DOPO SEI ANNI, FUMY BEPPU DICE ADDIO ALLA TREK SEGAFREDO

PROFESSIONISTI | 07/11/2019 | 09:07

Dopo sei anni intensi Fumy Beppu lascerà la Trek Segafredo alla fine di questa stagione. Il trentaseienne giapponese ha fatto parte del team statunitense sin dalla sua nascita nel 2014 ed è stato un compagno di squadra prezioso e disinteressato, sempre pronto a lavorare per i compagni di squadra e per la crescita del team.

Un uomo squadra, Beppu, che ha sempre messo al primo posto i suoi compagni, ma di tanto in tanto ha saputo cogliere le sue opportunità. Come accaduto nel 2015, quando ha fatto impazzire i suoi tifosi vincendo il Criterium della Japan Cup, risultato che ha ripetuto nel 2016.

Fumy Beppu chiosa: «Sono molto grato per l'opportunità che la Trek Segafredo mi ha dato e non posso ringraziare abbastanza il team per gli ultimi sei anni. Sono stato nella famiglia Trek sin dall'inizio, quindi non è una decisione facile per me quella di lasciare, ma era tempo che prendessi una nuova direzione per affrontare nuove sfide. Voglio ringraziare tutti i membri del team, tutto lo staff, i compagni di squadra e gli sponsor che mi hanno supportato negli anni. È stato un momento molto speciale in la mia carriera che non dimenticherò mai».

Luca Guercilena, direttore generale di Trek-Segafredo, a sua volta aggiunge: «Fumy è sempre stato un compagno di squadra leale e vogliamo ringraziarlo per questo. Gli auguriamo un futuro brillante per la sua nuova sfida».

ENGLISH VERSION

After six glorious years with Trek-Segafredo, Fumy Beppu will be ending his contract with the USA-registered WorldTour team at the end of the year.
 
Fumy Beppu has been a member of the team since its inauguration in 2014 and has been a selfless and hard-working teammate who has given everything to help the organization grow and succeed over the years.   
 
A devoted team player, Beppu always put his teammates first, but from time to time had his own opportunities.  In 2015, Fumy stole the hearts in Japan by winning the Japan Cup criterium, a feat he repeated in 2016. Two big home wins for a noble teammate.
 
Fumy Beppu: "I am very grateful for the opportunity Trek-Segafredo has given to me and cannot thank the organization enough for the last six years. I have been in the Trek family from the beginning, so it is not an easy decision for me to leave, but it was time for me to take a new direction and new challenges. I want to thank everyone in the team, all the staff, teammates, and sponsors who supported me over the years. It has been a very special time in my career that I will never forget."
 
Luca Guercilena, Trek-Segafredo General Manager: "Fumy always played as a fair and loyal teammate, and we would like to thank him for that. We wish him a bright future on his new challenge."

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ciclismo giovanile comasco fermo fino al 2021. Niente gare e dispersione di corridori che, fermi da marzo e senza la prospettiva di competizioni, non si stanno più ripresentando agli allenamenti. È un quadro a tinte fosche quello che riguarda l’attività...


Le abbiamo viste i piedi di Gilbert in mezzo alla polvere della Roubaix, ma anche osservate bene indossate da Geraint Thomas e Carapaz, vincitori rispettivamente di Tour de France 2018 e Giro d’Italia 2019. Insomma,  le Infinito R1 di Fi'zi:k...


Manca meno di un mese alla tanto attesa quanto desiderata ripartenza, con il WorldTour che scatterà il primo di agosto con la “Classica del Nord più a Sud d’Europa”, vale a dire le Strade Bianche. Ed è proprio da Siena...


Anche in Franci a ieri si è ricominicato a gareggiare ed è stato Thibault Guernalec, portacolori del Team Arkéa-Samsic, a conquistare il successo nella crono SportBreizh di Plouhinec. La prova, aperta a professionisti e dilettanti epoi alle categorie giovanili, si...


E’ il 3 giugno 1990, si corre la Moena-Aprica, sedicesima tappa del Giro d’Italia. Per la prima volta la corsa rosa affronta il Mortirolo, seppur dal versante di Monno, il meno ripido. All’inizio della salita un ragazzino romagnolo classe ’77...


Il cognome Bergamo, nel ciclismo professionistico, si declina con i nomi propri si Marcello, Emanuele – due fratelli – e Marco, professionista trentino della Val di Non, per quattro anni, nella seconda metà del decennio 1980. Per spessore e rilevanza...


L'ispirazione l'ha avuta dal fratello Marco, ma il suo modello è Tom Dumoulin. Nicola Plebani, fino allo scorso anno juniores nel Team F.lli Giorgi, fa parte della nuova generazione di giovani talenti del bergamasco. Classe 2001, diciannove anni a ottobre,...


Quando ripartiremo? Una domanda che anche il mondo del ciclismo, tecnici, atleti e appassionati si sono ripetuti ossessivamente per mesi. Oggi questa domanda ha finalmente una risposta: si ripartirà mercoledì 9 luglio con la prima prova del Master delle Piste che...


  L’intervista. Ilaria Sanguineti, “Sono pronta per il rientro in Spagna”Dopo due anni in maglia Valcar-Travel & Service (e altrettanti quando era ancora una junior) Ilaria Sanguineti si appresta a vivere una stagione spartiacque della sua carriera. Sì, perché il...


Il portoghese della UAE Team Emirates si è imposto nella “Prova de Reabertura” del calendario ciclistico portoghese corsa oggi ad Anadia. Costa ha coperto i 22 chilometri del percorso in 28’10”. Secondo posto per Rafael Reis (Feirense) in 28’13”; terzo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155