IL WOMEN'S WORLD TOUR PERDERA' FRECCIA E LIEGI

DONNE | 17/05/2019 | 07:10
di Bibi Ajraghi

Un duro colpo per tutti: per il World Women’s Tour, per l’Uci, per l’Aso e soprattutto per il movimento ciclistico femminile. Nel 2020 Freccia Vallone e Liège-Bastogne-Liège non faranno più parte del Women's WorldTour. Il motivo? ASO, che organizza la corsa, e la RTBF, televisione pubblica vallone, non sono in grado di fornire i 45 minuti di copertura televisiva in diretta richiesti per gli eventi del WWT.

A confermarlo ai colleghi di Directvelo è stato il presidente della Commissione strada dell'UCI, Tom Van Damme: «Una delle condizioni per far parte del Women's WorldTour è la garanzia di una copertura televisiva in diretta di almeno 45 minuti: ASO e RTBF non sono in grado di fornire questo servizio».

Le due corse entreranno a far parte della ProSeries, una nuova categoria di eventi di secondo livello che nascerà il prossimo anno.

Il colpo è duro evidentemente per il Women's WorldTour, nato nel 2017 come vertice del calendario mondiale femminile. È un duro colpo per l’Uci che da anni è impegnata a far crescere il ciclismo rosa e si trova improvvisamente sgambettata da Aso. Il presidente David Lappartient nelle scorse settimane ha apertamente criticato Aso dicendo: «Siete gli organizzatori leader nel mondo, dovete assumervi la vostra parte di responsabilità di fronte al mondo del ciclismo femminile».

È un colpo duro per Aso che vede retrocesse due delle sue gare di punta e comunque deve fare i conti con un danno di immagine che arriva dopo la figuraccia di quest’anno, con i cronisti di tutto il mondo costretti a fare la radiocronaca di Freccia e Liegi per la mancanza di immagini.

Più di tutti, però, è un brutto colpo per il ciclismo femminile in generale, che vede la strada per la crescita impennarsi improvvisamente sotto i pedali.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Fra appena due settimane il circus della Mercedes-Benz UCI Mountain Bike World Cup tornerà in Val di Sole per uno degli appuntamenti più amati del calendario mondiale, unica tappa italiana della Coppa del Mondo. Dal 2 al 4 Agosto, Daolasa...


Grazie alla tappa di ieri, oggi avrà il numero rosso, ma dal prossimo anno vestirà l’arancione della CCC. Matteo Trentin è chiaramente uno dei pezzi pregiati del ciclomercato, e il buon Jim Ochowicz pare non essersi fatto sfuggire il trentino,...


Tutti seri e concentrati per arrivare all'obiettivo, che è la vittoria nel Tour de France, certo, ma anche in casa Ineos c'è spazio per un piccolo fuori programma. Il Team twitta: "sei mesi fa il nostro tifoso Daniel ci aveva...


Arriva nel cuore della notte, alle 2.21 per la precisione, il comunicato della Bahrain Merida su Rohan Dennis: «Durante la tappa odierna del Tour de France, il corridore del Team Bahrain Merida, Rohan Dennis, si è ritirato a malincuore dalla...


Dopo le prime salite, che ieri invero non hanno regalato grandi emozioni, e prima di una due giorni in alta montagna il Tour de France propone l'unica crono individuale del suo percorso 2019. Una scelta decisamente anomala, quella degli organizzatori,...


  “Da quando ho cominciato a lavorare prima con la Vittoria per il cambio-ruote e adesso per la Dimension Data come direttore sportivo, riesco finalmente a vedere i primi in salita”. Potrebbe aggiungere che, solo da quando le fa in...


Giorni di grande fermento per il mercato e corridori in partenza dalla Astana: il 29enne spagnolo Pello Bilbao López de Armentia, molto tentato, per non dire ormai accasato (ma è solo questione di giorni: 1° agosto) al Team Bahrain, dove...


Impegno italiano per l’UAE Team Emirates, con la partecipazione alla seconda edizione dell’Adriatica Ionica Race, in programma dal 24 al 28 luglio. Per la formazione diretta dai tecnici Marco Marzano (Ita) e Paolo Tiralongo (Ita) saranno presenti Roberto Ferrari (Ita),...


Dopo le velociste a Parigi e le scalatrici sull’Izoard e a Le Grand-Bornand, La Course by Tour de France strizza l’occhio alle attacacnti. Sono loro le attese protagoniste oggi a Pau, sui cinque giri del circuito da affrontare per un...


Il primo successo da dilettante dell'aretino Riccardo Marchesini di domenica nel 64.o Giro del Montalbano riecheggia ancora negli ambienti ciclistici. A 25 anni, dopo cinque stagioni da dilettante è finalmente andato a segno, dopo anni mitigati da tanta amarezza ed...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy