ULISSI. «FELICE IO, FELICE LA SQUADRA»

PROFESSIONISTI | 18/07/2021 | 16:36

L’inizio di questo 2021 non era stato dei migliori con tante incognite e paure per un problema cardiaco che per fortuna si è risolto in fretta. Diego Ulissi, che appena tre giorni fa ha tagliato il traguardo delle 32 primavere, si è imposto alla grande sulle strade della Sardegna con il gran bottino di due tappe vinte e la leadership nella classifica generale. Il corridore della Uae Team Emirates non è nuovo in carriera ad affermazioni finali nelle breve corse a tappe. Nel suo palmares ci sono: due successi nella classifica generale al Giro della Slovenia nel 2011 e 2019, uno nella Settimana internazionale Coppi e Bartali nel 2013, una al Czech Cycling Tour nel 2016, una al Giro della Turchia nel 2017 e una al Tour de Luxembourg 2020. Per il livornese nato a Cecina e residente a Donoratico una gran bella rivincita e un calcio alla paura. Queste le sue riflessioni appena terminata la premiazione.


La vittoria in classifica generale è nata giorno dopo giorno o ci avevi già fatto un pensierino prima della partenza della Settima Ciclistica Italiana Sulle Strade della Sardegna?
“E’ nata diciamo dal primo giorno dal momento che ho vinto la prima tappa che sembrava anche che fosse la più impegnativa. Da quel momento abbiamo lottato per mantenere il primato e il piccolo vantaggio che avevo, nella penultima tappa abbiamo incrementato con un’altra bellissima vittoria, la squadra ha lavorato molto bene e siamo veramente felici”.


Come lo definisci il tracciato di questa Settimana Ciclistica Italiana?
“Impegnativo ma non proibitivo. Ventoso perché la Sardegna presenta questa caratteristica. E’ veramente bello pedalare in questa bellissima stagione in questi posti, speriamo di ritornarci per correre, ma anche in vacanza...”

Hai iniziato la stagione con i problemi che tutti sappiamo, ora sei in grandissima forma. C’è un pizzico di rimpianto per le Olimpiadi di Tokyo oramai alle porte?
“Senz’altro partecipare alle Olimpiadi è il sogno di qualsiasi atleta quindi ci speravo, anche perché sono diversi anni che mi trovo al vertice delle classifiche mondiali. Però Davide (Cassani, il commissario tecnico della Nazionale, ndr) deve fare 5 nomi e sono pochissimi, io ho cercato di fare il miracolo per ripresentarmi bene dopo il problema che ho avuto, anch’io non mi aspettavo di essere così competitivo sin da subito. E’ già per me una vittoria il fatto che Davide mi abbia tenuto in considerazione fino all’ultimo momento, ci sono anche altri appuntamenti con la Nazionale quest’anno, cercherò di farmi trovare pronto per quelli”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Compie 89 anni Ernesto Gazzola, fondatore e patron di Gaerne, azienda italiana attiva dal 1962 nel comparto calzaturiero oggi specializzata nella produzione di scarpe da ciclismo e stivali da moto di alta qualità. Una storia che ha radici profonde e...


Ieri è calato il sipario sulla stagione agonistica 2021 e già da oggi la Eolo Kometa è al lavoro per programmare il 2022. Cinque le vittorie del team nella sua prima stagione tra i professionisti: la prima è stata addirittura...


Nell’anno in cui l’Italia non ha mai smesso di vincere in ogni sport, c’è un ultimo grande appuntamento di ciclismo da coprire d’oro: da Roubaix, la città che proprio in un velodromo accoglie l’arrivo della Classica più famosa del mondo,...


Dopo una lunga malattia, ci ha lasciato Alberto Tolomelli, corridore che da dilettante aveva vestito la maglia del Velo Club Mantovani e della Zalf Euromobil Fior. Era nato a Cento, in provincia di Ferrara, il 10 dicembre del 1979. Commovente...


Si è chiusa domenica con la Veneto Classic la stagione 2021 della Bardiani CSF Faizanè. Sono 9 le vittorie raggiunte dagli atleti del #GreenTeam ai quali si aggiungono 23 podi e 69 top10, in una stagione caratterizzata da una evidente...


Ventidue prove, otto mesi di gare e una lotta serrata da marzo a ottobre. Con la Veneto Classic, vinta da Samuele Battistella a Bassano del Grappa, si è conclusa l’edizione 2021 della Ciclismo Cup, la challenge organizzata dalla Lega Ciclismo...


Festa grande in casa Tafi per l'arrivo di Niccolò e gioia incontenibile per Andrea Tafi e sua moglie Gloria che sono diventati nonni: mamma Martina e papà Tommaso Tafi hanno accolto il loor primogenito, che è venuto alla luce ieri...


Successi di Marca al Giro d’Italia di ciclocross. Buon sangue non mente: la figlia d’arte Giorgia Pellizotti, 14 anni, figlia di Franco, attuale direttore sportivo della Bahrain Victorious (la squadra dove corre Sonny Colbrelli, campione europeo e italiano e vincitore...


Si può essere vecchi amici a 21 anni, anche se i termini sono un o’ contraddittori fra loro? Certamente sì e ce lo hanno dimostrato ieri Remco Evenepoel e Samuele Manfredi a Les Herbiers, sul traguardo della Chrono des Nations....


E' ufficiale: Gallina Ecotek Lucchini Colosio avrà una squadra Continental a partire dal 2022. Grazie a sponsor come l'azienda Ecotek di Guido Archetti e Luigi Braghini, Delio Gallina, Imerio Lucchini e Colosio dal prossimo anno si respirerà aria di professionismo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI