VAN DER POEL. «A SILVELLE VOGLIO IL TRIS EUROPEO»

CICLOCROSS | 08/11/2019 | 12:53

Cresce l’attesa per vedere in azione il talento di Mathieu Van der Poel ai Campionati Europei di Silvelle di Trebaseleghe (PD), in programma Domenica 10 Novembre. Il fuoriclasse olandese ha dimostrato lo scorso week-end alla Ruddervoorde di avere già un ottimo colpo di pedale, dominando la corsa, nonostante fosse solamente la prima uscita del suo inverno ciclocrossistico. In Veneto la posta si alza e l’obiettivo è quello di centrare la sua terza maglia di campione europeo consecutiva, dopo quelle conquistate a Tabor 2017 (Repubblica Ceca) e Rosmalen 2018 (Paesi Bassi).

La stagione del ciclocross è cominciata a metà settembre, con le prime due prove di Coppa del Mondo negli Stati Uniti, a Iowa City e Waterloo, ma per vedere in azione colui che di questa disciplina è la star indiscussa, si è dovuto aspettare fino al 3 novembre. Il tutto perché Van der Poel ha dovuto incastrare tre specialità diverse in pochi mesi.

“Se è stato difficile guardare le prime gare di ciclocross in televisione? No, perché avevamo fatto un programma e lo abbiamo rispettato – spiega senza esitazioni il 24enne olandese –. Avevo bisogno di un periodo di riposo dopo mesi impegnativi tra gare su strada e mountain bike, e in vista di un 2020 che si preannuncia molto esigente. Sono felice di tornare a competere nel ciclocross, la concentrazione è alta e l’obiettivo è quello di arrivare al massimo della forma al Campionato Mondiale di Dübendorf a febbraio”.

Nel 2011, tra gli junior, il corridore della Corendon-Circus vinse il suo primo Campionato Europeo a Lucca. Dopo averne conquistati altri tre nel mezzo, l’olandese è pronto a tornare in Italia, in quella che sarà una prima volta per lui nel circuito di Silvelle. Un percorso che invece conosce bene suo padre, Adrie Van der Poel, che chiuse terzo nelle prove del Superprestige nel 1997 e 1998.

“Non sono mai stato a Silvelle e non conosco il percorso – continua Mathieu -. Con mio padre parlo poco delle gare del passato, ma se sa qualcosa di importante riguardo il percorso della gara di domenica, certamente me lo dirà”.

Sono in molti a chiedersi se c’è qualcuno che riuscirà ad impensierirlo. Van der Poel mantiene le ali basse e individua i rivali che potrebbero creargli dei grattacapi: “È sempre difficile fare i pronostici. Prima di Ruddervoorde mi sono sbilanciato su Eli Iserbyt e Tom Pidcock".

"Domenica però entrambi non sono saliti sul podio, ma suppongo non avessero recuperato dall’impegnativo Koppenberg. Pertanto, me li aspetto nuovamente protagonisti a Silvelle, perchè sono in ottima forma e tutti e due amano i grandi appuntamenti. Inoltre, bisogna tenere d’occhio atleti come Toon Aerts e Laurens Sweeck, ma in questo senso molto dipenderà dalle condizioni del campo gara e in generale dal meteo. Sono entusiasta e motivato a conquistare il terzo titolo Europeo Elite, ma non sarà una giornata semplice”.

Il Campionato Europeo si aprirà Sabato 9 Novembre, con le gare degli atleti Master, divisi in15 categorie, che prenderanno il via alle 9.00 per concludersi intorno alle 16.00.

Il programma della Domenica scatterà alle 9.00 con la grande novità, la gara Donne Junior, che farà il proprio ingresso nel programma degli Europei proprio a Silvelle. Seguono gli Uomini Junior alle 9.50, le Donne U23 alle 11.00, gli Uomini U23 alle 12.20, le Donne Elite alle 13.50 e, infine, gli Uomini Elite alle 15.20.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sarà il giorno della verità, 36, 2 chilometri di passione verso la vittoria finale. Sarà la guerra personale tra Roglič e Pogačar e quei 57 secondi che separano i due sloveni. Roglič è pronto, solo il tempo...


“Atleti non si nasce per caso e le doti del campione si vedono, basta saperle capire e tirare fuori”. Queste sono le parole di Bogdan Fink, il direttore del più grande club di ciclismo della Slovenia, l'Adria Mobil di Novo...


Ed eccoci alla crono della verità, una crono che ha ancora molto da dire. L'unica prova contro il tempo della Grande Boucle 2020 è una crono esigente e, come sempre accade alla fine di un grande giro, può dare risultati...


La frattura del trochite omerale, un ossicino della spalla (di vitale importanza però per alcuni movimenti del braccio), con l’aggravante di un grosso edema, rischiano seriamente di tenere fermo ai box Andrea Garosio per tutta la stagione (tra l’altro da...


Una classica per creare la Nazionale per Imola. Il Giro dell'Appennino, che si disputa oggi, servirà al ct Davide Cassani per definire le sue ultime scelte e annunciare la nazionale che correrà domenica 27 il mondiae a Imola. Il Giro...


Ultima fatica per le ragazze del Giro Rosa che dovranno affrontare per ben 4 volte il circuito di Motta Montecorvino che presenta non poche asperità. E per non farsi mancare nulla, ci sarà l’ennesimo arrivo in salita, questa volta valevole...


Nella pittoresca cornice del Salone Gino Benedetti del Castello di Desenzano del Garda, si è tenuta la Conferenza Stampa per questa edizione speciale del Colnago Cycling Festival 2020. A due settimane dal weekend cicloturistico più atteso del lago di Garda,...


Dal 24 al 27 settembre 2020 i nostri campioni in maglia azzurra pedaleranno sui tracciati di #Imola2020 per contendersi i titoli mondiali in palio. Ma si sa, facendo squadra vinciamo tutti. E...


  Il Giro Rosa è una di quelle corse magiche, una specie di scrigno che rinchiude mille emozioni ma soprattutto tanti sogni che tessono storie senza fine. Abbiamo ancora negli occhi il ritiro di Annemiek Van Vleuten, siamo in trepidante...


Sarà un fine settembre ricco di appuntamenti che farà da preludio ad un mese di ottobre che si annuncia lungo e costellato di eventi di primissimo piano per la Zalf Euromobil Désirée Fior.Con la stagione 2020 che è stata completamente...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155