UAE TOUR. BENNETT: «MI SENTO UNO DEI PIU' VELOCI AL MONDO»

PROFESSIONISTI | 02/03/2019 | 15:39
di Diego Barbera

Si chiude l'UAE 2019 a Dubai ed è tempo di bilanci. Spazio alla premiazione del vincitore di tappa - Sam Bennett - e della classifica generale - Primoz Roglic - oltre che di tutte le altre maglie e classifiche con il nostro Elia Viviani che si è imposto in extremis in quella a punti. Le impressioni finali dei protagonisti.

Il vincitore dell'ultima tappa, Sam Bennett: «Ho chiesto ai ragazzi di mettermi a ruota di Gaviria nell'ultima curva e sono riuscito a difendere la posizione, perché era la più ambita. Troppi i treni qui, abbiamo preferito spendere le energie per entrare in scia di Fernando. Questo successo mi fa sentire uno dei più veloci del mondo, sento più fiducia».

Il vincitore della classifica generale Primoz Roglic: «Io ho iniziato a correre soltanto sette anni fa, perché prima saltavo con gli sci, non è stato facile raggiungere questo livello di prestazioni. Questa corsa non è stata così noiosa e facile come molti pensavano, c'erano due arrivi in salita, la quarta tappa a Hatta Dam con uno strappo impressionante nel finale e la crono a squadre, più due frazioni per i velocisti. Ora torno a casa felice per questo successo con tanti rivali molto forti, mi riposerò un po'».
 
Elia Viviani, maglia verde: «Oggi gli obiettivi erano due ovvero la maglia verde e la vittoria di tappa. Ho conquistato un punticino nel primo intermedio e abbiamo preparato al meglio la volata. Ho avuto un problema nella parte finale della gara dato che ho rotto il deragliatore così ho dovuto fare un po’ di avanti e indietro tra le macchine, ma questo non ha influito sulla volata visto che siamo partiti un po’ troppo indietro dall’ultima curva. Era troppo tardi: quando sono partito gli altri stavano già sprintando, oggi non ero al posto giusto. Ma sono contento perché un obiettivo è stato centrato, la maglia verde è sempre importante. Ora la Tirreno con buone sensazioni. Questa era una settimana cruciale: pensavo che avrei fatto più fatica e di essere poco brillante dopo l’importante blocco di lavoro delle scorse settimane, invece è arrivata una splendida vittoria di tappa e la maglia verde che dà consistenza a questa partecipazione. Inoltre, ieri la fuga era cercata non solo per i punti della maglia verde, ma anche per mettere un po’ di fatica nelle gambe. E ora la Tirreno dove le volate non sono mai semplici, ma siamo pronti per affrontare un’altra settimana prima della Sanremo e delle Classiche». 
 

La maglia bianca e terzo classificato David Gaudu: "Sono orgoglioso di finire terzo nella classifica generale, primo podio World Tour per me, e della maglia bianca. Anche oggi tanto vento, è stato stressante. Questo UAE mi darà carica per i prossimi appuntamenti, ma l'obiettivo stagionale è correre al fianco di Thibaut Pinot e di ottenere il miglior risultato possibile ad ogni gara che faremo insieme».


 
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
L’UCI fa il punto sulle corse annullate e sui programmi di ogni specialità alla luce della crisi pandemica. Ecco la situzione aggiornata: Mountain bikeLe manche della Coppa del Mondo di Mountain Bike UCI Mercedes-Benz 2020 di Lenzerheide (Svizzera) e Les Gets...


Il primo colpo di pedale sarà dato domani mercoledì 8 luglio alle ore 18 presso Opendream in Via Noalese, 94 a Treviso, alla presenza delle maggiori autorità locali. Un progetto ambizioso, che darà vita ad un nuovo concetto di benessere...


Sono i giorni più delicati per Alex Zanardi, che ieri, per la terza volta in 20 giorni, è stato sottoposto a un intervento chirurgico per la ricostruzione del volto dopo l'incidente occorsogli il 19 giugno, lungo la strada provinciale 146,...


La classica più antica, disputata per la prima volta nel 1876, organizzata da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in collaborazione con la Regione Piemonte in programma mercoledì 5 agosto, torna al passato anticipando di qualche giorno la Milano-Sanremo. Corsa nelle...


Torna il Cipo pensiero. Oggi il campione toscano presenta la sua riflessione sull'importanza delle cultura ciclistica. "Un patrimonio da valorizzare - sostiene Cipo - sulla spinta di FCI e Ministero dell'Istruzione".   


In Italia è necessario un cambiamento culturale, chi si occupa di mobilità sostenibile lo ripete da tempo. Lo ha ricordato lunedì sera anche l’architetto Matteo Dondè – esperto di mobilità ciclistica, sicurezza stradale e riqualificazione dello spazio pubblico – in...


Jovanotti è da sempre un grande fan di Zagor. Da questa sua passione nasce un’amicizia con Sergio Bonelli Editore che, dopo aver prodotto nella primavera del 2018 un albo speciale per celebrare Lorenzo e lo Spirito con la Scure, prosegue...


Stasera si sarebbe dovuto correre il trofeo Città di Brescia by Guizzi Memorial Fiori, appuntamento clou della stagione ciclistica dei dilettanti nella nostra provincia che ha valicato il traguardo del mezzo secolo di vita. Una occasione mondana per appassionati e...


Italiani e francesi: il binomio è spesso associato a rivalità storiche oltre che sportive. Questa storia, tuttavia, ci racconta un punto di vista diverso. Da inizio anno infatti, per la prima volta nella sua storia, il marchio italiano Ursus è...


Tornano i soliti problemi legati alla sicurezza stradale. Purtroppo non si può mai stare tranquilli perchè l'imprevisto è sempre dietro l'angolo. Spiacevole disavventura quella che è successa a Linus in bicicletta. Il popolare direttore di Radio Deejay è finito sul...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155