IL CICLISTA IDIOTA... PEDALA IN SUPERSTRADA. VIDEO

NEWS | 21/05/2020 | 15:15
di Bibi Ajraghi

La vita sulle strade per i ciclisti, lo sappimao bene, è sempre molto complicata e ne avete conferma leggendo la notizia dell'ultimo fatto di cronaca accaduto a Floridia. Ma con altrettanta franchezza dobbiamo dire che purtroppo ci sono ciclisti scriteriati, maleducati e... idioti. Come quello che è stato immortalato questa mattina mentre pedalava sulla superstrada tra Empoli e San Miniato.

Il tratto, come potete vedere, è davvero estremamente pericoloso, tra l'altro privo di corsia di emergeza e di qualsiasi via di fuga e questo pedalatore in sella alla sua mountain bike procede imperterrito nonostante il traffico, sfiorato dalle automobili che viaggiano a velocità ben superiore.

Stavolta è andata bene ma non è questo il modo di praticare ciclismo in maniera intelligente. No, decisamente non è questo.

Copyright © TBW
COMMENTI
Super
21 maggio 2020 20:12 Anbronte
Se volete andare da Lecco a Mandello del Lario dovete per forza prendere la superstrada, non ci sono alternative.

Ma .esistono ancora ?
21 maggio 2020 20:42 bove
Idioti a parte. Ma esistono ancora strade con la "banchina" di un metro, un metro e mezzo? Una volta c'erano, ora vedo righe bianche praticamente nell'erba. Perché?

Purtroppo non è il primo a farlo
22 maggio 2020 08:57 The rider
Nei primi anni duemila, era stato multato per la stessa infrazione anche un ex ciclista professionista, ex campione del mondo e fortissimo velocista toscano....
Pontimau.

IDIOTA ???
22 maggio 2020 09:02 ERIO
e se ci fosse capitato per sbaglio? mai successo a voi precisini ? personalmente senza avvedermene alcune volte in anni di pedalate é successo. In Svizzera la polizia mi fermo e multò a Coira. A Omega imboccai una galleria buia e mal segnalata. in 500.000 km di pedalate capita di sbagliare....

QUESTO DA LEI DIRETTORE NON ME LO SAREI ASPETTTATO
22 maggio 2020 13:18 soichan41
Criminalizzare i ciclisti è veramente fuori luogo, io mi sono invecchiato sulla bicicletta e ciclisti maleducati ne avrò visti quanti stanno in una mano sola ……...ed erano dei ragazzini!!!!!!!!!
I ciclisti quelli veri sulla strada si devono difendere caro Direttore, noi quando usciamo di casa non sappiamo mai se ci ritorniamo e come ci ritorniamo, i ciclisti sono invisibili per tutti e qui gli posso raccontare un elenco infinito di fatti.
La tracotanza degli automobilisti è un fatto assodato, la maleducazione dei pedoni pure e tutti e due usano il cellulare ovunque sia quando vanno a 100 all'ora in città sia come per i pedoni quando vagano per la strada con in mano il cellulare senza degnare di uno sguardo la strada ovvero quando regolarmente passano con il semaforo rosso.Quel povero ciclista , ed è capitato anche a me, su quella superstrada o è stato costretto a passarci per mancanza di alternativa come qualcuno ha già testimoniato oppure si è sbagliato……...ma che male può fare un ciclista che è ecologico, fatica ed occupa al massimo venti centimetri di strada?
Proprio ieri un ciclista in Sicilia è stato ferito gravemente da una macchina che non solo andava contromano ma poi è fuggita senza prestare soccorso!!!!!!!
Direttore questo articolo se lo poteva risparmiare

Ciclista distratto?
22 maggio 2020 14:00 Franco
Qualche anno fa un gruppo di ciclisti ha imboccato l'autostrada A27 nel tratto iniziale, che non prevede il pedaggio

Succede
22 maggio 2020 14:25 trifase
Succede, capitato anche a me una volta. Non serve offendere in quel modo il malcapitato , ma mi pare che questo atteggiamento sia il timbro di tuttobici...

BUONSENSO
22 maggio 2020 22:12 libero pensatore
La percentuale dei ciclisti idioti è più o meno uguale agli automobilisti solo che questi ultimi oltre che idioti sono anche criminali,il vero ciclista quando guida l'auto ha il massimo rispetto per il ciclista.

Sono un miracolato
22 maggio 2020 22:22 Moss
Sono esattamente 23 anni che percorro la superstrada 36 da Abbadia Lariana a Lecco e viceversa per recarmi sul posto di lavoro(unica via di collegamento) e" per ora" ne sono uscito incolume,il problema sta' nella " buropazzia" che blocca la realizzazione della ciclabile già progettata e finanziata .Avrei 3kg di aneddoti da raccontarvi ma non mi sembra il caso.PS spero non mi venga intitolata alla memoria la struttura tanta desiderata.Moss

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Una vittoria al Tour de France 1998 indossando la maglia Gialla dalla prima all'ultima tappa, sette successi di tappa ottenuti in vari anni sempre al Tour, il campionato mondiale su strada a Verona nel 1999, due vittorie al Giro d'Italia...


Prendete la preparazione e le nuove brillanti idee di fi:zi’k, mettetele insieme allo stile unico di PEdALED ed ecco a voi le nuove Jary Terra Powestrap X4, calzature votate all’avventura e pronte per voi dopo aver sfidato alcuni dei sentieri più duri al...


Tutti insieme a protestare per la nmorte di un ragazzo investito. I professionisti ecuadoriani - Richard Carapaz (Ineos), Jonathan Caicedo (EF), Jefferson Cepeda (Caja Rural) e Alexander Cepeda (Androni) - sono scesi in piazza insieme ad un altro centinaio di...


Nella nuova GB Junior Team, formazione della categoria Juniores, è arrivato quest'anno Riccardo Groppo. Riccardo è il figlio di Marco Groppo, ex professionista e promessa del ciclismo italiano negli anni Ottanta, vincitore della classifica dei Giovani al Giro d'Italia del...


Chiariamolo subito, è un quiz nel quale non si vince nulla se non la soddisfazione - soprattutto se non si è un po' in là con gli anni - di riconoscere al volo i campioni che vi proponiamo. Quindi non...


  Una bicicletta Specialized personalizzata, donata a Papa Francesco dal campione del mondo Peter Sagan, una maglia della Roma in edizione limitata e la fascia di capitano, entrambe autografate da Francesco Totti, il body da gara autografato di Filippo Tortu...


Un messaggio di rinascita attraverso lo sport. Obiettivo tricolore è la grande staffetta di Obiettivo3*, un lungo e appassionante viaggio che in due settimane (dal 12 al 28 giugno) vedrà oltre cinquanta atleti paralimpici, tra i quali il campione Alex...


Proseguono i lavori di preparazione della 6 Giorni delle Rose di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza), in programma al Velodromo “Attilio Pavesi” dal 30 luglio al 4 agosto, nuova collocazione nel calendario dopo un primo rinvio della manifestazione (che in origine sarebbe...


La bicicletta sta vivendo una nuova giovinezza, favorita dall'emergenza e dalle nuove regole che governano la nostra vita. E le due ruote possono diventare uno strumento prezioso anche per le vacanze, per scoprire l'Italia, per imparare ad amare il nostro...


Sono i paradossi - forse inevitabili ma sempre paradossi - del ciclismo che cerca di ripartire. L’Uci non ha ancora fornito alle squadre alcuna indicazione su protocolli e norme da seguire, ma chiede sin d’ora indicazioni su raduni e ritiri...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155