SIMONE ZIGNOLI, DAL MONDIALE ALLE IENE PER AIUTARE NATAN

NEWS | 28/04/2019 | 11:11
di Pietro Illarietti

Dal Mondiale crono dei professionisti, a Le Iene, il passo è stato apparente breve ma nel mezzo vi è un oceano e molto altro e questa volta con al fianco un 15enne ticinese e tossicodipendente alla disperata ricerca di una vita normale.

Il protagonista in positivo è il brianzolo Simone Zignoli, noto alle cronache ciclistiche per essersi presentato al via dei Mondiali contro il tempo 2011 che si sono svolti a Copenaghen, grazie a un tesseramento con l’Albania. In quella crono iridata, non è nemmeno arrivato ultimo, nonostante il cambio rotto che lo ha costretto ad uno sforzo costante con il 55x12. Non aveva fatto le cose a caso e si era preparato grazie al supporto del dottor Pecci del Centro Mapei. La sua storia era piaciuta anche alle telecamere di Dribbling e Alessandra De Stefano gli aveva dedicato un ampio speciale.

Come anticipato, in questi giorni Zignoli è ancora sotto la lente delle telecamere, ma questa volta in tutt’altra veste. Una sorta di motociclista del bene che ha accolto il disperato appello giunto via social dalla giovane madre di Natan. Si è preso la responsabilità di portare il giovanissimo tossicodipendente in un viaggio lontano dalle tentazioni dell’infame dipendenza. Dal Cile alla Bolivia, per incontrare un missionario italiano. Un percorso difficile, a tratti drammatico, con le inevitabili crisi sempre in agguato.

Le Iene gli hanno già dedicato una puntata di martedì con oltre 30’ e tornerà questa sera, domenica, con altri 50’. I numeri toccati dal servizio sono stati strepitosi con oltre 2 milioni di visualizzazioni solo sulla pagina facebook.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Se si pensa a lui in noi affiora un sorriso. Dino Zandegù è chiaramente un uomo di compagnia, una personalità forte e garbata, porta gioia in ogni luogo, casa o piazza. È l’uomo della festa e suona strano sapere che...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la ventunesima tappa: Toni Bailetti ci racconta quella del 1963. “I giochi al Giro...


Conosce tutti gli sport ma ama soprattutto la bicicletta, che utilizza quotidianamente anche in città. «Ne ho tre, l’ultima me la sono regalata due anni fa: un’e-bike , una bellissima MTB customizzata di cui sono molto orgogliosa e che uso...


Il periodo della quarantena è stata un’inconsapevole occasione che ha dato un’importante accelerata all’innovazione e alla diffusione degli strumenti digitali nella so­cietà. Gli studenti ed i lavoratori fruiscono in modo massiccio dei software che han­no consentito loro di lavorare e...


Il Giro delle Fiandre ha perso il suo decano: si è spento a 93 anni Roger Decock, vincitore dell’edizione 1952 della Ronde, un’edizione memorabile a causa di vento, pioggia e freddo. Decock aveva scoperto la bicicletta durante la seconda guerra...


Tra qualche anno, il mondo guarderà al 2020 e al Covid-19 come ad uno snodo decisivo per la nostra generazione. Con la fase di progressiva ripartenza che sta coinvolgendo tutte le nazioni, è sempre più evidente come questo momento sia destinato a...


il grande ciclismo sta provando a rimettersi in moto con i corridori che hanno ripreso ad allenarsi e i calendari che forniscono finalmente degli obiettivi a cui mirare, anche se ancora distanti, ma anche il ciclismo di base ha bisogno...


Siamo molto dispiaciuti, sia come associazione A.C.O.F.I. che come addetti ai lavori facenti parte del fuoristrada, che il nostro Presidente Federale non abbia ancora dato una risposta alla nostra presentazione, questo ci fa pensare che il fuoristrada non sia proprio di suo...


Al lungo elenco delle giovani promesse del Bresciano che vanno in bici si aggiunge Gabriele Raccagni, in sella da quando aveva 7 anni: «Il merito è dei miei nonni Bruno e Francesco che correvano tra i cicloamatori. Grazie a loro...


Diciamoci la verità, è molto difficile ricevere regali da parte delle aziende, soprattutto in un periodo di vacche magre come questo . Quando ci viene detto che possiamo ricevere un omaggio, anche al supermercato, siamo sempre sul chi va là...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155