ADDIO A MARIO ROSSIN. MARTEDI' LE ESEQUIE A CAVENAGO

LUTTO | 11/11/2018 | 10:42

Si è spento questa notte Mario Rossin, grande telaista di origine veronese, cresciuto in Brianza alla scuola di Ernesto Colnago. Dopo essersi messo in proprio, Rossin ha creato delle splendie biciclette confermandosi autentico maestro della lavorazione in particolare dell'acciaio.


Così scriveva di lui il nostro Giuseppe Figini in un articolo dedicato alla sua attività di responsabile del magazzino della Nazionae Italiana: «Veronese di Pressana, classe 1941, ma brianzolo in pratica da sempre con spalle trascorsi importanti nel settore delle due ruote. Su quelli da corridore, fino alla categoria dilettanti, lo stesso Rossin preferisce sorvolare e si rifugia nel decoubertiniano “Importante è partecipare…”. Agli inizi ha lavorato nel settore saldatura, allora particolarmente importante nella costruzione di specialissime, proprio presso Colnago, dove ha affinato, con peculiari capacità, il mestiere. Realizza quindi a un’esperienza in proprio quale artigiano, a Monza, con il proprio cognome quale marchio: Rossin. Alla metà degli anni ’70, insieme con altri soci e con una nuova configurazione societaria, sempre con Rossin come marchio che allarga il campo d’azione, la costruzione delle bici ha sede in una moderna officina di Cavenago Brianza».


Le esequei di Mario Rossin saranno celebrate maretdì 13 novembre alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Cavenago (Mb).

Alla famiglia Rossin giungano le condoglianze della nostra redazione.

Copyright © TBW
COMMENTI
R.I.P.
11 novembre 2018 13:57 gaspy
Sentite condoglianze
Ho sempre avuto i suoi gioielli ed erano uniche

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Quelli di Gino Paoli erano quattro amici al bar, i nostri sono tre amici in auto ma dai, sono simpatici lo stesso... Vincenzo Nibali, Diego Ulissi e Alberto Bettiol hanno ricevuto oggi la seconda dose di vaccino e ci regalano...


«Dopo questo successo mi sento più sicuro e posso puntare ad altri importanti traguardi, a partire dalla prima tappa del Tour de France. Credo di aver dimostrato di seper correre in modo diverso. Perchè non l'ho fatto prima? Per paura...


Il Team Movistar ha annunciato oggi la sua formazione per l’edizione numero 108 del Tour de France, che prenderà il via da Brest sabato prossimo. In squadra ci sarà anche l’inossidabile Alejandro Valverde che, a 41 anni, correrà per la...


Appuntamento da non perdere, quello di stasera su Bike con «Scatto e controscatto speciale Tour de France»: l'appuntamento, realizzato in collaborazione con tuttobiciweb, sarà interamente dedicato alla Grande Boucle che scatterà sabato da Brest. Alle 21.30 si parlerà quindi di...


Fabio Jakobsen e Dylan Groenewegen sono tornati ad essere avversari in corsa. Dopo il Giro di Polonia dello scorso, quando Jakobsen cadde rovinosamente a causa di una spallata di Groenewegen, i due corridori ieri sono tornati a sfidarsi ai Campionati...


Più di 40 vittorie di tappa, quasi 30 giorni in maglia gialla e 8 vittorie in classifiche secondarie: la Deceuninck Quick Step è ha una storia importante al Tour de France e punta ad arricchire il proprio bottino. Uno dei...


Si era capito, si era intuito, si era anche visto che ieri tra Giulio Ciccone e Vincenzo Nibali qualcosa non era andato per il verso giusto. Lo riporta a chiare lettere la Gazzetta dello Sport di oggi, a firma Ciro...


Caro Carlo, grazie per il suo commento e per il suo più che garbato post sotto le mie pagelle. Chi mi conosce sa perfettamente che non sono il depositario della Verità. Non sono il Verbo, ma solo un grande innamorato...


L’idea non è nuova, ma ha solide fondamenta, infatti, creare un fondello giusto per una determinata sella potrebbe offrire sostanziali vantaggi. SHIMANO crede a questo percorso e grazie a test di mappatura della pressione realizzati da bikeftting.com condotti in laboratorio e in...


Arriva un altro titolo nazionale per l’Androni Giocattoli Sidermec. Dopo quello di Cepeda in Ecuador di venerdì scorso, ieri, infatti, a vincere è stato Andrii Ponomar in Ucraina. Il 18enne corridore dell’Androni Giocattoli Sidermec ha sbaragliato la concorrenza arrivando al...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155