MONDIALI. LA RASSEGNA SI CHIUDE CON IL BRONZO DI MATTEO BIANCHI

PISTA | 18/08/2019 | 21:36

L'ultima giornata di gare dei Campionati Mondiali pista juniores di Francoforte, regala all'Italia un'altra bellissima medaglia.

Succede nel KM TT con Matteo Bianchi che in 1'02"068 conquista uno splendido bronzo. L'altoatesino classe 2001, che in questa rassegna iridata abbiamo visto piazzarsi nel keirin e impegnarsi al torneo Sprint, è un giovane di talento e questo bronzo mondiale conferma il suo spessore sommandosi al bronzo di specialità vinto ai recenti europei. 

1'02"598 in 57.509 km/h è il crono di qualifica di Matteo che gli è valso il sesto tempo e l'accesso alla finale a otto per il podio. L'azzurrino sapeva che per conquistare il podio avrebbe dovuto spingere a tutta la sua performance. Lo ha fatto: per lui il bronzo in 1'02"068 in 58.000 km/h, migliorando il crono di qualifica. Non solo. Matteo regala una medaglia in questa specialità che mancava all'Italia dai mondiali pista di categoria del 2009 dove a Mosca l'azzurro Loris Paoli l'conquistò argento. 

Curiosità - L'altoatesino di Laives che veste i colori del Team Campana Imballaggi - Rotogal, è figlio del sindaco della cittadina. Per lui prima arriva lo sci, poi la MTB che lo avvicina al ciclismo. E' stradista e pistard ed ha come idolo il campione olimpico Elia Viviani. Sogna Tokyo2020 e dice che il ciclismo è una scuola di vita.

Buono anche il piazzamento dell'altro azzurro il giovane Niccolò Galli, componente del quartetto che ha registrato il record italiano in 4'03"587 con l'ingresso nella Top Five mondiale della disciplina. Per Niccolò un crono di qualifica che vale un 15^ posto a 1'03"923. Oro al tedesco Gramcko Buck in 1'01"328 e argento all'olandese Dann Kool in 1'01"622.

Madison Donne e Uomini - Un vero peccato per la coppia Sofia Collinelli ed Eleonora Gasparrini, bronzo nel madison ai recenti europei pista, che a causa di una caduta di Sofia, senza riportare fortunatamente conseguenze, le azzurre hanno perso un giro e quindi punti preziosi proprio quando i giochi erano apertissimi per il podio. Chiudono quinte alle spalle delle Statunitensi, oro con 31 p., delle britanniche, argento con 15 p. e delle russe, bronzo con 14 p. Guà dal podio le olandesi con 11 p. Le azzurrine hanno vinto il 5^ sprint degli 8 in programma, si sono piazzate seconde al 3^ sprint, terze in 2 sprint e ultime allo sprint iniziale. Non si sono mai risparmiate ma la caduta ha condizionato l'epilogo del loro mondiale. 

Stessa sorte per la coppia Mattia Pinazzi e Alessio Bonelli. A causa di una caduta di Mattia dopo 20 giri, senza conseguenze, dopo aver sospeso la corsa per sistemare la pista, l'azzurro è ripartito. Bonelli non è rientrato subito come da regolamento e gli azzurri hanno perso un giro e punti preziosi. Tornati in gara hanno guadagnato un giro ma ormai troppo tardi per lottare per il podio. Chiudono noni. Il titolo iridato è andato alla Nuova Zelanda (49 p.), argento alla Germania (35 p.) e bronzo alla Francia (17 p.).

Nel Keirin Donne Lara Crestranello è costretta a correre ai ripescaggi per accedere alla semifinale. In questa sfida l'azzurrina chiude al terzo posto in una batteria vinta dalla tedesca Katharina Albers. Peccato per Lara, classe 2002, che aveva già segnato un settimo posto nello scratch perché penalizzata sul finale da una caduta. Senza quell'episodio avrebbe potuto giocarsela diversamente. Si conclude per Lara il mondiale anche nel keirin. Il titolo è stato vinto dalla tedesca Alessa-Catriona Propster.

La rassegna iridata del 2019 si chiude con un buon bilancio azzurro: il titolo iridato nel quartetto femminile, il quarto consecutivo in questa disciplina che conferma la scuola italiana dal 2016 (link alla news specifica dal sito: https://magliaazzurra.federciclismo.it/it/article/2019/08/16/inseguimento-a-squadre-donne-juniores-4-anni-di-trionfi/fbc50ea8-d4e0-4a10-a757-f5246256e7b7/), l'argento nell'omnium donne di Eleonora Gasparrini, che evidenzia la continuità del livello tecnico azzurro visto che prima di Eleonora, nelle ultime edizioni iridate l'Italia è sempre stata al vertice in questa specialità olimpica con i titoli mondiali di Balsamo, Paternoster e Guazzini nelle ultime edizioni mondiali del 2016, 2017 e 2018 ed il bronzo di Matteo Bianchi a distanza di dieci anni dall'argento di Paoli nel 2009.

Non solo medaglie ma anche ottimi piazzamenti azzurri nelle discipline di endurance da leggere in chiave futura. Su tutto il quartetto uomini composto da Lorenzo Balestra, Alessio Bonelli, Tommaso Gozzi, Mattia Pinazzi e Nicolò Galli che ha registrano il nuovo record italiano in 4'03"587 piazzando l'Italia nella Top Five mondiale con due atleti al primo anno. Da mettere in evidenza anche i piazzamenti conseguiti nell'inseguimento individuale sia uomini che donne: il 5^ posto di Andrea Piccolo, campione europeo a crono nonché bronzo in linea , ed il 7^ di Lorenzo Balestra,  un altro giovane talento già nell'organico del quartetto azzurro. Oltre al 6^ posto di Sofia Collinelli ed il 10^ di Camilla Alessio, entrambe componenti fondamentali del quartetto d'oro. 

MEDAGLIERE AZZURRO

ORO                          INSEGUIMENTO A SQUADRE - Camilla Alessio, Giorgia Catarzi, Sofia Collinelli, Eleonora Gasparrini e Matilde Vittilio

ARGENTO OMNIUM       Eleonora Gasparrini

 

BRONZO      KM TT            Matteo Bianchi

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Tom Dumoulin cinguetta per fare chiarezza e, anche giù dalla bici, dimostra una grande classe. In un lungo post giovedì scorso ha commentato gli sviluppi sul caso Aderlass che riguardano il suo ex compagno Georg Preidler e in particolare l'accusa...


Filippo Tagliani regala al Team Casillo Maserati una delle vittorie più belle della stagione, anche perché ottenuta a Ceglie Messapica, in quella Puglia che è terra di origine del main sponsor, Pasta Casillo. Filippo Tagliani  ha preceduto nell'ordine Raffaele Radice...


Davide Plebani, bergamasco della Arvedi Cycling, ha vinto la 52sima Targa Comune di Castelletto Cervo, nel Biellese, per elite e under 23 superando in volata l'ungherese Karl e il russo Losev. Ordine d’arrivokm 152 in 3h 36’42 media/h...


Offida sempre più fulcro dei grandi eventi del ciclismo nazionale ed internazionale e il Giro delle Marche in Rosa ha scelto la patria del merletto al tombolo per celebrare le protagoniste della breve corsa a tappe che ha consacrato...


Simone Consonni è stato un altro dei protagonisti del Memorial Pantani. Il corridore dell’Uae è entrato nella lunga fuga iniziale, una volta raggiunto dal gruppo è stato comunque capace di riemergere concludendo al quarto posto. Ma il bergamasco, qualche metro...


Diego Rosa, il piemontese classe 1989 professionista dal 2013, è stato un superbo protagonista del Memorial Pantani. Il portacolori del Team Ineos è stato in fuga sin dall’inzio della corsa ed è stato beffato proprio sul traguardo dal kazako Lutsenko,...


Davide Cassani ha fatto le sue scelte: dieci i nomi dei convocati per la trasferta mondiale nello Yorkshire. Al termine del Memorial Pantani, il ct azzurro ha diramato le convocazoni, scelti dieci azzurri in attesa di ufficializzare i nomi degli...


C’è lo zampino del grande diesse Martino (alis Beppe Martinelli) nella vittoria del kazako Alexey Lutsenko. Prima delle premiazioni il corridore dell’Astana Pro Team racconta. “Bella giornata, a 3 giri dall’arrivo pensavo che fosse finita e i due davanti arrivassero...


Con un colpo di grandissima classe Edward Theuns, 28enne belga della Trek Segafredo, si è aggiudicato questo pomeriggio la nona edizione della Primus Classic Impanis-Van Petegem (nota in precedenza come Grote Prijs Impanis-Van Petegem), che come ogni settembre si disputa...


Dopo la Coppa Sabatini, Alexey Lutsenko si impone anche nel Memorial Pantani. Il campione kazako dell'Astana sul traguardo di Cesenatico ha beffato Diego Rosa (Team Ineos) e Guillame Martin (Wanty-Gobert), che erano in avanscoperta dal km 20, rientrando su di loro...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy