LINEA VERDE. LUCA CRETTI, IL TALENTO CHE AMA ANDAR PER FUNGHI

CONTINENTAL | 14/01/2020 | 07:33
di Danilo Viganò

Luca Cretti diventa corridore grazie alla società Cicli Peracchi che in paese organizzava una gara di mountain bike per soli bambini. Aveva 7 anni. Bergamasco di Sovere, nella Val Borlezza, Cretti ha fatto parte della Massì Supermercati, diretta da Walter Clivati e Roberto Pellegrini, nelle stagioni 2018-2019 vincendo tra gli juniores tre gare, due lo scorso anno a Caraglio (Cuneo) e il Gran Colli Banini a Graffignana, nel Lodigiano. Ma continua a essere protagonista con una serie di risultati importanti nelle corse internazionali: terzo al Gran Premio della Arno, undicesimo al Trofeo Buffoni, dodicesimo nella classifica generale del Giro della Lunigiana che ha disputato con la maglia azzurra della Nazionale Italiana.

Avrebbe potuto vincere anche a Castel d'Ario (nazionale, Gran Premio Dmt-Gran Premio Alè), e ad Albese con Cassano nel paese di Fabio Casartelli, dove in entrambe le occasioni si è classificato in seconda posizione. Cretti è un corridore completo, collaudato per le gare impegnative e di alto livello, ma che può dare di più. Luca non è l'unico ciclista in casa Cretti. Gareggia anche il fratello minore Paolo (14 anni), quest'anno allievo nella Vallecamonica, mentre Fabio il più piccolo (7 anni) si cimenta nell'atletica leggera. Mamma Flavia fa l'assistente sociale a Pisogne, papà Marco ha un negozio di alimentari a Sovere. Studente del Liceo Scientifico delle Scienze Applicate all'Istituto D'Istruzione Superiore "Decio Celeri" di Lovere, Luca Cretti si prepara all'esordio tra gli Under 23 con la squadra Continental della Beltrami Tsa Marchiol diretta da Orlando Maini, Roberto Miodini e Mirco Lorenzetto.

Cosa ne pensi del momento del ciclismo italiano?
«Nonostante quello che si dice, sta andando bene e i risultati parlano chiaro».

A quale età hai cominciato a correre?
«Da G1 per la Cicli Peracchi di Sovere, con una bici Peracchi gialla e blu».

Il più forte corridore di tutti i tempi?
«Mathieu Van Der Poel, un corridore per tutte le specialità».

Segui altri sport con la stessa passione del ciclismo?
«Seguo molto il calcio, anche perchè partecipo al fantacalcio on-line (tifa Atalanta,ndr), poi anche lo sci e i motori».

I tuoi peggiori difetti?
«Sono un pò testardo».

Il tuo modello di corridore?
«Ivan Basso».

Cosa leggi preferibilmente?
«Non leggo, però mi tengo informato sulle news di calcio e ciclismo».

Cosa apprezzi di più in una donna?
«Il sorriso».

Sei social?
«Non tanto, preferisco la privacy per quanto riguarda le mie cose».

Cosa cambieresti nel ciclismo di oggi?
«Bisognerebbe far crescere con calma i giovani per portarli ancora integri nel ciclismo maggiore, e questo deve essere un monito sia per i genitori che per le squadre».

Piatto preferito?
«Pizza».

Hobby?
«Andare per funghi».

La gara che vorresti vincere?
«L'Amstel Gold Race».

Televisione, cinema o teatro?
«Televisione, principalmente i film».

I ragazzi di oggi con quelli di ieri: le differenze?
«Rispetto a quello che si dice, i ragazzi di oggi non sono poi così distanti da quelli di una volta. E' solo cambiata un'epoca».

 



 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Jakob Dorigoni e Francesca Baroni sono indubbiamente gli atleti del momento del ciclocross italiano. Dorigoni è il nuovo campione italiano Elite 2020 (pur essendo ancora under 23) e ha battuto un’icona del ciclocross come Gioele Bertolini. Jakob punterà anche ad...


Riflettori puntatik sulle classiche delle Ardenne, i cui percorsi sono stati presentati oggi dagli organizzatori di ASO. La Doyenne, tornata nel cuore di Liegi nel 2019, lo farà anche nel  2020. Per il secondo anno consecutivo, la Liegi-Bastogne-Liegi maschile e...


Parla eritreo la seconda tappa della Tropicale Amissa Bongo, la più corta della corsa cjhe si svolge sulle strade del Gabon. Sul traguardo di Oyem, infatti, il ventenne Natnael Tesfatsion (NTT Continental Team) ha colto la sua prima vittoria nella...


Portano la firma prestigiosa di Alé Cycling le maglie del Giro d'Italia Giovani Under 23 e sono cinque: Rosa Enel - Leader della classifica generale Rossa Vodafone - Leader della classifica a punti Verde WorkService Group - Leader della classifica...


Nasce a Milano il 43° Giro d'Italia Giovani Under 23 Enel che andrà in scena dal 4 al 14 giugno prossimi. Sarà ancora una volta una sfida affascinante tra i migliori talenti mondiali e al tempo stesso un'occasione di crescita...


Non è cominciata con il piede giusto la stagione per Aliaksandr Riabushenko. Il bielorusso della UAE, infatti, è rimasto vittima di una caduta durante la prima tappa del Tour Down Under. Immediatamente soccorso e accompagnato in ospedale, Riabushenko è stato...


Saranno le scuole di Gemonio e Cittiglio ad ospitare i primi due appuntamenti 2020 del progetto scolastico “Pedala, pedala in sicurezza…” promosso dalla Cycling Sport Promotion e da anni parte integrante della formazione dei bambini delle scuole primarie e secondarie...


Sono davvero tante le iniziative che il mondo del ciclismo sta mettendo in campo per aiutare l’Australia profondamente ferita da una stagione di incendi senza eguali. Tra queste merita di essere segnalata quella proposta da Segafredo Zanetti Australia perché chiama...


Sam Bennett ha iniziato nel migliore dei modi la sua avventura conla Deceuninck - Quick-Step, ottenendo la sua prima vittoria in assoluto nel Tour Down Under sul traguardo di Tanunda, dove la corsa è tornata dopo sette anni. «Mentirei se...


Prima corsa dell'anno e prima vittoria della Deceuninck Quick Step, proprio come un anno fa: allora era stato Elia Viviani ad imporsi, oggi tocca a Sam Bennett. Il campione irlandese ha vinto allo sprint la tappa inaugurale del Tour Diwn...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155