O GRAN CAMINO. COME UN ANNO FA, VINGEGAARD PADRONE DELLA CORSA

PROFESSIONISTI | 24/02/2024 | 17:10
di tuttobiciweb

Tutto come un anno fa: Jonas Vingegaard si esalta sulle strade della Galizia e vince anche la terza tappa del Gran Camino, staccando tutti gli avversari e mettendo il sigillo sulla seconda vittoria consecutiva nella corsa iberica. Sul traguardo della Xinzo de Limia - Castelo de Ribadavia di 173,2 km, il danese della Visma | Lease a Bike ha preceduto di 29 secondi lo spagnolo Carlos Canal della Movistar e il francese Quentin Pacher della Groupama FDJ che hanno regolato il gruppetto dei migliori. Ottava posizione di giornata per Gianluca Brambilla della Q36.5, nel plotoncino ma fuori dalla top ten anche Matteo Fabbro della Polti Kometa e Alessandro Fancellu, lui pure della Q36.5.


in aggiornamento


ORDINE D'ARRIVO

1. Vingegaard Jonas (Team Visma | Lease a Bike) in 4:03:14
2. Canal Carlos (Movistar Team) + 29
3. Pacher Quentin (Groupama-FDJ)
4. Martín Gotzon (Euskaltel-Euskadi )
5. Silva Thomas (Caja Rural-Seguros RGA)
6. Bou Joan (Euskaltel-Euskadi)
7. Gaudu David (Groupama-FDJ)
8. Brambilla Gianluca (Q36.5 Pro Cycling Team)
9. García Raúl (Arkea-B&B Hotels)
10. Guerreiro Ruben (Movistar Team)

Copyright © TBW
COMMENTI
Superbo
24 febbraio 2024 17:57 Arrivo1991
Grande forma, e seconda vittoria di fila a febbraio.Top

Poco da fare
24 febbraio 2024 18:06 Albertone
Superiorita' totale del danese

Beh
24 febbraio 2024 19:09 Bullet
Ha staccato un gruppo di 30 corridori con dentro passisti come Tarling su un percorso non certo da scalatori...e non sarebbe un corridore anche da classiche? Meno male, per altri, che non le fa...per ora

@Bullet
24 febbraio 2024 19:41 Frank46
Ma infatti dovrebbe assolutamente farle e spero le farà. Non dimentichiamoci che anche in caso di arrivi ristretti non è che sia proprio fermo. Inoltre se prende qualche metro sono cavoli per tutti. Di sicuro sarebbe uno dei migliori per Liegi, Lombardia e San Sebastian, oltre che per mondiali e olimpiadi dure. Ma non farebbe male a provare anche la Sanremo, alla fine l' ha vinta anche Nibali, che sicuramente era più fantasioso, ma comunque tentare non nuoce.
Oggi ho letto dichiarazioni che non mi aspettavo e anche controcorrente rispetto ad altre sue dichiarazioni del recente passato. Spero che non imposterà sempre la stagione soprattutto sul Tour, dovrebbe variare. Sicuramente il fatto di puntare anche alla Vuelta e vincere tutto l' anno gli fa onore, ma con il talento che ha potrebbe persino osare di più.

VINGE
24 febbraio 2024 20:50 JeanRobic
Sembra lo stesso Vingegaard del Giro del Delfinato 2023 dove nn ancora al top comunque vinceva tappe anche con arrivo in discesa e finale in pianura.

Belvaccia
24 febbraio 2024 23:05 apprendista passista
Corridore completissimo. E vincerà ancora tanto...

Caspita
25 febbraio 2024 06:42 kristi
Fa piacere per me che da anni difendo la bravura assoluta di viggo leggere quanti nei commenti cominciano ad apprezzarne la forza , la serietà e l applicazione sistemica delle tattiche .
Vedremo appeno pog aprirà la stagione ed INEVITABILMENTE vincerà 1 o 2 classiche se i discorsi da tifoso cambieranno .
Io resto innamorato di quei colori e di quello stile

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Non sono arrivate medaglie per la nazionale italiana nella seconda giornata di gara della prova di Nation's Cup che si sta disputando a Milton, in Canada.  Il miglior risultato è stato il quarto posto di Elisa Balsamo e Vittoria Guazzini...


L’Amstel Gold Race è la più importante corsa dei Paesi Bassi ed è anche la prima corsa del famoso Trittico delle Ardenne, che dopo la classica olandese prosegue con Freccia Vallone e Liegi-Bastogne-Liegi. E’ questa una gara in cui i...


Una famiglia francese nata per correre e destinata a lasciare segni importanti nella storia del ciclismo. L'ultimo rampollo di casa Martinez è Lenny, che a soli 20 anni sta bruciando le tappe e punta a diventare uno fra i più...


La VF Group Bardiani-CSF Faizanè ha scelto i 7 uomini per il Tour of the Alps, in programma dal 15 al 19 aprile. Con i suoi 13, 250 metri di dislivello complessivi per 5 tappe, è la corsa per eccellenza...


Da Maastricht alla periferia di Valkenburg, 157 chilometri, 21 côtes da superare, 140 corridori che promettono spettacolo: ecco a voi l’Amstel Gold Race. La gara della birra, unica classica che si svolge nei Paesi Bassi, festeggia quest’anno la sua decima...


Nell’ultimo decennio il rapporto dei corridori italiani con il Tour of the Alps non è stato particolarmente idilliaco, anzi. L’ultima vittoria risale al 2013, neanche a dirlo con Vincenzo Nibali, quando la corsa si chiamava ancora Giro del Trentino (l’odierna...


Due figli d'arte che sono anche due padri d'arte, due famiglie legate a filo doppio - meglio dire, indissolubile - allo sport del ciclismo. Sulle strade del Giro d'Abruzzo Juniores, corsa a tappe che si concluderà proprio oggi, abbiamo incontrato...


1974-2024: sono passati 50 anni da quando dei baldi quindicenni si cimentavano nella Categoria Esordienti. Quei ragazzi di ieri si sono ritrovati in 16 intorno ad un tavolo nelle sale della trattoria Stefan, grazie al lavoro di Stefano al quale...


Dagli specialisti del settore CST Tires arriva una bella novità che farà gola agli appassionati di DH, infatti, è ora disponibile il nuovo pneumatico Gravateer, il prodotto giusto per sfidare la gravità per proseguire nella lettura vai su tuttobicitech.it  


Un appuntamento da segnare in agenda e, se siete in zona, da non perdere. Sabato 20 aprile a Crescentino, in provincia di Vercelli, la Trattoria “da Ricky“, conosciuta come il ritrovo dei ciclisti, ospiterà due grandi campioni. Alle 18, infatti,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi