GAVIA, UNA STELE PER RICORDARE TARCISIO PERSEGONA

NEWS | 13/08/2019 | 07:34

Una giornata intera dedicata al «ciclista del Gavia» e all’amico di una vita: Ponte di Legno ha voluto ricordare così Tarcisio Persegona, l’imprenditore parmense scomparso lo scorso 9 novembre a Parma, che in terra bresciana aveva trovato il suo “buen retiro” e che aveva scalato in bicicletta per ben 550 volte il Gavia. Qualche volta da solo, il più delle volte in compagnia e quasi in comitiva, con amici disposti a condividere con lui l’amore per la bicicletta e per una salita davvero speciale. Una salita che fra l’altro quest’anno ha respinto tanto il Giro d’Italia dei professionisti quanto il Giro Rosa.

Ora al Passo Gavia c’è la stele realizzata dall’artista Edoardo Nonelli in omaggio a Tarcisio Persegona e alle sue 550 ascese al Gavia. Alberto Pozzi, ciclista bresciano, 54 anni, racconta quel legame speciale con l’amico Tarcisio Persegona: «Ho conosciuto Tarcisio più di 20 anni fa, ero alle prime ascese al Gavia, mentre lui ne aveva già qualche centinaio al suo attivo. Aveva iniziato a salire quando la strada non era ancora asfaltata, tra nubi di polvere, e il Gavia era una salita mitica per ciclisti e non. Dopo le prime ascese insieme, l’amicizia si è intensificata, così ho potuto apprezzare Tarcisio Persegona. In casa custodiva tra l’altro un ricco materiale, cimeli, foto e ritagli di giornali sulle imprese dei ciclisti. Inoltre mi colpivano i suoi racconti, che erano davvero speciali: fin da piccolo aveva iniziato a pedalare, a 13 anni partecipava a gare ma senza allenarsi perché doveva lavorare. Con Tarcisio sono entrato in simbiosi e nel corso degli anni, oltre a salire insieme al Gavia, partecipavamo alle serate sul ciclismo e ad eventi che venivano organizzati a Ponte di Legno o in altre località e ci frequentavamo anche durante l’anno».

Tra gli ex campioni e amici di Tarcisio erano presenti Francesco Moser, Gianni Motta, Italo Zilioli, Ercole Gualazzini, Simone Fraccaro che ha portato al Passo Gavia la bicicletta delle 550esima salita al Passo Gavia dell’agosto 2018.

La giornata si è sviluppata in due momenti: l’ascesa del Gavia in bicicletta, dapprima in gruppo e poi – da Sant’Apollonia in avanti – seguendo il proprio ritmo, per alcuni con pedalata assistita, fino al mitico Passo, dove è stata inaugurata la stele appena posata, opera dell’ artista dalignese Edoardo Nonelli, con la scritta “550 Persegona”. “Ora, per salire, a Tarcisio più le ruote – ha spiegato Nonelli – e nella stele sono state idealizzate unendosi al numero 550 come se fossero nel cielo, al di sopra del severo profilo altimetrico del Gavia, raccontando la sua storia di uomo e di sportivo”.
La stele è stata benedetta da don Battista Dassa che ha recitato, insieme ai numerosi presenti, la preghiera del ciclista.

La seconda parte è avvenuta al Centro Congressi Mirella con la serata “Tarcisio per sempre” durante la quale è stata proiettata una intervista a Persegona del 2014 in cui ha ripercorso la sua vita di imprenditore e di amante del ciclismo. Poi, dal vivo, i suoi amici hanno ricordato i momenti più significativi del rapporto umano con Tarcisio, in un clima gioioso e scherzoso, come aveva sollecitato Beppe Conti e come avrebbe voluto lui. Alla fine, dopo che la figlia Mara ha ringraziato MirellaCultura, il Comune e la Pro Loco per l’iniziativa, è stato distribuito il libro fotografico.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Oggi i ciclocrossisti hanno disputato la prova del Master Smp internazionale a Saccolongo (Padova). Sui prati e sentieri padovani il miglior risultato tra gli alfieri Selle Italia – Guerciotti – Elite l’ha ottenuto Francesca Baroni, toscana della Versilia, seconda nella...


Non serve aggiungere nulla al messaggio postato poco fa da Alessandro De Marchi sui suoi profili social. L'episodio che racconta il friulano del Team CCC purtroppo è la quotidianità con cui si interfaccia chi pedala sulle nostre strade, rischiando ogni...


Cinque su cinque. Mathieu Van Der Poel (Corendon Circus) è imbattuto da quando ha iniziato la sua stagione di Ciclocross. Dopo le vittorie a Ruddervoorde (Superprestige), al Campionato Europeo di Silvelle, allo Jaarmarktcross di Niel e, ieri, nella prova di...


Matteo Busato chiude la sua avventura alla Androni Sidermec e in occasione della festa din fine stagione organizzata da l suo Fans Club annuncia che nel 2020 tornerà... da dove era venuto, vestendo quindi i colori della Neri Sottoli di...


A distanza di 24 ore dal trionfo in Coppa del Mondo a Tabor, nella Repubblica Ceca, Annemarie Worst concede il bis al Flandriesscross di Hamme (Belgio) seconda prova del DVV Trofeo per donne elite. Protagonista per tutta la gara, assieme...


Anche in Svizzera fa festa il team Corendon Circus. Il tedesco Marcel Meisen si è aggiudicato infatti la seconda prova dell'EKZ Cross Tour che si è svolto a Hittnau. Meisen ha preceduto di 37" il compagno di squadra David Van...


Mauro Santambrogio ancora sotto i riflettori e soprattutto alle prese con la giustizia sportiva. Il corridore comasco, che oggi ha 35 anni, è stato condannato dalla Procura Federale a tre mesi di squalifica e 500 euro di multa perchè «aveva...


E' un tweet ironico e amaro quello del Team Manager della Deuceuninck Quick Step che commenta il fatturato dei top team del mondo del calcio. La graduatoria pubblicata dal giornalista Marco Iaria vede al primo posto il Barcellona calcio con...


Un anno fa si domandava: cosa devo fare per passare? Ora ha un contratto. Simone Ravanelli è l'emblema di come la vita può cambiare in 12 mesi. Con la sua testa dura e tenacia è riuscito a realizzare il sogno...


Samuele Rubino lascia la Kometa per il Sud Africa. Il promettente corridore piemontese, che nel 2018 ha vinto il Campionato Italiano su strada della categoria Juniores, passerà al Team NTT nuova denominazione della sudafricana Dimension Data. Rubino farà parte del...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy