GIRO D'ITALIA. GRANDE NUMERO DI SANTIAGO BUITRAGO, I TRE GRANDI SONO SEMPRE LI'. VIDEO

GIRO D'ITALIA | 25/05/2022 | 17:13
di Giorgia Monguzzi

E' proprio vero che da una caduta l'importante è risalire e bisogna dire che Santiago Buitrago ha interpretato questo detto alla perfezione in una giornata che per lui non era iniziata certo nel migliore dei modi. Una caduta durante la discesa da Giovo aveva fatto pensare al peggiore dei finali, ma il colombiano del team Bahrain Victorious è diventato protagonista di una tappa che ha voluto a tutti i costi. Solo qualche giorno fa era stato secondo a Cogne dietro Giulio Ciccone, ma ha voluto riprovarci dimostrando di avere il coraggio di un leone e di essere sicuramente il più forte tra gli uomini della fuga di giornata. Per lui a fare la differenza è stata la salita finale di Menador dove è andato a ripredere Leemreize, secondo poi al traguardo davanti a Jan Hirt.


Tra i big, la lotta è scoppiata sulla salita del Menador con Landa che ha attaccato e si è portato via solo Carapaz e Hindley, con landa che ha ceduto qualche secondo nella volata finale mentre Almeida è stato costretto a pagare dazio e ha perso più di un minuto. Più lontano Nibali. Nella generale Carapaz resta in rosa con 3" di vantaggio su Hindley e 1'05" su Landa con Almeida ora a 1'54".


LA CORSA. Non ci hanno concesso nemmeno un attimo di respiro i 168 km da Ponte di Legno a Lavarone che prevedevano ben tre salite di cui due gpm di prima categoria. Dopo le grandi fatiche di ieri i corridori hanno dovuto vedersela con una frazione ugualmente impegnativa e che è stata inagurata da un tremendo acquazzone che non ha di certo migliorato la situazione. Si è partita a tutta con la scalata verso il Passo del Tonale (in questo caso non classificato come gpm) che ha decretato la formazione di un folto gruppo di 23  attaccanti: Felix Gall, Nicolas Prodhomme (AG2R Citroën), Santiago Buitrago (Bahrain Victorious), Luca Covili e Filippo Zana (Bardiani CSF Faizanè), Mathieu Van der Poel (Alpecin Fenix), Guillaume Martin (Cofidis), SImone Ravanelli (Drone Hopper Androni), Hugh Carthy, Di. Camargo Pineda (EF Education), Lorenzo Fortunato (Eolo Kometa), Attila Valter (Groupama Fdj), Jan Hirt e Rein Taaramae (Intermarche Wanty Gobert), Koen Bouwman, Gijs Leemreize e Sam Oomen (Jumbo Visma), Antonio Pedrero (Movistar), Mauri Vansevenant (Quick Step), Damien Howson (BikeExchange Jayco), Thymen Arensman (Team DSM), Giulio Ciccone (Trek Segafredo) e Alessandro Covi (Uae Emitates). A loro, dopo un bell'inseguimento, si sono uniti Diego Rosa della Eolo Kometa e David de la Cruz della Astana Qazaqstan. I 25 sono arrivati ad avere fino a 6'25" sul gruppo. 

Il gruppo scoppia subito dopo la discesa di Giovo quando davanti, sotto l'impulso di Mathieu Van der Poel si forma un gruppetto di quattro atleti composto, oltre che dal fortissimo ciclocrossista olandese anche da Guillaume Martin, Felix Gall ed Alessandro Covi. Sono proprio loro ad iniziare la scalata verso il passo del Vetriolo con poco meno di un minuto di vantaggio sul gruppo degli inseguitori che presto perde sempre più componenti. Tra i controattaccanti Hugh Carthy, Santiago Buitrago , Koen Bouwman e Gijs Leemreize sono i più attivi e fanno un lavoro incredibile per riportarsi sulla testa della corsa da cui intanto perde contatto Alessandro Covi. Intanto nel gruppo maglia rosa il team Bahrein fa un lavoro incredibile mettendo fuori gioco molti dei diretti avversari di Mikel Landa. 

Appena subito dopo lo scollinamento del passo del Vetriolo Leemreize si lancia in discesa, solo Van der Poel, intrepido si lancia al suo inseguimento senza paura di prendersi anche qualche rischio. Per i due olandesi è una discesa folle che li porta ad accumulare un bottino di 1 minuto di vantaggio sui loro diretti inseguitori all'attacco della salita del Menador.

Mathieu Van Der Poel sembra proprio scatenato, sulle rampe dell'ultima salita di giornata stacca il compagno di avventura e con passo regolare sembra poter resistere a tutto. A circa 11 km dal traguardo però il fuoriclasse olandese crolla e viene superato da Leemreize che rimane solo al comando. Intanto poco più indietro Buitrago ha staccato tutti quanti e a doppia velocità sta letteralmente disintegrando il ritarod che aveva accumulato. L'aggancio avviene poco prima del gpm a circa 8,5 km dal traguardo ed in un amen il colombiano diventa imprendibile. Trionferà sul traguardo Porpio davanti a Lemmreize e Hirt.

Nel gruppo maglia rosa ritorna la sfida diretta tra Carapaz, Hindley e Landa. Grazie al lavoro di Richie Porte (team Ineos) e di Wout Poels, riescono a far fouri uno ad uno tutti gli altri pretendenti alla generale, compreso Joao Almeida che è costretto ad alzare bandiera bianca proprio nei chilometri finali di gara rimediando poi oltre 1 minuto di ritardo. Nemmeno oggi in salita ci sono scintille vere tra quelli che sono ormai diventati i tre più forti in gruppo, c'è la sensazione che le forze si equivalgano o che ci si un'attesa infinita nei confronti delle mosse dell'avverario. I veri distacchi si giocano, anche questa volta, sul finale, quando Carapaz scatta negli ultimi metri, seguito a ruota da Hindley e rifilando 6" a Landa che nel frattempo risale in terza posizione nella generale.

Nella tappa che non ci ha regalato un attimo di respiro, Santiago Buitrago ha raggiunto la vittoria più importante della sua carriera e vista la giovane età si candida ad essere l'ennesimo colombiano da tenere sotto controllo quando la strada inizia a salire. Richard Carapaz conferma la rosa con soli 3" su Jai Hindley e 1'05" su Mike Landa ed ora c'è sempre più attesa per le salite finali del Giro. Domani per gli uomini di classifica sarà tempo di tirare un attimo il fiato, sono previsti 152 km da Borgo Valsugana a Treviso, una frazione adattissima alle ruote veloci e con soli due gpm, entrambi di quarta categoria. 

per rileggere la cronaca diretta dell'intera tappa CLICCA QUI

ORDINE D'ARRIVO

1     Buitrago Santiago         Bahrain Victorious     04:27:41    
2     Leemreize Gijs         Jumbo-Visma     + 35    
3     Hirt Jan         Intermarché-Wanty-Gobert     + 02:28    
4     Carthy Hugh         EF Education-EasyPost     + 02:28    
5     Carapaz Richard         INEOS Grenadiers     + 02:53    
6     Hindley Jai         BORA-hansgrohe     + 02:53    
7     Vansevenant Mauri         Quick-Step Alpha Vinyl Team     + 02:57    
8     Bouwman Koen         Jumbo-Visma     + 02:59    
9     Martin Guillaume         Cofidis     + 02:59    
10     Landa Mikel         Bahrain Victorious     + 02:59    
11     Gall Felix         AG2R Citroën Team     + 03:02    
12     van der Poel Mathieu         Alpecin-Fenix     + 03:06    
13     Poels Wout         Bahrain Victorious     + 03:23    
14     Almeida Joao         UAE Team Emirates     + 04:03    
15     Valter Attila         Groupama-FDJ     + 04:54    
16     Fortunato Lorenzo         EOLO-Kometa Cycling Team     + 04:56    
17     Nibali Vincenzo         Astana Qazaqstan Team     + 05:01    
18     Kelderman Wilco         BORA-hansgrohe     + 05:20    
19     Buchmann Emanuel         BORA-hansgrohe     + 05:21    
20     Bilbao Pello         Bahrain Victorious     + 05:21    
21     Sivakov Pavel         INEOS Grenadiers     + 05:21    
22     Dombrowski Joe         Astana Qazaqstan Team     + 05:21    
23     Lopez Juan Pedro         Trek-Segafredo     + 05:25    
24     Kämna Lennard         BORA-hansgrohe     + 05:50    
25     Porte Richie         INEOS Grenadiers     + 08:01    
26     Zana Filippo         Bardiani CSF Faizanè     + 09:18    
27     Hamilton Lucas         Team BikeExchange-Jayco     + 09:39    
28     Sepulveda Eduardo         Drone Hopper-Androni Giocattoli     + 11:14    
29     Oomen Sam         Jumbo-Visma     + 11:14    
30     Sosa Ivan         Movistar Team     + 11:35    
31     Valverde Alejandro         Movistar Team     + 11:35    
32     Mollema Bauke         Trek-Segafredo     + 11:35    
33     Zwiehoff Ben         BORA-hansgrohe     + 11:35    
34     Covili Luca         Bardiani CSF Faizanè     + 11:35    
35     Pozzovivo Domenico         Intermarché-Wanty-Gobert     + 11:35    
36     Arensman Thymen         Team DSM     + 11:43    
37     Ravanelli Simone         Drone Hopper-Androni Giocattoli     + 14:45    
38     Barta William         Movistar Team     + 14:47    
39     Chérel Mikaël         AG2R Citroën Team     + 14:49    
40     Prodhomme Nicolas         AG2R Citroën Team     + 14:49    
41     Tulett Ben         INEOS Grenadiers     + 14:49    
42     Swift Ben         INEOS Grenadiers     + 14:49    
43     Castroviejo Jonathan         INEOS Grenadiers     + 14:49    
44     Costa Rui         UAE Team Emirates     + 14:49    
45     Novak Domen         Bahrain Victorious     + 14:49    
46     Moniquet Sylvain         Lotto Soudal     + 16:31    
47     Perez Anthony         Cofidis     + 16:31    
48     Pedrero Antonio         Movistar Team     + 17:58    
49     Arcas Jorge         Movistar Team     + 17:58    
50     Gabburo Davide         Bardiani CSF Faizanè     + 19:41    
51     Rota Lorenzo         Intermarché-Wanty-Gobert     + 19:41    
52     Vendrame Andrea         AG2R Citroën Team     + 19:41    
53     Sobrero Matteo         Team BikeExchange-Jayco     + 19:41    
54     Felline Fabio         Astana Qazaqstan Team     + 19:41    
55     Combaud Romain         Team DSM     + 19:41    
56     Scotson Callum         Team BikeExchange-Jayco     + 19:41    
57     Cepeda Alexander         Drone Hopper-Androni Giocattoli     + 20:17    
58     Skjelmose Jensen Mattias         Trek-Segafredo     + 20:38    
59     Peak Barnabas         Intermarché-Wanty-Gobert     + 21:31    
60     Hamilton Chris         Team DSM     + 21:35    
61     Tusveld Martijn         Team DSM     + 21:35    
62     Bais Mattia         Drone Hopper-Androni Giocattoli     + 21:52    
63     Covi Alessandro         UAE Team Emirates     + 21:52    
64     De La Cruz David         Astana Qazaqstan Team     + 22:00    
65     Tonelli Alessandro         Bardiani CSF Faizanè     + 23:58    
66     Rastelli Luca         Bardiani CSF Faizanè     + 23:58    
67     Schmid Mauro         Quick-Step Alpha Vinyl Team     + 23:58    
68     Bais Davide         EOLO-Kometa Cycling Team     + 23:58    
69     Tejada Harold         Astana Qazaqstan Team     + 23:58    
70     Maestri Mirco         EOLO-Kometa Cycling Team     + 23:58    
71     Narvaez Jhonnatan         INEOS Grenadiers     + 23:58    
72     Howson Damien         Team BikeExchange-Jayco     + 23:58    
73     Cort Magnus         EF Education-EasyPost     + 24:05    
74     Gavazzi Francesco         EOLO-Kometa Cycling Team     + 24:57    
75     Fetter Erik         EOLO-Kometa Cycling Team     + 24:58   

CLASSIFICA GENERALE

1. CARAPAZ Richard (INEOS Grenadiers) in 73:19:40
2. HINDLEY Jai (BORA - hansgrohe) a 0:03
3. LANDA Mikel (Bahrain - Victorious) a 1:05
4. ALMEIDA João (UAE Team Emirates) a 1:54
5. NIBALI Vincenzo (Astana Qazaqstan Team) a 5:48
6. BILBAO Pello (Bahrain - Victorious) a 6:19
7. HIRT Jan (Intermarché - Wanty - Gobert Matériaux) a 7:12
8. BUCHMANN Emanuel (BORA - hansgrohe) a 7:13

Copyright © TBW
COMMENTI
che spreco la bahrein
25 maggio 2022 17:30 Notorious
squadra con la bora nettamente più forte delle altre eppure hanno un capitone non un capitano

Notorious
25 maggio 2022 17:39 Ale1960
Concordo con te. Hanno fatto un lavoro eccezionale ,per poi perdere 6" con Landa. Non riesce a sfruttare il grande lavoro della squadra. Ma purtroppo più di così non va. Meno male che si portano a casa una bella vittoria di tappa con un giovane promettente.

Grazie MVDP
25 maggio 2022 17:56 vecchiobrocco
VDP sta facendo un Giro per testare i propri limiti, senza risparmiarsi. Favoloso anche oggi, quasi quasi pensavo vincesse la tappa.

Giro
25 maggio 2022 18:08 fido113
Vedo Hindley nettamente superiore che aspetta la Marmolada,

Landa & C
25 maggio 2022 18:21 max73
L'obiettivo di Bahrain Ineos e Bora era quello di staccare Almeida che è più forte a cronometro, l'obiettivo è stato raggiunto, oggi il portoghese perde più di un minuto da Landa. Quindi la tattica della Bahrain è stata perfetta... bisogna leggerla in base agli obiettivi... Landa non può vincere il Giro perché in salita non va più forte degli altri 2 e a cronometro perde qualcosa da Carapaz. Hindley aspetta le ultime 2 tappe di montagna.

Landa
25 maggio 2022 18:41 Pozzo85
Oggi ottima Bahrain,per anni a dire quando faceva il gregario che se fosse stato capitano Landa poteva vincere..ebbene quest'anno che ha superato anche le sfortune dimostra di essere un buon scalatore,ma non ha quel qualcosa in più. Poi i veri tifosi si vedono nel momento del bisogno,sapevo che pozzo oggi avrebbe pagato,ma devi tenere duro che la top10 e'ancora lì,non mollare come yates..Joao piu adatto ad un tour de France..hindley sembra quello con il secondo in più,vedremo..

Landa
25 maggio 2022 18:58 fransoli
se più di così non va, non va, inutile parlare di sprechi, ci sarà sempre qualcuno che arriva davanti agli altri, che allora sarebbero tutti capitoni secondo voi. E comunque così scarso non era questo Hindley arrivato secondo nel 2020 visto che finora sta tenendo testa abbastanza agevolmente a Carapaz. Nibali purtroppo sta perdendo brillantezza tappa dopo tappa, assestandosi in una posizione di classifica onorevole ma non in grado di impensierire i prim 3-4... ribadisco che per me era meglio se provava a fare il cacciatore di tappe, ma lui sotto sotto, nonostante le dichiarazione diplomatiche, era convinto di poter recitare un ruolo da protagonista assouta, come dimostra la delusione malcelata nel dopo tappa di ieri

Almedia
25 maggio 2022 20:12 paree
Non ho sentito un commento e nessuna considerazione che dicesse che non è possibile che la UAE non abbia 1/2 gregari che possanomstare con Almeida almeno fino sull'ultima salita.
Nessuno che abbia il coraggio dimcriticare la squadra....
La UAE finora merita un bel 0,0

scandaloso
25 maggio 2022 20:28 ciclismo24
una regia a dir poco scandalosa,anche 20 minuti senza mostrare un inquadratura dal gruppo dei big e quando lo fanno staccano dopo 10 secondi,nella tappa di torino c'è stata l'azione più spettacolare del giro,un azione che ha fatto esplodere la corsa e che raramente si vede in un grande giro ma niente continuavano a inquadrare la fuga,oggi si sono superati,mai un inquadratura ne su almeida ne su nibali ne su pozzovivo neanche quando si sono staccati..e i telecronisti che non dicono una parola sulla situazione di pozzovivo,un atleta tra italiano al quale dovrebero baciare anche i piedi..SCANDALOSI!

Regia internazionale
25 maggio 2022 20:50 max73
D'accordo con ciclismo 24. Ma lo hanno spiegato al regista che questa non è una classica ma un Giro con la classifica generale... Forse no!

Paree
25 maggio 2022 20:57 Ale1960
Ti appoggio in pieno. Già Almeida,va in crisi ad ogni cambio di ritmo,figurarsi a lasciarlo solo a sé stesso. Condotta di gara UAE inspiegabile o non ne hanno di più...

Rai
25 maggio 2022 21:09 lupin3
tra regia (appaltata) e commento.... penosa

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Vuelta è iniziata e, anche se la vittoria della cronometro a squadre è andata alla Jumbo-Visma, la Quick Step e Remco Evenepoel sono soddisfatti del terzo posto a 14” dal team olandese. «Sono abbastanza contento di questo terzo posto...


La Vuelta a España 2022 riparte dalla Jumbo-Visma del campione uscente Primoz Roglic. La formazione olandese ha dominato la cronosquadre sulle strade di Utrecht, chiudendo la sua prova di 23 km in 24'40", anticipando la Ineos Grenadiers di Richard Carapaz...


Uno scatto deciso a millecinquecento metri dal traguardo, qualche sguardo alle spalle e poi sempre dritto verso il traguardo di Limoges per prendere per sé e per la sua Eolo Kometa una vittoria importante: dopo tanti piazzamenti Vincenzo Albane ha...


Campione olimpico a Tokyo, Tom Pidcock si conferma di un altro pianeta e conquista anche il titolo europeo del Cross Country al termine di una gara assolutamente dominata e arriverà domenica 28 ai mondiali di Les Gets con i favori...


Nuova festa italiana sulle strade di Francia: dopo Diego Ulissi - vincitore ieri - oggi è stato Vincenzo Albanese a gioire al Tour del Limousin. Con un colpo da finisseur portato a 1, 5 km dal traguardo di Limoges, il corridore...


Sprint vincente di Jasper Philipsen nella quarta tappa del Giro di Danimarca, partenza e arrivo a Skive dopo 167 chilometri. Il belga, della Alpecin Deceuninck, trionfa di forza al termine di una lunga volata in cui supera Sacha Weemaes della...


Obiettivo centrato, asticella alzata ulteriormente: Dan Bigham ha battuto il record dell'ora e sulla pista di Grenchen, in Svizzera, ha percorso 55, 548 km, migliorando il record che era stato stabilito da Campenaerts ad Aguascalientes in 55, 089. Bigham...


Mancano ormai meno di dieci giorni al via del 69° Gp Colli Rovescalesi e la ASD Rovescalese del Presidente Remo Torregiani coordinata dall'instancabile Stefano Saroni è al lavoro per definire gli ultimi dettagli che consentiranno di tornare ad accogliere il grande ciclismo sulle...


A poche ore dal via della Vuelta la EF Education-EasyPost annunciare l'ingaggio di Richard Carapaz, oro alle Olimpiadi di Tokyo. «Quando conquisti una cosa, ne vuoi di più. Sono una di quelle persone che vuole sempre di più - dice...


Se ne parlava da tempo, ora l'accordo è stato ufficializzato: Dylan Van Baarle, dominatore dell'ultima Parigi-Roubaix, lascerà la Ineos Grenadiers a fine stagione per accasarsi alla Jumbo Visma. L'olandese ha firmato un accordo triennale con la formazione giallonera. Anche l'altro...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach