MONDIALI. BUSSI SODDISFATTA, GUAZZINI INVECE NO

DONNE | 24/09/2020 | 16:47
di tuttobiciweb

Vittoria Bussi sorride al termine della sua fatica mondiale e spiega: «Il vento si è fatto sentire, vi assicuro che la prima parte sembrava interminabile. È stato molto bello, a 33 anni mi emozione ancora come una bambina. Ero tesa, so bene che devo imparare ancora a gestire bene l’emozione, ma ho lavorato in maniera perfetta con il mio allenatore Fabrizio Tacchino e un grande grazie lo devo soprattutto. Una top te a livello mondiale è un grande risultato, non dimentico affatto che un anno fa avevo preso sei minuti… Abbiamo lavorato in maniera eccellente e siamo stati premiati».


Meno soddisfatta Vittoria Guazzini,, 19 anni, al suo primo ondiale tra le Élite: «Non sono soddisfatta della mia prova al di là del piazzamento (ha chiuso al venticinquesimo posro, ndr) perché non ho mai trovato un buon ritmo di pedalata. Non sapevo neanche bene come stavo andando perchP ad un certo punto non sentivo più la radiolina. Mi dispiace, voglio ringraziare tutti e spero di fare meglio il prossimo anno. Il salto di categoria? Non conta in una gara personale come la crono, la realtà è che non sono riuscita mai a pedalare come volevo».


Copyright © TBW
COMMENTI
Brave lo stesso
24 settembre 2020 18:49 maurop
Vittoria junior fa bene a non essere soddisfatta, è segno di carattere e personalità, ma è arrivata a poco più di un minuto da Vittoria senior e quindi dalla top ten, non male direi per una non ancora ventenne in una Crono di più di 30 km.
Brave tutte e due quindi.

bussi
24 settembre 2020 19:59 alerossi
perchè insistere con una 33enne che corre solo cronometro? inoltre preparandosi solo per cronometro dovrebbe avere uno stile impeccabile, invece è la più inguardabile di tutte, tutta storta in bici e si muove in continuazione con il busto. meglio puntare su qualcun'altra più giovane come guazzini, dato che la nazionale femminile abbonda nelle giovani (e i grandi risultati della pista lo confermano, e lì sono tutte giovani).

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni ha confermato in diretta tv il cambiamento della tappa di sabato: «Sullo Stelvio ci andiamo sicuramente - ha esordito Vegni - ma siamo costretti ad annunciare il cambiamento della penultima tappa del Giro....


Yves Lampaert scrive il suo nome nell'albo d'oro della Tre Giorni di La Panne vincendo per distacco l'ultima classica belga della stagione. Classica peraltro condizionata dal forte vento, al punto che gli organizzatori sono stati costretti a cancellare un giro...


F come fantasmi. Nel senso di team che sono in gara, ma nessuno se ne accorge. Corrono all’insaputa di tutti, a volte anche di loro stessi. E’ una vecchia abitudine della corsa rosa, col tempo diventata obbligo: per regolamento deve...


Il timbro verrà messo tra poche ore, ma ormai è certo che non si disputerà nella sua forma originale la tappa numero 20 del Giro d'Italia, quella dell'Agnello e dell'Izoard. Come avevamo riportato questa mattina, le previsioni meteo annunciano neve...


Tutti si aspettano la tappa di domani, con arrivo a Cancano, per le dure salite che i concorrenti troveranno lungo il percorso. In realtà, dettaglio da non sottovalutare, sarà la discesa della Stelvio. 21 km dentro un freezer. Sulla cima...


Tornava ieri a correre inun grande giro dopo due anni, ha subito accumulato un distacco importante - più di 11 minuti - ma non si è aasolutamente preoccupato. Stamame, infatti, Chris Froome twitta così dalla Spagna:«Battesimo del fuoco per il...


La decisione definitiva verrà presa domani, alla luce delle più aggiornate previsioni meteo, ma di ora in ora calano le possibiltà di salire al Colle dell'Agnello e quindi all'Izoard. Le previsioni meteo, infatti, in questo momento non danno grande speranza...


È veramente difficile trovare ultimamente un marchio oltre a POC che si sia distinto di più per il design dei prodotti, forme innovative sempre connesse alla performance, questo sia chiaro. Il noto brand svedese ha portato una vera ondata di...


Battaglin is back. Lanciato e cresciuto nel team della famiglia Reverberi, Enrico Battaglin ritornerà a vestire i colori della Bardiani CSF Faizanè per la stagione 2021. Un ritorno che porterà al team grandissima esperienza internazionale e un atleta che a...


E’ una tappa dura assai quella odierna che nel menu propone oltre cinquemila metri di salita con un tracciato che va dal Veneto al Trentino-Alto Adige: si va da Bassano del Grappa a Madonna di Campiglio per 203 chilometri. per...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155