DECEUNINCK. CAVENDISH TORNA "A CASA": «NON PRETENDO UN FINALE DA FAVOLA, PERÒ...»

PROFESSIONISTI | 16/01/2021 | 08:30
di Giulia De Maio

Dalla Costa Blanca dove si sta allenando insieme ai suoi compagni di squadra della Deceuninck Quick-Step, il velocista più decorato di tutti i tempi ha parlato di come lui e la squadra condividano la stessa filosofia e l'amore per il ciclismo e di come questo lo motivi in vista della sua 15a stagione da professionista. Mark Cavendish esprime tutta la sua gioia per essere tornato a far parte del Wolfpack.



«Ne ho provati altri, ma questo è l'unico team in cui sarei voluto tornare. Con questo gruppo tra il 2013 e il 2015 ho vissuto alcuni dei momenti più belli della mia carriera. Da allora sono cambiati tanti corridori, ma la “famiglia” è la stessa. I belgi hanno il ciclismo che scorre nelle vene, per me è davvero speciale essere tornato qui. Ho un ottimo rapporto con la dirigenza, lo staff, gli sponsor, la Specialized Venge è la bici che è stata realizzata per me» racconta il 35enne dell'Isola di Man.

Gli chiediamo della modalità con cui è riuscito a stringere un accordo con la formazione di Lefevere, che a proposito di Cannonball durante la presentazione del team ha detto «per il suo carisma e palmares non poteva finire la carriera in un altro posto». Aveva fatto discutere la sua ammissione di essersi portato dietro uno sponsor per pagare il suo ingaggio. «Volete sapere come è andata? Come la maggior parte dei contratti tra corridori e squadre: si parla, si trova un punto di incontro, si firma un contratto. Nel 2015 me ne sono andato ma sono sempre rimasto in contatto con Patrick, che per me è un vero punto di riferimento come leader. Sono orgoglioso di rimettere questa maglia» ha risposto Cav.

L'ultima vittoria del corridore britannico risale all'8 febbraio 2018, una tappa del Dubai Tour. Un'astinenza troppo lunga da digerire per chi in carriera ha vinto il campionato del mondo (in linea nel 2011, più tre titoli su pista), la Milano-Sanremo (nel 2009), quindici tappe al Giro d'Italia, trenta tappe al Tour de France e tre alla Vuelta a España, vincendo almeno una volta la classifica a punti in tutti e tre i grandi Giri. «Il ciclismo è da sempre la mia vita e lo sarà sempre. Dire che vorrei vincere 6 tappe al Tour come un tempo sarebbe vivere su un altro pianeta, sono realistico. Gli anni passano e non voglio restare aggrappato al passato ne pretendo un finale da favola, ma so di stare ancora bene e di essere nel team più forte al mondo. Ho vinto tanti combattimenti, anche se non sarò in grado di vincere, sono certo di poter dare qualcosa a questo gruppo e viceversa. Non importa se mi resta un mese ad alti livelli o avrò altri 10 anni davanti a me, sono felice di essere tornato “a casa”».

foto ©Deceuninck – Quick-Step Cycling Team / Wout Beel

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Cofidis annuncia il prolungamento del contratto di Guillaume Martin fino alla fine della stagione 2022. Ottimi i suoi risultati nel 2020: 3° nel Critérium du Dauphiné, 2° a Orcières-Merlette sulle strade del Tour de France, miglior francese della Grande Boucle...


Se il valore di una corsa si misura dall’albo d’oro, si capisce perché la Strade Bianche è diventata in fretta una delle classiche che contano: nell’elenco dei vincitori cascano regolarmente i campioni che vanno per la maggiore. Facile che succeda...


“Ho assaporato il piacere unico che si prova quando si è in scia e davanti c’è qualcuno che per un po’ prende il vento al posto tuo” racconta Luca Spada, Presidente e Fondatore di EOLO. Da questa sensazione è nato...


È accaduto a Ravenna ma potrebbe essere qualsiasi città d'Italia; è accaduto sul Ponte di Madonna dell'Albero ma potrebbe essere qualsiasi strada; è accaduto a Sofia ma potrebbe essere chiunque di noi. Lo denuncia Andrea Collinelli ma potrebbe essere qualsiasi...


Shimano Italia è orgogliosa di annunciare il rinnovo dell’accordo per il servizio di assistenza tecnica neutrale, con la qualifica di Official Partner,  in numerose competizioni di prestigio tra cui il Giro d’Italia e le classiche come la Milano-Sanremo e...


Weekend sulle strade toscane per la Vini Zabù che domani sarà impegnata nel primo appuntamento World Tour dell'anno, la Strade Bianche, mentre domenica correrà praticamente in casa nel Gp Industria & Artigianato di Larciano. Per questa due giorni toscana i...


Week end intenso per l’Androni Giocattoli Sidermec che, dopo il debutto italiano di mercoledì a Laigueglia, mette in calendario altri due importanti appuntamenti nazionali. Domani la squadra sarà impegnata alle Strade Bianche (184 i chilometri da Siena a Siena), prova...


Le ragazze di Alé BTC Ljubljana sono attese da un intenso fine settimana in Toscana che rappresenta anche il debutto ufficiale del team in Italia. Sabato 6 marzo è in programma la settima edizione della Strade Bianche Women Elite, prova...


È stata ribattezzata anche come la Classica del Nord più a Sud d'Europa e non ci ha messo molto per diventare uno degli appuntamenti più affascinanti di tutta la stagione: la Strade Bianche Women Elite arriva quest'anno alla sua settima edizione e...


Archiviato il debutto stagionale sabato scorso a Ceriale (Savona), con i primi piazzamenti su strada di Francesca Baroni (13sima) e Gaia Realini (16sima), la squadra Isolmant Premac Vittoria si prepara al doppio appuntamento di questo fine settimana che vedrà il...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155