CORSE E RICORSI. CAMPIONATO ITALIANO MILITARI, L'AFFASCINANTE SFIDA DELLE COMPAGNIE ATLETI

STORIA | 10/01/2024 | 08:01
di Danilo Viganò

La storia del ciclismo italiano è ricca di corse che non si disputano più ma che hanno fatto la storia: per questo abbiamo pensato di proporvi una nuova rubrica che le tiri fuori dal cassetto dei ricordi.
Se avete una foto d'archivio nel cassetto, un ritaglio di giornale o desiderate che si racconti di questa o quella corsa, non esitate a scriverci agli indirizzi info@tuttobiciweb.it oppure daniloviga@gmail.com. Buona lettura.


Istituito nel 1974 il Campionato Italiano Militari su strada si svolse senza interruzioni fino al 2002. L’affascinante sfida tricolore coinvolse le quattro Compagnie Atleti in Italia dislocate a Milano, Roma, Napoli e Bologna. A Milano, nella caserma di Viale Suzzani al civico 125, sede del Reggimento Bersaglieri Brigata Goito, gli atleti erano affidati al tenente (oggi Generale) Angelo Giacomino genero del generale dei Bersaglieri Umberto Raza che lo aveva preceduto al comando della Compagnia Atleti.

La brigata di riferimento è stata senza ombra di dubbio la "Goito" diretta da Angelo Giacomino e Renzo Zanazzi. E furono proprio i soldati di via Suzzani ad aggiudicarsi la prima edizione che si svolse sotto la pioggia ad Avezzano il 29 settembre 1974. Trionfò Flavio Miozzo su Vittorio Algeri e Livio Mazzola con quest'ultimo grande protagonista di quella giornata. Anche nel ’75 e nel ’76 il campionato ebbe luogo ad Avezzano: Pierangelo Dell’Acqua prima e Alessandro Pozzi dopo si susseguirono con la maglia dell’Esercito di Milano.

Anche negli anni a seguire dominarono le stellette lombarde, con Piercarlo Rudino vincitore ad Ascoli Piceno, Gianni Giacomini ad Orvieto, Guido Bontempi a Brembate Sopra, Claudio Argentin a Milano-Baggio in volata su Brescianini, e Marino Polini a Bassano del Grappa nel 1981 davanti ad Aiardi e Cortinovis.

A spezzare l’egemonia della Compagnia "Goito" ci pensò Elio Festa nel 1982. L’atleta della Compagnia di Bologna, del team Ricci Ceramiche, conquistò il successo a Corsano, in Puglia, battendo Maurizio Rossi e Gianni Rossi. La città di Bologna ospitò l’edizione del 1983 che vide sfrecciare Marco Presolin della Quarella su Rossignoli e Ciampi. L’anno seguente il titolo fu assegnato ancora una volta da Avezzano. La località abruzzese consegnò la vittoria al lombardo Maurizio Spreafico (Coemi) che riuscì a spuntarla anticipando i compagni di camerata Marco Saligari e Maurizio Fondriest.

Seguirono nel 1985 e nel 1986 le vittorie di Giovanni Scatà e Angelo Lecchi, e dodici mesi dopo l’assolo di Carlo Finco a Settimo Milanese dove distanziò Cimbri e Tonussi. Ancora la città di Bologna protagonista nel '88 dove si laureò Gabriele Rampollo che fece la differenza sulla salita di Badolo raggiungendo e staccando Enrico Zaina, poi arrivando in solitaria in viale Dante davanti a Ragni e Benetti. L'anno dopo il titolo fu assegnato a Lecce con la corsa che prese il via da Tuglie. Stefano Checchin si dimostrò il più forte con un'azione solitaria a 8 km dall'arrivo: si liberò degli avversari relegando Francesco Casagrande in seconda posizione e in terza Andrea Ferrigato.

L'arrivo degli anni 90 si aprì con i trionfi di Alessio Pareschi, bolognese del Pedale Veloce Carpi, del valtellinese Antonio Sisana della Coalca, del toscano Fabrizio Arzilli su Gabriele Colombo, di Gilberto Zattoni davanti a Santoro e Calzavara, di Alan Turicchia a Castelfidardo dove superò Bongioni e Spezialetti, e del friulano Alessio Baciocchini che al termine di una fuga solitaria di 70 km precedette Ellis Rastelli di 3’30”. Il guizzo di Paolo Bossoni chiuse l’edizione del 1996 a Monteveglio con l’allora portacolori del Velo Club Reggio Sintofarm  che si lasciò alle spalle Marzoli e Ivan Basso. Fabio Bulgarelli firmò l’edizione successiva davanti a Luca Paolini. Gli succedette dodici mesi più tardi Francesco Revolti mentre Stefano Brunelli fece sua la corsa del 1999 con arrivo a Imola. A partire dal 2000 il tricolore divenne una componente della Coppa Caivano in Campania e il veneto Jonathan Righetto, terminando la prova in sesta posizione, conquistò il campionato italiano Militari. Idem fece l’anno dopo Mirko Allegrini a Villa Andreoli di Lanciano e infine Francesco De Bonis nell’ultima edizione (ottavo assoluto) del Memorial Vignoli svoltosi a Monterotondo (Roma) nella gara vinta dal figlio d’arte Andrea Masciarelli.

Dopo 29 anni, complice anche lo scioglimento obbligatorio del Servizio Militare dal 1 gennaio 2005, il Campionato Italiano Militari chiuse un capitolo assolutamente unico e per certi versi sentimentale capace di appassionare e scoprire numerosi talenti che in seguito fecero strada anche fra i professionisti. L’Esercito ha servito il ciclismo con grande impegno e passione tenendo fede alla sua etica, nella condivisione dei valori dello sport e dello spirito di appartenenza.

(1984- il neotricolore Maurizio Spreafico con Renzo Zanazzi, Luciano Menecola, Marco Saligari e Angelo Giacomo)


ALBO D’ORO
1974- Avezzano - 29 settembre
Miozzo Flavio (C.A.Milano,Velo Club Mantovani Rovigo), 2. Algeri Vittorio, 3. Mazzola Livio
1975- Avezzano - 26 giugno
Dell’Acqua Pierangelo (C.A.Milano,Lainatese Brooklyn), 2. D’Arcangelo Stefano, 3. Pollio Davide
1976- Avezzano - 25 luglio
Pozzi Alessandro (C.A.Milano, UC Comense 1887), 2. Maccali Salvatore, 3. Bastianello Marino
1977- Ascoli Piceno - 1 maggio
Rudino Piercarlo (C.A.Milano,GS Amiantite), 2. Donadio Corrado, 3. Caldara Mario
1978- Orvieto - 14 maggio
Giacomini Gianni (C.A.Milano,Serrande De Nardi), 2. Bino Giovanni, 3. Leali Bruno
1979- Brembate Sopra - 26 maggio
Bontempi Guido (C.A.Milano,Passerini Gomme), 2. Gambirasio Agostino, 3. Delle Case Walter
1980- Baggio-Milano - 18 maggio
Argentin Claudio (C.A.Milano,Capp Plast Campagnolo), 2. Brescianini Franco, 3. Zola Giovanni
1981- Bassano del Grappa - 28 giugno
Polini Marino (C.A.Milano,Novartiplast), 2. Aiardi Giorgio, 3. Cortinovis Tullio
1982- Corsano - 10 ottobre
Festa Elio (C.A.Bologna,GS Ricci Ceramiche), 2. Rossi Maurizio, 3. Rossi Gianni
1983- Bologna - 8 maggio
Presolin Marco (C.A.Milano,GS Quarella), 2. Rossignoli Francesco, 3. Ciampi Roberto
1984- Avezzano - 29 luglio
Spreafico Maurizio (C.A.Milano,Coemi), 2. Saligari Marco, 3. Fondriest Maurizio
1985- Bologna - 8 settembre
Scatà Giovanni (C.A.Bologna, Magniflex), 2. Massi Rodolfo, 3. Gelfi Luca
1986- Torino - 6 giugno
Lecchi Angelo (C.A.MIlano,Bresciaplast), 2. Tonetti Gianluca, 3. Nuzzi Maurizio

1987- Settimo Milanese - 28 giugno
Finco Carlo (C.A.Padova,Zalf Euromobil Fior), 2. Cimbri Stefano, 3. Tonussi Walter
1988- Bologna - 11 settembre
Rampollo Gabriele (C.A.Milano,Carrera Inoxpran); 2. Ragni Riccardo, 3. Benetti Luca
1989- Tuglie-Lecce - 15 ottobre
Checchin Stefano (C.A.Padova,MG Boys Maglificio), 2. Casagrande Francesco, 3. Ferrigato Andrea
1990- Sulmona - 30 giugno
Pareschi Alessio (C.A.Bologna,Pedale Veloce Carpi), 2. Zorzetto P.Angelo, 3. Mercati Giorgio
1991- Caneva - 15 giugno
Sisana Antonio (C.A.Milano,Coalca), 2. Tartaggia Giuseppe, 3. Menghini Angelo
1992- Bologna - 14 giugno
Arzilli Fabrizio (C.A.Bologna,US Serravalle), 2. Colombo Gabriele, 3. Ongarato Rodolfo
1993- Saltara - 4 settembre
Zattoni Gilberto (C.A.Bologna,Rinascita Ravenna), 2. Santoro Pasquale, 3. Calzavara Leonardo
1994- Capodarco - 4 settembre
Turicchia Alain (C.A.Bologna,Faentina Zama), 2. Bongioni Alessio, 3. Spezialetti Alessandro
1995- Castelfranco Sopra - 4 luglio
Baciocchini Alessio (C.A.Roma,Forestale di Stato); 2. Rastelli Elvis, 3. Apicella Romualdo
1996- Monteveglio - 21 luglio
Bossoni Paolo (C.A.Bologna,VC Reggio Sintofarm), 2. Marzoli Ruggero, 3. Basso Ivan
1997- Reggio Emilia - 5 ottobre
Bulgarelli Fabio (C.A.Bologna,Sintofarm Tolotti), 2. Paolini Luca, 3. Di Somma Fabrizio
1998- Sant'Ermete di Sant'Arcangelo - 6 settembre
Revolti Francesco (C.A.Bologna,MG Boys Maglificio); 2. Cavalli Gianluca, 3. Paris Emanuele
1999- Imola - 31 maggio
Brunelli Stefano (C.A.Bologna,UC Nicolò Biondo), 2. Vita Gianluca, 3. Tinelli Matteo
2000- Caivano - 4 giugno
Righetto Jonathan (C.A.Padova,De Nardi Pasta Montegrappa)
2001- Villa Andreoli di Lanciano - 10 giugno
Allegrini Mirko (C.A.Bologna,Sintofarm Feralpi); 2. Lovato Fabio, 3. Torosantucci Davide
2002- Monterotondo - 15 giugno
De Bonis Francesco (C.A.Bologna,Polisportiva Bevilacqua Sidis)

Copyright © TBW
COMMENTI
Campionato italiano militari 1995
11 gennaio 2024 20:27 Il Bacio1970
Mi è appena apparso l'articolo. Mi avete "sbloccato" un bellissimo ricordo. Considero quella gara una delle mie più belle vittorie. Subito dopo il via in fuga in dieci ed a 70 km dall'arrivo via da solo. Vi ringrazio.
Alessandro Bacciocchini

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Liegi-Bastogne-Liegi vivrà domani il 110° atto della sua gloriosa storia. Nella Decana delle classiche l’Italia ha fin qui festeggiato 12 affermazioni, la prima nel 1965 con Carmine Preziosi e l’ultima nel 2007 con Danilo Di Luca. Nel mezzo la...


Ultime corse di preparazione e poi sarà Giro d’Italia 2024. Dopo la parentesi di ottobre dell'edizione 2023, domani scatta il Giro di Turchia 2024, che torna nella sua collocazione originale e ci terrà compagnia dal 21 al 28 aprile, per...


La terza tappa dell'Eroica juniores, da Siena a Montevarchi, è stata annullata per ragioni di sicurezza. Dalle prime indicazioni la causa è dovuta ad un cambio di percorso da parte di un drappello di atleti i quali, in località Cavriglia,...


Doppio impegno in Piemonte e Romagna per la squadra di Savio e Bellini. Nelle due gare del calendario internazionale UCI si alterneranno - diretti da Plaza  e Peschi - i seguenti corridori: Camargo, Aguirre, Muniz, Cadena, Muniz, Macias, Orozco, Soto...


Tommaso Quaglia trionfa sotto lo sguardo felice di patron Carlo Giorgi e del suo diesse Leone Malaga. Il 18enne cuneese di Verzuolo, portacolori del Team F.lli Giorgi, ha fatto centro nella 60sima edizione del Giro della Castellania per la categoria...


Quasi all’improvviso, senza neanche accorgersene, il ciclismo italiano si è ritrovato in mano un corridore che può ambire (e ambisce) a fare alta classifica in un Grande Giro. La crescita di Antonio Tiberi negli ultimi due mesi è stata lampante,...


Ancora fra i protagonisti Davide Toneatti. Dopo la vittoria di ieri, il friulano della Astana Qzaqstan Development, è salito sul podio della terza tappa, la più lunga del Giro con i suoi 190 km, della Belgrade Banjaluka in Serbia che...


Festival del cronometro oggi a Valmadrera, nel Lecchese, per la disputa della quinta edizione del Trofeo Pietrella riservata alle categorie esordienti, donne esordienti e allieve. Oltre 200 i partecipanti che si sono sfidati su un percorso di 2, 8 chilometri...


E’ stato inaugurata oggi in Belgio la Maison du Cyclisme, il nuovo museo del ciclismo ai piedi del Col de la Redoute ad Aywaille e dedicato alla Liegi-Bastogne- Liegi. Belgio e Francia insieme adesso possono vantare tre musei dedicati alle...


“…su per il Balmone - La grande storia del ciclismo a Maggiora”. Quale frase migliore per parlare del libro che verrà presentato oggi, sabato 20 aprile, alle 16  nel salone SOMS in via Antonelli 2 a Maggiora (NO). L'autore Emanuele...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi