SAN SEBASTIAN. IMPRESSIONANTE CAPOLAVORO DI REMCO EVENEPOEL

PROFESSIONISTI | 30/07/2022 | 17:16
di Paolo Broggi

Signori, tutti in piedi! Bisogna applaudire Remco Evenepoel e l'ennesimo numero che ci ha regalato alla Clasica San Sebastian, evidentemente una classica che lo ispira più di ogni altra, almeno per ora. Il talento belga della Quick Step Alpha Vynil è partito all'attacco a 45 chilometri sulla penultima salita di giornata, alla sua ruota ha provato a resistere il solo Simon Yates, ma anche il britannico ha dovuto arrendersi. E per Evenepoel è stato un lungo volo solitario verso il trionfo con un ultimo chilometro trascorso ad esultare, a chiamare il boato del pubblico, ad esprimete tutta la sua gioia.


LA CORSA. La fuga di giornata è stata promossa da Tusveld, Boaro, Jousseaume, Barrenetxea, Casper Pedersen, Cabedo, Azurmendi, Elacroix ed Eugenio Sanchez, ma la loro azione è stata annullata già a 66 km dalla conclusone dalla Quick Step Alpha Vynil. A 62 km sullo Jaizkibel due momenti che indirizzano la corsa: finisce la corsa di Pogacar che si rialza e si arrende e poco dopo cade Joao Almeida nella discesa, come dire che la UAE esce di scena inaspettatamente.


Poco dopo l'attacco di Evenepol, la resistenza di Yates, dietro di lui il ritorno di Sivakov e Rodriguez della Ineos, di Benoot della Jumbo Visma e di Mollema della Trek Segafredo. Chilometro dopo chilometro il vantaggio di Evenepoel è andato aumentando, mentre i due giovani della Ineos Grenadiers si sono lanciati al suo inseguimento staccando i rivali.

Sull'ultima salita, si sono rimescolate le carte dietro Evenepoel: Sivakov è rimasto solo ed è arrivato secondo, Benoot ha chiuso al terzo posto, volata per la quarta piazza con Mollema davanti a Carlos Rodriguez e poi ancora più staccato Simon Yates sesto.

ORDINE D'ARRIVO

1    BEL    Remco EVENEPOEL    Quick-Step Alpha Vinyl    5h31'44"
2    FRA    Pavel SIVAKOV    INEOS Grenadiers    + 1'58"
3    BEL    Tiesj BENOOT    Jumbo-Visma    + 2'31"
4    NED    Bauke MOLLEMA    Trek-Segafredo    + 3'11"
5    ESP    Carlos RODRIGUEZ    INEOS Grenadiers    m.t.
6    GBR    Simon YATES    Team BikeExchange-Jayco    + 3'28"
7    LET    Toms SKUJINS    Trek-Segafredo    + 4'09"
8    DAN    Mattias SKJELMOSE JENSEN    Trek-Segafredo    m.t.
9    COL    Rigoberto URAN    EF Education-EasyPost    m.t.
10    ITA    Lorenzo ROTA    Intermarche-Wanty-Gobert Materiaux    m.t.
11    ESP    Roger ADRIA    Equipo Kern Pharma    m.t.
12    FRA    Rudy MOLARD    Groupama-FDJ    m.t.
13    NZL    George BENNETT    UAE Team Emirates    m.t.
14    FRA    Clement BERTHET    AG2R Citroen    m.t.
15    AFS    Stefan DE BOD    Astana Qazaqstan Team    m.t.
16    ESP    Jonathan LASTRA    Caja Rural-Seguros RGA    m.t.
17    ESP    Joel NICOLAU    Caja Rural-Seguros RGA    m.t.
18    FRA    Guillaume MARTIN    Cofidis    m.t.
19    ESP    Antonio PEDRERO    Movistar    m.t.
20    COL    Esteban CHAVES    EF Education-EasyPost    m.t.
21    ITA    Vincenzo NIBALI    Astana Qazaqstan    m.t.

Copyright © TBW
COMMENTI
Evenepoel
30 luglio 2022 17:48 fransoli
Ha cominciato a fare tra gli elite quello che faceva tra gli juniores... La Vuelta, che ha preparato per vincere (e second me parte da favorito), sarà il banco di prova per le 3 settimane.. dopodiché probabibilmente metterà d'accordo Pogacar, Vingegaard e compagnia. Non scatta, va solo di progressione levandoli tutti di ruota, motore impressionante. Unico aspetto da verificare, come detto, la tenuta sulle 3 settimane.

pogacar
30 luglio 2022 19:15 alerossi
qualcuno spieghi le sue scelte totalmente incomprensibili. decide di saltare la vuelta perchè affaticato dopo il tour, ma corre una settimana dopo rimediando una figuraccia.
evenepoel è corridore da classiche e lo sta dimostrando, sarà dura far classifica alla vuelta.

Evenepoel
30 luglio 2022 19:30 fido113
Perfettamente d'accordo, se tiene alla Vuelta saranno problemi grossi per tutti e da subito.
Il duello Pogacar Vingegard è già alle spalle questa metterà tutti d'accordo.

fransoli
30 luglio 2022 19:43 Bicio2702
Esamina impeccabile. Già si vedevano dei cedimenti nella prima settimana delle piccole corse a tappe, ma lì si partiva in tromba subito con salite al secondo terzo giorno. Vediamo alla Vuelta se saprà gestirsi o farà il cavallo pazzo.
Spettacolo garantito...

Fransoli
30 luglio 2022 20:05 Ale1960
Sicuramente un'altra stella di prima grandezza in questa generazione fantastica, ma per i grandi giri non lo vedo proprio. Soffre molto le grandi salite, non ha lo scatto dello scalatore. Comunque sia, in linea , ne vincerà tante.

non lo so....
30 luglio 2022 20:40 maxlrose
Dopo le tappe di VDP al giro e lo spettacolo dei tre fenomeni al tour,queste vittorie in progressione,per carità ,lodevolissime per forza e prepotenza,sembrano tornare ad un ciclismo banale e poco appassionante. Spero di sbagliarmi e che il campioncino belga dia spettacolo alla Vuelta,dove anche seconde me ,parte favorito

alerossi
30 luglio 2022 23:43 fransoli
le scelte sono incomprensibili per chi non le vuol comprendere e tu non le vuoi comprendere essendoti fissato con la Vuelta da stanco,... Pogacar come lo scorso anno lo rivedremo sui suoi standard per le ultime gare della stagione, mondiale e Lombardia (vinto senza passare dalla Vuelta)

Sensazione
31 luglio 2022 01:23 pickett
Pogacar ha toccato il vertice della sua carriera,ed é già in calando.L'età importa poco:c'é chi raggiunge lo zenit dopo due o tre anni di professionismo e poi inizia subito a calare.Di esempi ne abbiamo avuti tantissimi.Di Tour credo che non ne vincerà più,non aspetti troppo a puntare sul Giro,altrimenti non sarà + in grado di vincere neanche quello.

pickett
31 luglio 2022 13:19 Bicio2702
Mi chiedo come tu possa trarre un simile giudizio su Pogacar di 22anni, descritto anche dallo stesso Evenepoel come il corridore migliore del mondo.
Mah !

Ne abbiamo visti tanti...
31 luglio 2022 15:47 pickett
La mia é una sensazione,non una certezza.Di anni ,a dire il vero ne compirà 24 a settembre.Ma l'età conta relativamente.Pogacar é al 4° anno,e ha corso troppo.Quanti ne abbiamo visti che dopo il 4° anno,ma anche prima,erano già in declino,+ o meno rapido?(Alcuni scomparsi del tutto)Staremo a vedere.Di certo,al Tour non é stato battuto,é stato strabattuto.Anche se vogliono farci credere che chi arriva secondo sia + forte di chi arriva primo!

pickett
31 luglio 2022 18:35 alerossi
potresti aver ragione a patto che resti in UAE, e il contratto è a lungo termine. la uae è una delle peggiori squadre dal punto di vista di gestione e programmazione dei corridori. se vuole continuare a vincere pogacar deve andare alla ineos. dove è finito gaviria? ackermann, trentin, hirschi? bjerg mai visto a crono dopo aver vinto 3 volte il mondiale u23, ardila chi sa chi è?. per non parlare di aru, rovinato dalla uae.

pickett
1 agosto 2022 11:53 Bosc79
pickett ma le tue sensazioni sono basate su cosa? Forse hai visto un tour diverso.....mahhh . Se mi dici di Vingegaard potrei essere d'accordo visto il suo fisico tirato come un violino..... per essere gentile.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Si è tenuto a Riccione, nei giorni 26 e 27 novembre, il nono Consiglio federale 2022 (in concomitanza con il convegno nazionale dal titolo ‘La sicurezza nelle gare ciclistiche - Confronto fra Direttori di Corsa e Giudici di...


Non tutti i ciclisti hanno la fortuna di abitare nelle zone temperate dell'Europa, ma tutti hanno l'obbligo di inizare la loro preparazione. E cosi Rein Taaramäe e Madis Mihkels fanno di necesità virtù e nella loro Estonia pedalano nella neve....


Mentre in Italia aspettiamo l'annuncio del Grand Départ del Tour de France 2024 nel nostro Paese, gli uomini della ASO sono già impegnati nello studio di un progetto ancora più affascinante: la partenza dal Canada nel 2030. Stephane Boury, responsabile...


L’Auditorium Capretti dell’Istituto Artigianelli di Brescia è tornato a riempirsi di giovani ciclisti come non capitava dai tempi prepandemia in occasione delle premiazioni della Federciclismo provinciale. Tanti ragazzi e ragazze, vincitori nel corso della stagione dei campionati provinciali nelle...


Christian Scaroni, che è approdato alla Astana Qazaqstan Team alla fine di luglio 2022, ha firmato un contratto con il team kazako per la prossima stagione e disputerà così la sua prima stagione completa in un team di WorldTour. "La...


Mathieu van der Poel non si accontenta della vittoria e, dopo il successo ieri nella Coppa del Mondo di  Hulst, appare critico verso se stesso, convinto di aver commesso almeno una decina di errori. Per van der Poel la gara di...


Il Campione del Mondo Tom Pidcock ieri nella tappa di Coppa del Mondo a Hulst si è dovuto arrendere alla supremazia di Mathieu Van der Poel. L’olandese dell’Alpecin-Deceuninck ha fatto il suo esordio stagionale nel ciclocross ed ha subito conquistato...


Sono settimane intense per Rachele Barbieri, scandite da corse in aeroporto, voli aerei e gare in pista. La 25enne modenese tesserata per Liv Racing Xstra e Fiamme Oro è infatti impegnata nelle prove di UCI Track Champions League e proprio...


Tutto prende il via da una domandina come questa: si è accorto qualcuno che non è stato detto quanti soldi ha guadagnato Filippo Ganna con la sua impresa? Lasciamo per ora la domandina da parte. Lunga premessa, adesso, e pazienza...


Vittoria lancia ufficialmente il programma per il riciclo di pneumatici e camere d’aria da bici fuori uso che coinvolge i negozi di ciclismo in Italia, un programma che ci fa capire quanto il marchio di Brembate sia impegnato in ottica di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach