ALEOTTI. «ABBIAMO PROVATO A SPODESTARE ULISSI, MA...»

PROFESSIONISTI | 17/07/2021 | 16:19
di Valerio Zeccato

Lo scorso 22 maggio ha compiuto 22 anni, è al primo anno tra i professionisti ma sa già destreggiarsi con grande disinvoltura. Stiamo parlando di Giovanni Aleotti da Finale Emilia in forza alla Bora-Hansgrohe. Oggi nella penultima tappa della Settimana Ciclistica Italiana Sulle Strade della Sardegna si è classificato al 6° posto, nella classifica generale ha mantenuto la terza posizione alle spalle del leader Diego Ulissi e del secondo il belga Sep Vanmarcke. Ma Aleotti è anche il leader della classifica dei giovani e indossa la maglia arancione che contraddistingue il primato.


Il ragazzo emiliano ha iniziato a gareggiare a 7 anni seguendo le orme di papà Roberto, nella carriera dilettantistica vanta ottimi risultati: il titolo italiano Under 23 conquistato lo scorso anno a Imola, ed il bellissimo, e prestigioso, secondo posto nel Tour de l’Avenir nel 2019 (il Tour de France dei professionisti). Quest’anno ha fatto l’esordio tra i prof e lo ha fatto col botto: recentemente ha vinto la prima tappa e poi la classifica finale del Sibiu Tour in Romania dove ha preceduto un certo Fabio Aru… Al termine delle premiazioni di Cagliari questo il pensiero di uno dei giovani virgulti del ciclismo italiano.


Ci hai provato a sfilare la maglia di leader a Ulissi, ma il toscano è in forma smagliante… Ci facciamo un pensierino per l’ultima tappa di domani?
«Penso che sia difficile riuscire a farlo domani in quanto la tappa è per velocisti. Ci abbiamo provato oggi, ma non c’era tanto spazio per farcela, speravamo un po’ nel vento ma non era quello giusto per riuscire almeno a tentare di fare selezione. Per adesso siamo contenti così».

Prima stagione tra i professionisti e sei partito benissimo dimostrando di avere i garretti ma anche già una gran bella maturità.
«Penso che sia frutto del lavoro che mi sta facendo fare la squadra. Sicuramente il merito è loro che mi fanno crescere».

Due vittorie già colte, ma la stagione è ancora lunga. A cosa punti?
«Vediamo, non voglio pormi limiti. Dipende dalla condizione di forma che avrò da qua alla fine».

Ma hai qualche sogno nel cassetto?
«Come sogno chiaramente il Giro dell’Emilia, lo dovrei fare a fine stagione. Non sono qua a dire che posso fare risultato, sarei già molto contento di essere protagonista».

disegno di Jessica Forgetta

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ormai è questione di ore per l'Ora di Filippo Ganna. Il 26enne piemontese alla vigilia del grande giorno pedalerà nel velodromo di Grenchen e prenderà le ultime decisioni con il suo staff in vista del tentativo di domani sera. Sale...


La Bike Exchange sta finendo di disputare una stagione 2022 che ha alternato belle vittorie (22 contro le 9 dell'anno scorso) sia in volata che d'altura che a cronometro, a tanta sfortuna, soprattutto per Simon Yates che non parteciperà nemmeno...


Una recente pronuncia della Cassazione ha ribadito un concetto fondamentale: “Nel giudizio di responsabilità che ha per oggetto uno scontro tra veicoli (auto, moto, bici) la presunzione di eguale concorso di colpa, stabilita dall’art 2054 c.c. secondo comma, ha funzione...


Per il 2023 la Ineos-Grenadiers non aveva puntato solo su Remco Evenepoel e a quanto pare un’offerta era stata fatta anche per Primož Roglič. La trattativa non è andata a buon fine e lo sloveno resterà con la Jumbo-Visma fino...


Mancano meno ormai poche ore al 1° Giro della Franciacorta, la nuova corsa ciclistica inserita nel calendario nazionale della categoria Elite e Under 23, che si svolgerà sabato 8 ottobre 2022 con partenza e arrivo a Rovato (Brescia). La manifestazione...


Impasta e imposta: farina, acqua e lievito. Spiana e compone: sale, olio e pomodoro. Arricchisce e personalizza: mozzarella, capperi e alici. E ben altro. Dipende. Dalla richiesta, dall’ispirazione, dalla carta, dalla stagione. Poi inforna e sorveglia, estrae e serve. Pizze....


Non c'è Veneto senza ciclismo, ma non c'è nemmeno ciclismo senza Veneto. Da un paio di anni a questa parte il mese di ottobre è diventato il momento clou per gli appassionati di ciclismo veneti, che dopo qualche anno di...


Otto vincitori del Giro d’Italia, due signori della Liegi, tre padroni del Giro delle Fiandre, cinque dominatori del Lombardia e quattro re della Sanremo. Senza dimenticare 14 iridati nelle varie specialità e due campioni olimpici. È questo il palmares dei...


La Gallina Ecotek Lucchini Colosio si mette l'abito della festa in occasione della prima edizione del Gran Premio Ecotek-Giro della Franciacorta in programma, sabato 8 ottobre a Rovato nel Bresciano. Correre da protagonisti per lo sponsor (Ecotek) è l'obiettivo della...


L'Hopplà Petroli Firenze Don Camillo si lascia alle spalle due preziosi secondi posti, con Gabriele Porta a Castiglion Fibocchi (5° Fiaschi, 6 Nencini) e con Lorenzo Quartucci nel Gran Premio Calvatone (5° Nencini) e già si prepara all'assalto, con giustificate...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach