TOUR. DELUSIONE VIVIANI: «OGGI SPERAVO DI DARE UNA SVOLTA...»

PROFESSIONISTI | 20/09/2020 | 19:20
di Francesca Monzone

Questo non è stato, purtroppo, il Tour di Elia Viviani. Il velocista della Cofidis ha avuto un problema a un piede e nelle poche tappe riservate ai velocisti non è riuscito ad andare oltre un quarto posto. “Siamo finalmente arrivati all’ultima tappa del Tour. Ho avuto molte difficoltà sia dal punto di vista fisico che per il tipo di percorso. Ho avuto due o tre giornate in cui ho veramente faticato ad arrivare al traguardo. Oggi avrei voluto dare una svolta a questo Tour ma non ci sono riuscito”.


Il traguardo di Parigi è un simbolo per ogni velocista e vincere questa tappa, che ogni anno conclude la corsa gialla, è un sogno che solo in pochi riescono a realizzare. Viviani è arrivato quinto oggi e ancora una volta il finale è stato spietato.


“Mi dispiace per oggi, mi sarebbe piaciuto vincere qui. Il traguardo di Parigi lo sogno da quando ero bambino. E’ il traguardo che ogni velocista desidera di vincere”.

Il Tour de France 2020 verrà ricordato come uno dei più duri, con salite arrivate già il secondo giorno di corsa e cadute che hanno fatto ritirare tanti corridori.

“Ci sono stati degli sprint, ma bisognava avere forza nel finale e prima di arrivare alla volata, la corsa era stata dura. Sicuramente non sono contento del mio risultato”.

Nel 2019 Viviani aveva vinto una tappa alla corsa gialla. Era la frazione da Reims a Nancy, davanti a Kristoff ed Ewan.

“Lo scorso anno ero riuscito a conquistare una tappa e quest’anno no. Purtroppo il Tour è il Tour, è la corsa più dura e difficile al mondo e per vincere ogni cosa deve andare nel migliore dei modi. Le gambe dei velocisti erano tutte stanche oggi e mi sarebbe piaciuto dare una svolta a questa corsa, ma così non è stato. Un vero peccato”.

Per il veneto questo è stato senza dubbio il Tour più duro ed è lui stesso ad ammetterlo.

“Di tutti i Tour de France che ho fatto, questo senza dubbio è stato il più duro. Ho sofferto fin dall’inizio e il percorso ha messo veramente a dura prova tutti noi velocisti. Posso dire di essere contento di essere riuscito a finirlo, perché anche se sono un velocista, mi piace portare a termine i grandi giri”.

Viviani è contento che il Tour sia finito, non ha ottenuto il risultato che desiderava, ma è già pronto a guardare avanti, ai prossimi impegni.
“Il Tour 2020 si è concluso e adesso bisogna guardare avanti e cercare di migliorarsi”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Mah
20 settembre 2020 21:15 Ruggero
Parliamo per una volta chiaramente, il problema di Elia è solo uno, ha previlegiato il denaro alla squadra, e lui ahimè ha tanto tanto bisogno della squadra.....

torna
20 settembre 2020 21:52 Line
alla quick step , uno come morkov non e facile da trovare ..

Squadra o non squadra
20 settembre 2020 22:13 lupin3
non é che abbia una grandíssima caratura. Certamente andare alla Cofidis non é stata una gran mossa

caro viviani
20 settembre 2020 22:25 alerossi
pensa a chi ha vinto la maglia verde. bennett grazie all'aiuto di un super morkov, che ai traguardi intermedi toglieva punti a sagan. pensare che morkov l'anno scorso lo avevi tu, ma quest'anno hai scelto i soldi

Il Vil denaro........
21 settembre 2020 11:47 9colli
Ha fatto la scelta sbagliata.......quella dei soldi

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alla Vuelta di Spagna un altro ritiro importante: si tratta di Thibaut Pinot, che oggi non si è presentato al via della terza tappa che prevede l'arrivo in salita da Lodosa a La Laguna Negra. Il corridore della Groupama Fdj...


La nuova collezione invernale Equipe offre una naturale estensione dell’Assos Layering System, un sistema che abbina capi, quindi strati diversi, per garantire a chi pedala durante l’inverno la massima stabilità a livello di temperatura corporea. Il passaggio è semplice, più...


Giovanni Visconti non prenderà il via nella 18^ tappa del Giro d'Italia da Pinzolo ai Laghi di Cancano. Come informa Paolo Raugei, dottore della Vini Zabù - Brado - KTM, il siciliano soffriva da alcuni giorni di una tendinite del...


RCS Sport, in accordo con l'UCI (Union Cycliste Internationale) e con le squadre al Giro d'Italia, ha sottoposto queste ultime ad ulteriori controlli antigenici, al fine di rafforzare le misure sanitarie previste dal protocollo UCI, e nel rispetto delle misure...


Anche noi siamo sulla nostra Cima Coppi, la vetta più alta e più bella che la corsa rosa affronterà quest’oggi, mentre noi l’abbiamo scalata inconsapevoli ieri. Un altro record, per quanto ci riguarda pazzesco: in un solo giorno 145.142 visitatori,...


Comunque vada la corsa, non avrà tempo di brindare in cima allo Stelvio e allora lo facciamo qui, tutti insieme perché il traguardo che taglia oggi Roberto Bettini è davvero importante. «Succede anche questo nel 2020: si cambia decennio, il...


Stelvio chiuso da ieri pomeriggio verso le 17, ma qualcuno ha deciso di salire comunque in vetta e di dormire al gelo. Pochi, pochissimi, 15 persone in tutto (contate passando in auto stanotte). Soluzioni come tenda, e inevitabile mangiata...


Guerciotti è pronta a presentare la sua nuova gamma elettrica, che sarà svelata lunedi 26 ottobre alle ore 19.00 su tutti i canali social dell’azienda milanese. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Matej Mohorič non prenderà il via nella terza tappa de La Vuelta dopo essere caduto nella tappa di ieri e aver riportato una frattura composta della scapola. Il corridore sloveno è scivolato in curva proprio ai piedi della decisiva salita...


Ultime battute della stagione ciclistica anche in campo giovanile, ma la passione per le due ruote non si ferma e ce la racconta «Ciclismo Oggi», lo storico programma dedicato alle due ruote in onda su Teletutto (canale 12) questa sera...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155