TRICOLORI. EVA LECHNER INSEGUE IL DECIMO TITOLO

CICLOCROSS | 11/01/2019 | 17:28

La bolzanina Eva Lechner cercherà, domenica 13 gennaio all'Idroscalo di Milano, di andare in doppia cifra ai Campionati Italiani. La trentatreenne portacolori del Creafin Tüv Sud in carriera si è aggiudicata ben nove tricolori nella categoria Donne Elite, e nella metropoli milanese cercherà di toccare quota 10. In realtà Eva sul podio tricolore del ciclocross è salita già dieci volte: la prima fu nella categoria Donne Juniores nel 2002 a Sassuolo quando gareggiando con la Dynamic Bike Team Appiano si mise al collo la medaglia di bronzo. Un lontano ricordo ma ancora ben vivo nella mente della trentina.

“Ero al primo anno della categoria, avevo provato solo due o tre volte a gareggiare nel ciclocross, agli Italiani di quell'anno all'ultimo giro eravamo davanti io e Francesca Cucciniello che correva per la Selle Italia Guerciotti. Dopo una cinquantina di metri dal passaggio dei box ho perso il pedale della bicicletta: correvo con una bici vecchissima e quindi non si poteva intervenire per rimetterlo a posto. E così mi è toccato fare tutto il giro di corsa con la bici a spalla: ho perso l'opportunità di giocarmi il tricolore che ha vinto la Cucciniello e mi hanno raggiunto e superato anche per il secondo posto, ma sono riuscita lo stesso a tagliare il traguardo in terza posizione”.

Da allora ne ha fatta di strada Eva Lechner che all'Idroscalo si presenta come favorita numero uno del lotto.

“La condizione è buona, le ultime gare in Belgio sono andate bene e quindi penso di essere pronta. Dopo i dieci giorni tirati tra allenamenti e gare in Belgio ho rallentato un attimo per recuperare dalla stanchezza, poi sono andata avanti con la preparazione regolare”.

Che ne pensi del percorso di Milano?

“Non l'ho ancora visto, lo farò a breve. Ma il mio allenatore Luca Bramati mi ha detto che è un bel percorso, veloce come sempre ma più tecnico del solito, ed era soddisfatto. Sono curiosa di vederlo ma so che il tracciato dell'Idroscalo è sicuramente buono, decisamente migliore di altri che ci sono in Italia”.

Tra i favoriti si fanno i soliti nomi: in primis la brianzola Alice Maria Arzuffi cresciuta moltissimo in questa stagione; poi Chiara Teocchi, Rebecca Gariboldi, Alessia Bulleri, Nicoletta Bresciani. Quali pensi siano le tue maggiori avversarie?

“Sicuramente la più forte è Alice Arzuffi, penso che sarà una sfida a due come è successo lo scorso anno a Roma. Avendo corso molto all'estero noi due abbiamo un ritmo più alto delle altre, per questo penso al testa a testa. Con Chiara e Rebecca quest'anno non ci siamo mai trovate alla stessa gara, quindi so i risultati che hanno fatto ma non le ho mai viste in azione. La tattica? Dopo aver studiato bene il percorso deciderò con l'allenatore. Di certo vale sempre la regola di restare sempre davanti...”.

L'appuntamento con il Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti, valido come Campionato Italiano Donne, organizzato dal Gruppo Sportivo Selle Italia-Guerciotti-Elite è per domenica 13 gennaio al Parco Idroscalo di Milano con partenza alle ore 10.40.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Appena cominciato e già così strano. Que­sto 2019 passa alla storia, subito all’inizio, come il primo anno in cui non sentiremo le litanie strazianti di quelli che al Giro non viene nessuno, al Giro mancano i campioni stranieri, il Giro...


La Nazionale Colombiana si prepara al via del Tour Colombia 2.1 e il seleccionador nacional Carlos Mario Jaramillo, ha annunciato la sue scelte per quella che si annuncia una formazione in cui si fondono gioventù ed esperienza. Non potendo convocare...


Una moneta dedicata al 100 anni della nascita di Fausto Coppi: la Zecca dello Stato ha annunciato che dedicherà al Campionissimo una moneta speciale del valore facciale di cinque euro. La moneta sarà realizzata in bronzital e cupronickel e non sarà...


Gino Bartali sarebbe stato spietato: “Troppo bello per fare il corridore”. L’uomo di ferro li avrebbe voluti, se possibile, brutti e vecchi. Invece Roberto Mancini, c.t. della Nazionale italiana di calcio, è bello ed eternamente (ha 54 anni) giovane, l’ideale...


Lo chiamano il nuovo Merckx, ma lui si presenta come «un semplice ragazzo belga, che sta facendo quello che vuole». Vale a dire: pedalare in sella alla sua bici. Gli crederemmo anche guardando quella sua faccia da bambino, se non...


Colle San Leonardo di Variano di Basiliano è stato la prestigiosa cornice all’atto finale del 39° Trofeo Triveneto di ciclocross. Quasi 300 atleti hanno gareggiato nell’11^ tappa del prestigioso circuito su uno spettacolare tracciato ricco di rampe, scalinate e contropendenze...


Inutile nascondersi,  fuori fa un gran freddo e coprirsi bene è doveroso. Molti si concentrano sul completo, riponendo nella barriera esterne le massime aspettative mentre rimane basilare investire sull’intimo, la prima risorsa con cui si mantiene caldo il corpo. SIXS, azienda...


Giuseppe e Carlo Sala hanno completato la formazione Junior di Bike Cadorago inserendo nel mosaico un altro tassello di valore: Matilde Bertolini.Nata il 24 settembre del 2002, Bertolini, che risiede a Calci in provincia di Pisa, ha iniziato a praticare...


La passione non ha età e una nuova conferma ce la regala Giuseppe Dal Grande, Bepo il Vecjo. Nato il 26 marzo 1962, vive a Puja di Prata, corre con la G.S. Cicli Olympia … colleziona maglie tricolori. In questo...


Ion Izagirre si prepara ad affrontare la sua prima stagione in maglia aAstana nel pieno dela sua maturità ciclistica. Trent’anni, dieci da professionista e una nuova avventura che avrà come obiettivo le corse a tappe di una settimana e una...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy