SEI GIORNI DI BERLINO. VERSO UN'ULTIMA NOTTE SPETTACOLARE

PSICOLOGIA | 28/01/2020 | 07:41

Si annuncia una serata finale degna della miglior tradizione alla Sei Giorni di Berlino: al termine della quinta tappa, infatti, sono balzati al comando i danesi Marc Hester e Oliver Wulff Frederiksen ma la situazione è apertissima con quattro vittoria in lotta per la vittoria finale. Intanto il bresciano Imerio Cima, che corre i coppia con il russo Kulikov, occupa il decimo posto a 9 giri dai leader.

Gli Under 23 azzurri Diego Bosini e Mattia PInazzi continuano invece la loro corsa in sesta posizoone nella prova riservata ai giovani.

LA CLASSIFICA

1   Marc Hester (DEN) / Oliver Wulff Frederiksen (DEN)    0  380
2   Andreas Graf (AUT) / Andreas Müller (AUT)             0  332
3   Morgan Kneisky (FRA) / Theo Reinhardt (GER)         - 1  381
4   Wim Stroetinga (NED) / Moreno De Pauw (BEL)         - 1  374
5   Stephen Bradbury (GBR) / Chris Latham (GBR)         - 7  287
6   Matt Bostock (GBR) / Andrew Tennant (GBR)           - 7  264
7   Denis Rugovac (CZE) / Ludek Lichnovsky (CZE)        - 7  257
8   Richard Banusch (GER) / Sebastian Schmiedel (GER)   - 7  215
9   Moritz Augenstein (GER) / Nils Weispfennig (GER)    - 8  230
10  Imerio Cima (ITA) / Vladislav Kulikov (RUS)         - 9  249
11  Stephen Hall (AUS) / Joshua Harrison (AUS)          - 9  229
12  Arne Birkemose (DEN) / Anders Fynbo (DEN)           -10  213
13  JB Murphy (IRL) / Marc Potts (IRL)                  -10  139
14  Henning Bommel (GER) / Kersten Thiele (GER)         -14  148
15  Bartosz Rudyk (POL) / Damian Slawek (POL)           -14  138
16  Bryan Boussaer (BEL) / Moritz Malcharek (GER)       -16  143
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Anna Van der Breggen è abituata apodi e maglie importanti ma l'emozione risce sempre a far capolino sul suo volto: «È davvero bello essere qui e poter correre il mondiale: anche se c’è meno gente lungo le strade e al...


Ci sono "progressi significativi" nelle condizioni di Alex Zanardi, a fronte dei quali "i medici ribadiscono, comunque, il permanere di un quadro clinico generale complesso, sulla cui prognosi è assolutamente prematuro sbilanciarsi". E' quanto afferma una nota dell'ospedale San Raffaele...


Vittoria Bussi sorride al termine della sua fatica mondiale e spiega: «Il vento si è fatto sentire, vi assicuro che la prima parte sembrava interminabile. È stato molto bello, a 33 anni mi emozione ancora come una bambina. Ero tesa,...


Anna Van der Breggen è la nuova campionessa del mondo della cronometro e aggiunge un'altra perla alla sua collezione di vittorie. L'olandese, fresca vincitrice del Giro Rosa, ha preceduto la svizzera Reusser e l'altra olandese Ellen Van Dijk. Miglior azzurra...


Bruttissima caduta per la statunitense Chloe Dygert nel corso del campionato mondiale a cronometro. In netto vantaggio su tutte le avversarie all'intermedio, Dygert è stata inquadrata dalla regia televisiva mentre perdeva letteralmente il controllo della bicicletta impostando una curva -...


L’origine del mito dipende spesso da un luogo, un luogo che può anche diventare magia per un appassionato. È cosi che il nuovo gruppo gravel Campagnolo Ekar™, il più leggero al mondo, prende il nome dal Monte Ekar, una cima...


È uno dei talenti più puri del nostro ciclismo giovanile: Antonio Tiberi sta confermando anche tra gli Under 23 le belle cose che aveva fatto vedere tra gli juniores. E domenica ha firmato un capolavoro imponendosi nell'internazionale Trofeo città di...


Potrebbe essere una rivincita della Milano-Sanremo. Così gli analisti di Stanleybet.it vedono i campionati mondiali di ciclismo su strada, in programma domenica sul circuito di Imola, con partenza e arrivo nell’Autodromo. I favoriti sono infatti Wout van Aert e Julian...


Nuovo acquisto per la Cofidis in vista della stagione 2021: arriva infatti il ventinovenne scalatore spagnolo Ruben Fernandez che sarà un punto di riferimento importante per Guillaume Martin. Fernandez ha vinto il Tour de l’Avenir nel 2013 e poi nella...


Un grave lutto ha colpito Ivano Paleari, presidente del team dilettantistico Named Rocket. E' scomparso il padre Maurizio, di anni 71 (li aveva compiuti il 3 settembre). Era in cura presso il Policlinico di Monza. Nulla però lasciava presagire un...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155