BRAILSFORD. «ANDREMO AL TOUR SOLO SE CI SARA' LA MASSIMA SICUREZZA»

PROFESSIONISTI | 17/04/2020 | 12:05
di Paolo Broggi

«Andremo al Tour de France solo se ci saranno assicurate le massime condizioni di sicurezza. E ci riserviamo il diritto di ritirarci se lo riterremo necessario»: sono le parole di Dave Brailsford, grande capo del Team Ineos, pronunciate in una intervista al Guardian.

«La nostra intenzione è quella di partecipare, ma lo faremo solo dopo aver valutato la situazione e vedremo giorno per giorno come si svilupperanno le cose».

Non è una presa di posizione fine a se stessa, quella di Brailsford visto che il suo team - prima Sky e poi Ineos - ha sempre avuto la sicurezza sanitaria dei corridori tra i suoi obiettivi principali.

Disinfezione del pullman, amuchina a gogo per il lavaggio delle mani degli ospiti e dei giornalisti, sterilizzazione delle camere degli hotel, sale separate per cena e colazione rispetto agli altri ospiti, addirittura Richie Porte che dormiva in un van asettico parcheggiato fuori dagli alberghi del Giro d'Italia, in ogni caso ricerca estrema della massima igiene per impedire che i corridori entrassero in contatto con virus e batteri. Come dire che in casa Ineos in pratica sono già pronti alla sfida con il Covid-19 e pretenderanno davvero il massimo - sotto questo aspetto - anche dagli organizzatori del Tour e dalla Francia intera.

Copyright © TBW
COMMENTI
Impossibie la sicurezza
17 aprile 2020 13:58 venetacyclismo
Il ciclismo il mondo dello sport non può dare queste garanzie impossibile contro il virus, il ciclismo riprenderà nel 2021 , preparato , ora sarebbe solo un grande rischio, un rischio di far saltare tutto il sistea, non scherziamo

sicurezza di non correre..
17 aprile 2020 15:11 cervo2
Caro veneta, se si riprende nel 2021 il tour penso lo faranno gli organizzatori tra loro, perché le altre squadre saranno già tutte fallite...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sidi presenta la nuova Fast, un concentrato di performance e tecnologia che garantisce le caratteristiche di rigidità, morbidezza e flessibilità dei prodotti dell’azienda trevigiana con una facilità di regolazione precisa e migliorata. Anche in questo nuovo modello sono state testate...


Non aveva ancora sulle spalle la maglia gialla quando Tadej Pogacar ha inviato al Comitato Organizzatore dei Campionati del mondo UCI 2020 di Imola - Emilia Romagna questo video, ma già aveva nel mirino la rassegna iridata che andrà in...


Archiviata anche la passerella finale degli Champs Elysées, è il momento di fare i conti: il Tour de France 2020 ha raggiunto quota 30 ritiri. Di 176 corridori partiti il 29 agosto, 146 hanno preso parte alla decisiva crono di ieri....


Tom Pidcock, vincitore quest'anno del Giro d'Italia Under 23, è il primo acquisto del Team Ineos Grenadiers per la prossima stagione. Lo anticipa il Telegraph spiegando che il giovane britannico è solo il primo tassello della rifondazione che Sir Dave...


In 170 alla bella festa presso la sede della Misericordia di Carmignano per festeggiare gli 80 anni di Franco Bitossi, un grande campione del ciclismo nato in questo comune nella piccola borgata di Camaioni sulle rive del fiume Arno, e...


Non è stato un sabato qualunque, ma un sabato alla grande, quello trascorso il 19 settembre da un gruppo d’amici, legati al ciclismo da eccellenti meriti personali con contorno di medaglie d’oro conquistate alle Olimpiadi, ai mondiali e ai campionati...


Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis...


L'ex campione del mondo di ciclismo su strada Joop Zoetemelk, 73 anni, che conquistò la maglia iridata nel 1985 mentre cinque anni prima aveva vinto il Tour, è stato investito da un'auto mentre andava in bicicletta nella regione metropolitana di...


La borsa sottosella è davvero utile e questo non lo dico solo nella veste di appassionato di gravel, infatti, mi è capitato diverse volte di montarla sulla bici da corsa per le uscite particolarmente lunghe. Nelle ultime settimane non ho...


Pogacar ha stupito tutti ma non se stesso. Dopo l’incredulità iniziale, il giovane sloveno, che domani compirà 22 anni, è rimasto con i piedi per terra e con calma sta metabolizzando la sua impresa."E’ tutto incredibile. Anche se fossi arrivato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155