KWIATKOWSKI. «SONO GELOSO DI CANCELLARA»

PROFESSIONISTI | 04/03/2017 | 17:22
Il vincitore della Strade Bianche, Michal Kwiatkowski, ha raccontato in conferenza stampa le sue grandi emozioni: «Sono stato sicuro della vittoria solo in cima all'ultima salita prima di Piazza del Campo. Il mio direttore sportivo mi diceva via radio che stavo aumentando il vantaggio ma non mi ha mai detto di quanto. Mi ha spronato a spingere sempre. Non ho celebrato prima della salita finale perché, soprattutto con le strade rese scivolose, può essere prematuro e pericoloso, meglio essere concentrati fino alla fine. La vittoria è certamente importante per i miei tifosi e per la mia squadra, ma io ero già contento per come ho cominciato la stagione con i risultati alla Vuelta Valenciana ed alla Volta ao Algarve. Oggi non dovevo per forza vincere, ho avuto una stagione molto difficile lo scorso anno ma sono contento di come sto ora: ho ricominciato a divertirmi in bicicletta. Sapevo dalle mie passate prove in questa corsa che il settore di sterrato del Monte Sante Marie era troppo lontano dal traguardo per provare un'azione. Mi sono trovato in difficoltà a quel punto quando Van Avermaet, Wellens e Štybar hanno spinto a fondo. Penso di essere partito da solo al momento opportuno. È bellissimo aver vinto una seconda volta ed ancor di più pensare che con una terza vittoria avrei la possibilità di avere un settore dedicato a mio nome. È una grande iniziativa degli organizzatori. Non so quale sceglierei. Sono un po' geloso di Fabian Cancellara perché avrei voluto il Monte Sante Marie... Non so se vincerò per la terza volta ma non vedo già l'ora di tornare qui per provarci».

Il secondo classificato della Strade Bianche, Greg Van Avermaet, ha detto: «Mi sarebbe piaciuto tantissimo vincere oggi perché è davvero una bellissima corsa. Sono comunque contento di averla finita. È stata durissima sin dal via a causa della pioggia e di alcune cadute. Se fossi stato più sfortunato non sarei potuto arrivare secondo. Sono felice del mio stato di forma attuale e del mio piazzamento. Quando ha attaccato Kwiatkowski, tutti volevano partire ma lui è stato il primo ad ottenere un discreto vantaggio. Ci marcavamo tutti e non abbiamo saputo chiudere subito. Finalmente siamo partiti all'inseguimento io, Tim e Štybar. Solo a quel punto ci siamo davvero organizzati, ma lui è stato più forte di noi, non siamo più riusciti a riavvicinarci. Ha meritato la vittoria. Spero un giorno di poter vincere questa corsa, ogni anno ci provo ma sto diventando sempre più vecchio... tutto dovrebbe andare per il meglio perché accadesse. Tornerò e proverò a vincere».
 
Il terzo classificato, Tim Wellens, ha dichiarato: «Se guardo agli altri due nomi sul podio, Kwiatkowski e Van Avermaet, non posso che essere felice per il terzo posto. Abbiamo provato a controllare la corsa con la squadra dopo 60 km, provando a renderla molto dura. Avevo davvero buone gambe. Sono rimasto un po' sorpreso dall'attacco di Kwiatkowski alla distanza ma era fortissimo ed ha resistito fino alla fine. Ha davvero meritato di vincere. Ero arrivato già vicino alla vittoria in una classica con il terzo posto dello scorso anno a Il Lombardia, mi serve solo un po' più di fortuna ed una giornata migliore. Per oggi sono felice così».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La lunga pausa dalle gare sembra ormai volgere al termine per i ragazzi della Sangemini Trevigiani Mg.Kvis VPM, che conoscono finalmente la data per il loro rientro alla attività agonistica_ avverrà in Romania, al Sibiu Tour dal 23 al 26...


Le tappe di UCI Trials World Cup (24-26 luglio 2020) e di Mercedes-Benz UCI Mountain Bike World Cup (11-13 settembre 2020) ed i Campionati del Mondo di 4Cross (10-11 Settembre 2020) in programma in Val di Sole non potranno svolgersi in questa stagione a seguito dei provvedimenti della Provincia Autonoma...


Viborg, 3 giugno 1970: luogo e data di nascita di Eugenio Berzin, scritto all’italiana perché è proprio nel nostro Paese che il corridore russo ha deciso di vivere anche al termine della carriera e poi perché fu Candido Cannavò, indimenticato...


La notizia è apparsa ieri su Radsport-news.com come anticipazione e trova oggi conferma nella comunicazione ufficiale che hanno ricevuto le squadre invitate: il Sibiu Tour cambia data. Adrian Aldea, resposnabile dell'organizzazione della corsa a tappe rumena, ha infatti ufficializzato che...


Briko®, storico brand italiano di attrezzatura e accessori sportivi, ha stretto un accordo con Aon, primo gruppo in Italia e nel mondo nella consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa, offrendo a coloro che acquisteranno un nuovo...


Oggi, mercoledì 3 giugno, è la Giornata Mondiale della Bicicletta, istituità dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 12 aprile 2018, riconoscendo l'unicità, la longevità e la versatilità della bicicletta, che è stata in uso per oltre...


Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Bicicletta. Una giornata carica di significato in tutto il pianeta, più che mai in questo momento di ripartenza dopo il lockdown e la più imprevedibile e imprevista delle crisi che abbiamo dovuto affrontare....


Ci sono mille modi per celebrare un anniversario e Richard Carapaz ha scelto di avvicinarsi al cielo… Ieri, per festeggiare un anno dalal conquista del successo nel Giro d’Italia, il corridore ecuadoriano si è regalato un bell’allenamento di oltre 200...


Ancora una vittoria per distacco sulle strade della HTV Cup, la corsa a tappe che si sta disputando sulle strade della penisola vietnamita. A cogliere il il successo nella quattordicesima frazione, la Nha Trang - Phan Rang di 135 km,...


Nel giorno della Giornata Mondiale della Bicicletta la Scuola Handbike Cooperatori ci regala un video che celebra la ripartenza, dopo quasi tre mesi di covid lockdown, degli allenamenti degli handbikers presso la Pista di Avviamento al Ciclismo Giannetto Cimurri di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155