FROOME: NON CONDANNATE GLI ASMATICI

DOPING | 14/12/2017 | 12:09
Ventiquattr'ore dopo lo scoppio della vicenda che lo coinvolge personalmente, Chris Froome torna a twittare e lo fa prendendo le difese di tutti gli sportivi costretti dalla patologia asmatica a fare ricorso al Ventolin e al suo principio attivo, il salbutamolo: «È triste vedere quante idee sbagliate ci siano nel mondo sugli atleti &e sull'uso del salbutamolo. La mia speranza è che questo non impedisca agli atleti asmatici di usare i loro inalatori in situazioni di emergenza per paura di essere giudicati. Non si tratta di qualcosa di cui vergognarsi ».
Copyright © TBW
COMMENTI
Vergogna....
14 dicembre 2017 12:23 Fabrifibra
La vergogna è che ci siano in giro corridori che usano sostanze chiaramente Dopanti, caro Chris devi andare a lavorare....

Ancora????
14 dicembre 2017 13:11 Bastiano
La questione può essere affrontata in modo scientifico e senza lasciare spazio agli ipocriti di turno.
Vediamo nella società che percentuale di persone ha questa patologia e poi, vediamo la percentuale tra i ciclisti (e tutti gli altri sportivi), così sapremo immediatamente se nel ciclismo ci sono o meno quelli che barano.
Se non facciamo questo semplicissimo studio, è solo perchè, non vogliamo la pulizia nello sport. STOP

Ventolin "SOSTANZA DOPANTE???"
14 dicembre 2017 14:45 Lignazz
NON DICIAMO FESSERIE PER FAVORE!!!

14 dicembre 2017 15:00 limatore
Se sono basso non vado a giocare a basket, se sei asmatico scegli un’altro sport l’equazione sarebbe semplicissima. #lavueltaanibalisubito

Froome
14 dicembre 2017 15:29 Lignazz
E' già dieci spanne superiori agli altri con i suoi problemi asmatici...Figuriamoci senza!!!
Il fatto è che non sanno come batterlo e questo è l'unico appiglio per metterlo fuori dai giochi nel 2018...
Magari cosi'i grandi uomini da corse a tappe riusciranno,forse, a vincere qualcosa anche loro!

lignazz
14 dicembre 2017 15:55 fras
bravo non dirle per primo allora

x Bastiano:
14 dicembre 2017 16:23 SoCarlo
la percentuale di asmatici nella popolazione generale e' 7%
la percentuale di asmatici tra ciclisti professionisti e' 30%
Non ho sottomano la fonte ma e' tratta da un famoso quotidiano nazionale.

Per lignazz.
Hai perfettamente ragione: bisogna dare anche agli infermi la possibilita' di vincere un grande giro.
Basta con quest'invidia delle malattie altrui (Froome ha altre 4 condizioni patologiche oltre all'asma). Dovremmo farne il portabandiera degli atleti disabili. Concordi?

X SoCarlo
14 dicembre 2017 16:40 Lignazz
Hai proprio ragione!!!...Froome è l'unica mosca bianca del ciclismo moderno!!

Froome
14 dicembre 2017 16:53 Lignazz
Che possa piacere o meno, ma il fatto è che Froome è uno tra quei atleti che hanno qualcosa in più...fanno la differenza...sono dei CAMPIONI!!!
Se i numeri non li hai, puoi prendere di tutto e di più, ma i risultati non vengono comunque.

Froome
14 dicembre 2017 18:16 giorginoc
Froome deve essere sanzionato non c'e asma che tenga| Ha superato i limiti concessi se non si sentiva bene doveva ritirardi dalla Vuelta. Vediamo swe la giustizia è uguale per tutti gli atleti.

froom
14 dicembre 2017 18:41 MARCIANO
Ha ragione Tony Martin, se fosse stato uno sfigato sarebbe stato squalificato SUBITO dopo l'esito della prima analisi.

certamente
14 dicembre 2017 19:55 Ciclismopuro
Non ci dev'essere vergogna nel ricorrere al Ventolin, certamente …ma nella misura giusta, 2 puff vanno bene qualsiasi medico dice che sono sufficienti.
Sarà ma il salbutamolo ha una parte anabolizzante, che tanti non lo dicono

x Lignazz
14 dicembre 2017 20:19 SoCarlo
mi hai preso troppo seriamente...

dalle statistiche risulta che avere l'asma e' una condizione che favorisce le prestazioni dei ciclisti professionisti: infatti hanno una percentuale di malati di 4 volte superiore alla popolazione normale.
In aggiunta ai test VO2 e di potenza per misurare il potenziale dei giovani bisogna controllare anche se hanno l'asma per 'extra points'

Froome e' solo la punta dell'iceberg, il problema e' come controllare l'assunzione di sostanze ai fini di incremento della performance, per tutti ed evitare che alcuni possano avvantagiarsi con o senza TUE.

nel caso specifico: se ha l'asma si ritira, esattamente come quei tanti che si ritirano per bronchite, febbre, problemi intestinali ecc. Fa parte del gioco.


Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Volete conoscere le curiosità più interessanti, gli aneddoti più simpatici ed i segreti più nascosti delle grandi campionesse del ciclismo in rosa? Le appassionanti dirette Facebook del team Alè - BTC Ljubljana sono in rampa di lancio! Cinque imperdibili appuntamenti...


Davide Dapporto è un ragazzo romagnolo, un ragazzo del 2001. Si accorge di avere dei numeri da corridore quando in famiglia il nonno Giovanni e il papà Diego, entrambi ex dilettanti di stampo buono, gli parlano di ciclismo. La sua...


Diciamolo, anche se sottovoce, a tutti noi piacerebbero bici molto leggere, sempre. Per farlo servono telai leggeri, ruote leggere ma anche tante piccole accortezze come suggerito dal vasto catalogo di Carbon-Ti. Perni passanti, viteria, corone, collarini, dischi, insomma, l’elenco è lungo...


Una triste notizia in questa ultima domenica del mese di marzo. E’ morto a Prato (risiedeva nella frazione di Iolo) all’età di 80 anni, Giordano Paolini personaggio conosciutissimo nel ciclismo non solo toscano. Qualche giorno fa sottoposto al tampone per...


  Si è risvegliato. Giancarlo Ceruti ex presidente della Federazione Ciclistica Italiana sta mostrando piccoli ma significativi segni di miglioramento e a confermarcelo è Luigi Rossi, presidente della Polisportiva Camignone, da sempre amico fraterno di Ceruti. È lo stesso Rossi,...


“Sto bene, martedì prossimo avrei dovuto operarmi di nuovo, ma in questo momento di blocco totale non è possibile. Non vorrei parlare però di questo problema e distogliere l’attenzione dalle situazioni ben più serie legate all’attualità”. E’ un Domenico Pozzovivo...


«Aveva voglia di parlare, lui che è sempre di poche parole, ma oggi ha parlato di più con mamma Marilena e le ha detto anche “ti voglio bene, mi manchi, torno presto”». Mattia Gavazzi parla con quel tono fermo e...


Sono stato, da sempre, molto incline al pormi domande. A volte, forse, troppe e troppo spesso. A volte sarebbe più utile pedalare a testa bassa e stop, come nel ciclismo come nella vita. Il periodo che stiamo vivendo, però,...


"Si può fare tanto anche stando a casa" Alessandro Petacchi è sempre stato il campione gentiluomo.. oltre ad essere il quarto corridore italiano più vittorioso di sempre (dietro a Moser, Saronni e Cipollini) è da sempre impegnato con la sua...


La pandemia di coronavirus che sta scuotendo in maniera pesantissima la Spagna, non ferma gli organizzatori della Vuelta che stanno lavorando con grande alacrità. Per il momento il grande giro iberico non è in discussione e resta in calendario dal...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155