzo in poi, senza entrare nel merito, sarebbe curioso conoscerne i motivi.

fransoli
13 settembre 2022 14:24 alerossi
se attualmente le cronometro durante tutto l'anno arrivano a fatica a 30Km, perchè il mondiale dovrebbe essere da 50 come gli anni passati? quando anche nei gt arrivavano a 50Km aveva senso, ora non più.

Un dubbio
13 settembre 2022 15:37 pickett
Questo tal Conci non é per caso parente di Bennati?Perché altrimenti la sua convocazione al posto di Masnada non si spiegherebbe.Mi pare che di corridori capaci di arrivare secondi al Giro di Lombardia non ne abbiamo tanti.Bennati parte decisamente col piede sbagliato.

alerossi
13 settembre 2022 16:46 fransoli
non dico affatto che dovrebbe essere di 50 chilometri, ma che ha poco senso proporre uguale distanza per uomini e donne con soli 5,4 chilometri di differanza con gli juniores! Va bene fare i 34 chilometri allora fanne fare 25 alle donne e agli under e 18 agli juonieres... 28 chilometri di cronometro per gli juniores penso siano una distanza monstre per la categoria!.. se quello che tu dici per la crono elite è giusto, lo stesso vale per le categorie inferiori, ma quando mai gli juniores fanno una cronometro di 28 chilometri in stagione?

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Qualcuno lo ha definito il nuovo Cannibale, perché non ha lasciato vittorie a nessuno. Lo sloveno domenica a Nizza salirà sul podio del vincitore e per lui questo sarà il terzo successo finale al Tour de France. «Quando Simon Yates,...


L'ultima tappa in linea della Grande Boucle numero 111 ha caratteristiche che ricordano quelle di ieri - chilometraggio contenuto e ben quattro gpm - anche se non si toccano i picchi altimetri del Vars e del Col de la Bonette....


Raffica di statistiche sulla diciannovesima tappa del Tour de France, redatte da Michele Merlino e dall'NTT Daily Stat. 15: POGACAR EGUAGLIA CAVENDISH E SUPERA MERCKX Con la 15ª vittoria di tappa, Tadej Pogacar raggiunge Freddy Maertens al 12º posto della...


Due ore dopo le donne, sabato 27 luglio sullo stesso identico percorso verranno assegnate le medaglie della crono individuale maschile. Ricordiamo che il tracciato misura 32, 4 chilometri, parte e termina nel cuore di Parigi ed è completamente pianeggiante, destinato...


Sarà la prima medaglia in assoluto per il ciclismo ai Giochi Olimpici di Parigi 2024: la cronometro su strada femminile aprirà la corsa all'oro per il mondo delle due ruote. L'appuntamento è fissato per sabato 27 luglio alle 14.30: per...


Chi pensava o sognava l’impresa impossibile, affermando che il Tour era ancora aperto è servito. Che oggi Tadej Pogacar arrivasse solo era una sentenza già scritta. Infermabile. Imbattibile. Però sentiamo se anche Mario Cipollini è dello stesso parere. Cipo, che...


La Status 2 di Specialized non è una bici comune. Anche se riceve lo stesso livello di ingegneria delle nostre Stumpjumper o Epic,  la differenza sta nella sua intenzione. Progettata per essere semplice e pronta a tutto, la Status 2 offre prestazioni eccezionali...


Dopo il terzo posto conquistato ieri da Rachele Barbieri al termine della prima tappa in linea, le atlete italiane continuano ad essere protagoniste del Baloise Ladies Tour. Sul traguardo di Zulte, dove si è conclusa la tappa odierna, Sara Fiorin...


Matteo Jorgenson e Wilco Kelderman hanno avuto il via libera dalla squadra per andare a conquistare la tappa, ma di fronte ad uno straordinario Tadej Pogacar, i loro piani sono saltati nel finale. Lo statunitense della Visma-Lease a Bike fino...


Tadej POGACAR. 10 e lode. Incontenibile e impareggiabile Tadej. Luce abbacinante di un Tour e di un ciclismo sublime che lui sa sublimare come nessuno. Lassù dove osano le aquile, questo ragazzo con il ciuffetto e il sorriso di chi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi