TOUR. QUELLE SARTE AL LAVORO PER ROGLIC E POGACAR

NEWS | 19/09/2020 | 12:31
di Francesca Monzone

Tante sono le curiosità che si trovano dietro un grande evento sportivo come il Tour. Una di queste riguarda il body per la cronometro che indosseranno in corsa oggi Primoz Roglic e Tadej Pogacar.


I due campioni, che rispettivamente detengono la maglia gialla e quella bianca, hanno un body fatto su misura fornito dall’organizzazione, quindi non quello in uso dalla squadra. Il body personalizzato deve rispettare le norme UCI, ma i due corridori hanno potuto personalizzarlo.


Ieri sera alla vigilia della cronometro individuale, due sarte, due modelliste e un prototipista si sono recati negli hotel di Primoz e Tadej, per  personalizzare la tenuta, tenendo conto delle esigenze tecniche di ognuno.

I sarti sono arrivati da Romilly-sur-Seine per svolgere il loro lavoro, con macchine, aghi, fili e cartamodelli e nella notte hanno finito di confezionare i due completi.

Primoz Roglic ha scelto un body a manica corta, mentre il suo avversario Tadej Pogacar ha scelto una manica lunga. Per il completo giallo le maniche e le gambe sono state accorciate di 2 cm.  Anche la vita è stata regolata di 4 cm per ridurre il floccaggio e la parte superiore della schiena e le spalle sono state ridotte di 1,5 cm.

Il capitano della Jumbo-Visma ha voluto ridurre anche la scollatura di 1 cm consentendo un perfetto effetto aerodinamico e una facilità di respirazione.

Tadej Pogacar per il suo body bianco ha fatto accorciare le maniche di 7 cm e l'apertura del polso di 1 cm.  È stata effettuata una riduzione di 2,5 cm allo scollo e al centro della schiena con l'aggiunta di una clip che consente una vestibilità adatta al giovane corridore.  Su richiesta dello sloveno, i pantaloncini e la vita non sono stati rielaborati.

Corporature diverse e gusti diversi per i due campioni, che grazie alla tecnologia, che ha raggiunto ogni singolo elemento legato alla corsa, durante la cronometro di oggi, potranno utilizzare un abbigliamento specifico, studiato per sfruttare al massimo l’effetto aerodinamico e trarre vantaggio ad ogni singolo colpo di pedale.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Festa in casa Movistar nella seconda tappa della Vuelta di Spagna grazie all'acuto di Marc Soler che ha coronato il grande lavoro svolto dai compagni di squadra nella Pamplona-Lekunberri di 151 km. Dopo una prima ora caratterizzata da scatti e...


Nella giornata in cui il Giro d'Italia è tornao a Madonna di Campiglio, Mario Cipollini è intervenuto a “Sulle strade del Giro”, la trasmissione di Radio 1 Rai dedicata alla trasmissione in diretta delle fasi finali della tappa della corsa...


Primo atto della "due giorni della verità" di questo Giro d'Italia 103. I 203 km dolomitici da Bassano del Grappa a Madonna di Campiglio premiano l'australiano Ben O'Connor della NTT, che con un attacco decisivo a 8 km dall'arrivo cancella la...


Il direttore del Giro d'Italia Mauro Vegni ha confermato in diretta tv il cambiamento della tappa di sabato: «Sullo Stelvio ci andiamo sicuramente - ha esordito Vegni - ma siamo costretti ad annunciare il cambiamento della penultima tappa del Giro....


Yves Lampaert scrive il suo nome nell'albo d'oro della Tre Giorni di La Panne vincendo per distacco l'ultima classica belga della stagione. Classica peraltro condizionata dal forte vento, al punto che gli organizzatori sono stati costretti a cancellare un giro...


F come fantasmi. Nel senso di team che sono in gara, ma nessuno se ne accorge. Corrono all’insaputa di tutti, a volte anche di loro stessi. E’ una vecchia abitudine della corsa rosa, col tempo diventata obbligo: per regolamento deve...


Il timbro verrà messo tra poche ore, ma ormai è certo che non si disputerà nella sua forma originale la tappa numero 20 del Giro d'Italia, quella dell'Agnello e dell'Izoard. Come avevamo riportato questa mattina, le previsioni meteo annunciano neve...


Tutti si aspettano la tappa di domani, con arrivo a Cancano, per le dure salite che i concorrenti troveranno lungo il percorso. In realtà, dettaglio da non sottovalutare, sarà la discesa della Stelvio. 21 km dentro un freezer. Sulla cima...


Tornava ieri a correre inun grande giro dopo due anni, ha subito accumulato un distacco importante - più di 11 minuti - ma non si è aasolutamente preoccupato. Stamame, infatti, Chris Froome twitta così dalla Spagna:«Battesimo del fuoco per il...


La decisione definitiva verrà presa domani, alla luce delle più aggiornate previsioni meteo, ma di ora in ora calano le possibiltà di salire al Colle dell'Agnello e quindi all'Izoard. Le previsioni meteo, infatti, in questo momento non danno grande speranza...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155