I VOTI DI STAGI. IL “RE PESCATORE” GETTA L'AMO E TIRA SU: KUSS È NELLA RETE

I VOTI DEL DIRETTORE | 12/09/2023 | 18:05
di Pier Augusto Stagi
Jonas VINGEGAARD. 10. Non ribalta, non tramortisce, ma ferisce e prepara il colpo del KO, domani sull’Angliru. Il “re pescatore” getta l’amo e pesca una nuova vittoria, la numero 15 in stagione, la numero 27 in carriera, regalando ai “calabroni” gialloneri il successo numero 60 in stagione. Numeri da capoGiro per il trionfatore del Tour che ora punta la maglia rossa della Vuelta. Kuss resiste a stento, conserva 29”, ma ora c’è quel muro sul quale qualcuno riuscirà a salire e altri finiranno per andare a sbattere. Il “re pescatore” è nel suo bacino di sopravvivenza, nel suo habitat naturale: la montagna. Più che un pescatore sembra un minatore, che con il volto scavato per la fatica demolisce muri, montagne e certezze. È lì ad un passo dal cielo, i suoi occhi sono lapilli rosso fuoco, come quella maglia a portata di mano.
 
Finn FISHER-BLACK. 9. Questo 21enne neozelandese è davvero tanta roba. Sempre presente, sempre costante, sempre pronto a fare qualcosa in favore della squadra che poi fa bene anche alla sua di contabilità. Talento, talento vero. Troppo giovane per dire cosa potrà fare in futuro, ma il suo presente è già bellissimo e dice molto di lui.
 
Wout POELS. 7,5. Il 36enne olandese del Team Bahrain è un lottatore e oggi mette in scena gran parte del proprio temperamento, del proprio repertorio.
 
Michael STORER. 7. Il 26enne australiano di Perth della Groupama mette in strada ancora una prova più che convincente. Corsa d’avanguardia, per un ragazzo che ha un futuro.
 
Juan AYUSO. 6. Grande voglia di fare, grande motore, ma grande oggi è anche l’amarezza.
 
Primoz ROGLIC. 5,5. È chiaro che fa il gioco di squadra, ma è altrettanto chiaro che non è super.
 
Sepp KUSS. 5,5. Il nostro piccolo grande eroe paga qualcosa. Non è brillantissimo, ma alla fine riesce anche a portarla a casa e a limitare i danni. Tutto lascia pensare che domani il suo destino possa essere segnato, ma domani è un altro giorno.
 
Mattia CATTANEO. 6,5. Sta bene, ha esperienza, si sa muovere con sicurezza e tempi perfetti il bergamasco della Soudal Quick Step. Con lui Kaden Groves (Alpecin Deceuninck), Julius Van den Berg (Ef Education Easy Post), Nicolas Prodhomme (ag2r), Max Poole (Tea, Dsm Firmenich) e Joel Nicolau (Caja Rural). È la seconda azione di giornata, di un certo livello, di un certo rilievo.
 
Antonio TIBERI. 6. Arriva 15° a 1’26” da Vingegaard, il primo degli italiani davanti a Damiano Caruso. Una buona tappa, in attesa di farne delle altre.
 
Kaden GROVES. 7. Entra nella prima fuga, ma finisce anche nella seconda: corre all’attacco, per fortificare la sua maglia verde e si porta a casa 20 punti preziosissimi. Molto bravo.
 
Remco EVENEPOEL. 8. L’ha detto e ripetuto a Vingegaard più di una volta, anche se il danese non ci credeva. «Stai tranquillo, alla classifica generale non ci punto più». Oggi corre senza sprecare nulla. Arriva staccatissimo, ed è di parola: la classifica non gli interessa più. Ha in mente altre cose, sicuramente ci farà divertire ancora: è uno di parola…
 
Samuele BATTISTELLA. 6. Il 24enne di Castelfranco Veneto prende a va con Andreas Kron (Lotto Dstny), Matteo Sobrero (team Jayco AlUla), Romain Gregoire (Groupama Fdj), Louis Vervaeke (Soudal Quick-Step), Max Poole e Romain Bardet (team Dsm Firmenich), Andrea Piccolo (Ef Education Easypost), Kaden Groves (Alpecin Deceuninck), e Paul Lapeira (Ag2r). È una buona azione, ma il gruppo non è nella condizione di fare buone azioni. Li va a riprendere quasi subito.
 
Welay BERTHE. 17. Due corridori oggi non hanno ripreso il viaggio: uno è il 21enne etiope della Jayco Alula, che resta con tre corridori in corsa. L’altro è David de La Cruz (Astana Qazaqstan Team). In corsa sarà costretto a fermarsi anche Rune Herregodts (Intermarchè circus Wanty).
 
 

 


Copyright © TBW
COMMENTI
Kuss
12 settembre 2023 18:51 alerossi
Bella storia, ma giusto che non vinca la vuelta. Alla fine l'avrebbe vinta con una fuga bidone. Vingegaard si conferma super, alla faccia di chi diceva che prepara solo il tour.

Tiberi buona prestazione
12 settembre 2023 19:03 marco1970
Il giovane Tiberi nelle ultime due tappe si è messo in evidenza con una discreta prestazione.Vedremo se si confermerà sull'Angliru.

Kuss
12 settembre 2023 19:12 Ale1960
Da domani tornerà a fare il lavoro per cui è più portato. Non ha il dna del capitano, si vede, gli pesa. Oggi sembrava quasi più alleggerito. P.s. Evenepoel 8?????? Direttore, si sente bene?

Angliru
12 settembre 2023 19:50 Arrivo1991
Io non darei per spacciato Kuss. In fondo, fino ad ora chi lo aveva pronosticato ??? Bisogna vedere le dinamiche interne e l'evoluzione della tappa di domani.

Voti alle parole
12 settembre 2023 19:51 Bullet
Qualcuno è stato fatto passare come uno che dà del bugiardo a un altro quando quest'ultimo il giorno prima della crisi diceva che non ci si può fidare di cosa dicono gli altri dando lui del bugiardo agli altri...ah il "bugiardo" in questione ha solo vinto 2 Tour, chi parla invece quanti? Continua il processo di santificazione del bimbo.

e comunque
12 settembre 2023 19:52 Leonk80
Essere attaccato da un compagno di squadra non gli avrà fatto piacere

Profezia avverata
12 settembre 2023 20:33 italia
L'altro giorno sul questo giornale c era un articolo che diceva che la jumbo erano tutti per uno uno per tutti; io non ci credevo che ha fatto questo commento: tutti uniti come vicentini e roche,,.. previsione azzeccata..

Jumbo squadrone ma...
12 settembre 2023 21:03 apprendista passista
Qualcuno, e del settore, comincia a dubitare di questa abissale differenza con altri team e altri corridori. Non mi piace la cultura del sospetto ma in questa Vuelta sembra di vedere una partita tra una squadra di serie a e una di scapoli e ammogliati...

@ italia
12 settembre 2023 21:51 Arrivo1991
Le dinamiche di corsa sono ben diverse e lontanissime dalle cronache di Sappada. Giusto per ricordartelo

tiberi non è ciccone
12 settembre 2023 21:57 maxlrose
al di là dell'8 a Evaneapoel che non è veramente nemmeno da commentare,se il primo degli italiani fosse stato Ciccone qualcuno starebbe qui a fare marcie e far squillare le trombe... ma siccome spara ai gatti e si chiama Tiberi passa quasi inosservato e si becca un 6 dopo una tappa piu che buona,ma tant'è...complimenti.

X arrivo1991
12 settembre 2023 22:35 italia
Le dinamiche sono perfettamente uguali: un compagno di squadra che attacca il primo in classifica ......

Secondo me
12 settembre 2023 22:47 Robtrav
Oggi Vingegard ha vinto con il benestare della squadra e quando ha iniziato ad avere troppo vantaggio Roglic si è sacrificato per riportare sotto Kuss. Domani se non ci saranno attacchi di altri che metteranno in croce lo statunitense non mi stupirei di vederlo ancora in maglia rossa.

Evenepoel
12 settembre 2023 23:19 Buzz66
Bravo Direttore, 8 ci sta tutto…peccato che gli odiatori non abbiano capito.
Se domani dovesse vincere, sicuramente diranno che è un regalo dei Jumbo…

vingegaard
12 settembre 2023 23:50 fransoli
oggi quasi sui livelli del tour... ma gli altri onestamente sono poca roba, tolti i suoi compagni di squadra della jumbo gli avversarsi sono alquanto disarmati, l'unico credibile è Ayuso ma ha appena 20 anni e non è ancora a livello dei calabroni. Roglic dichiarò che la squadra sarebbe stata completamente al servizio di Kuss... come no... prima scatta Vingegaard, poi Roglic e tutti se ne fregano di Kuss che stava pardendo qualche metro. Mi pare evidente che Kuss non sia quello destinato alla vittoria. Giusto che vinca il più forte, ma le frasi di circostanza a cui solo i boccaloni credono le possono anche evitare.

Robtrav
12 settembre 2023 23:54 fransoli
secondo me più che sacrificato per Kuss si è sacrificato per se stesso perchè non voleva perdere troppo terreno dal danese, poi sbaglierò.

Mariangela Kuss
13 settembre 2023 00:13 pickett
Così l'ho ribattezzato per la somiglianza con la figlia di Fantozzi.Una sua vittoria sarebbe un po' imbarazzante per la sua squadra,già circondata dai sospetti,come abbiamo sentito nella telecronaca su Eurosport;meglio per la sua squadra che a vincere sia uno dei suoi 2 capitani.i sospetti su Kuss,per quanto mi riguarda,resterebbero anche se arrivasse quarto o quinto.E giustamente Pineau ha ricordato che chi si azzardava a esprmere un dubbio su Armstrong,per dieci anni ,veniva zittito,insultato e perseguitato.Il giorno dopo la sua confessione pubblica in tv,improvvisamente tutti avevano sempre saputo che era un imbroglione.

buzz66
13 settembre 2023 00:14 fransoli
però non è la stessa cosa, se oggi avesse provato a rimanere con i migliori e avesse vinto sarebbe stata un vittoria di uno spesso superiore e quella ottenuta con una fuga da lontano da fuori classifica, sotto tanti punti di vista.

Jumbo
13 settembre 2023 05:28 kristi
Giorno per giorno i giornali raccontano mille diverse ipotesi su chi dei tre verrà fatto vincere ( si , ho scritto fatto , in jumbo sono una vera squadra , non si vedono primedonne che la fanno da padrone , bimbi viziati , in jumbo l obiettivo è sempre di squadra . Io resto convinto che al netto della parità di forze vogliano kuss rosso.a Madrid, ieri vingegaard ha voluto anticipare per esser sicuro di dedicare vittoria a Nathan, solo che lui non è uno scalatore scattata, e aspettando l ultimo km si rischiava di non vincere ( forse roglic , più adatto , non stava benissimo . Problema è come dico allo sfinimento quando jonas alza il ritmo , volano i minuti . Tant è che appena si sono accorti , roglic si è messo a lavorare per kuss . Sull 8 al bimbo.belga , ormai di che stupirci ..

Taddeo
13 settembre 2023 05:39 kristi
Nel frattempo taddeino , che si sente messo in ombra , cerca di correre di tutto., anzi , se organizzate una gimkana del cortile sottocasa , invitatelo, probabilmente accetterà, son tempi magri di " like" , cosa non si farebbe per qualche decina di follower

Previsione
13 settembre 2023 10:54 italia
Penso che oggi se vincerà un jumbo, vincerà con pochissimo vantaggio.

@ italia
13 settembre 2023 11:19 Arrivo1991
E' evidente che non ricordi bene quella storia. A partire da chi aiuto' Roche. La tua e' una ricostruzione parziale. Informati meglio

X fransoli
13 settembre 2023 11:23 Arrivo1991
Altra rosikata vero ? Un lotto di partecipanti di prim'ordine e tolti i primi 3 e Ayuso gli altri sono poca roba ? Ma te pensa. Faresti prima a dire che mancando Pogacar ( bastonato al Tour ), guardi la corsa come piace a te. Hai qualche complesso .....

Non credo proprio
13 settembre 2023 11:31 Frank46
Se Ciccone avesse chiuso 15° non credo proprio che si sarebbero incensate lodi. Si loderà Tiberi quando vincerà o ci arriverà almeno vicino, ma in realtà mi sembra che sia stato rimarcato positivamente un 15° posto e questo la dice lunga su come sta messo il ciclismo italiano.
In ogni caso Ciccone all' età sue vinceva un tappone di montagna con una fuga da lontano mostrando una grande gamba e si piazzo 2° o 3° in un arrivo in salita non particolarmente duro giocandosela alla pari con quelli che si stavano giocando il Giro.

Per come andava a 20/21 anni si sperava potesse diventare un campione e invece è rimasto solo un buon corridore. Purtroppo attualmente assieme a Caruso il nostro miglior scalatore ed è poca cosa ma di certo non possiamo farne una colpa a chi almeno a quel livello ci sta. Meno male che ci sta Ciccone, non è colpa sua se non ne abbiamo di migliori, lui fa quello che può rispetto al suo potenziale.

Uscito ulteriormente di classifica per cosa?
13 settembre 2023 11:38 Frank46
Evenepoel con la sua classe non dovrebbe aver bisogno di queste cose non è mica Ciccone.
Se vuole vincere sull'Angliru sarebbe stato meglio sfidare gli altri big e non scappare dal confronto diretto. Poi nelle restanti due tappe di montagna cercare delle imprese con fughe da lontano ci stava.

In ogni caso non capisco che problemi ha chi sostiene che si vuole fare passare Vinguegard per bugiardo perché non crede ad Evenepoel e invece non si vuole fare la stessa cosa con Evenepoel che non credeva ai Jumbo.

Primo il fatto che Vinguegard volesse tenere sotto controllo Evenepoel nonostante i 27 minuti persi è un grandissimo attestato di stima. 2° non sono bugie e non sono bambini dell' asilo si chiama pretattica e fa parte di qualsiasi sport.

Per Kristi
13 settembre 2023 11:43 Frank46
Si chiamano gare di preparazione. Si sta preparando per il Lombardia e dubito che gli interessa qualcosa dei like o degli haters. Come tutti i ciclisti di livello si prepara al meglio per cercare di vincere gare importanti. Se nel frattempo trionfa anche nelle gare di preparazione tanto meglio.

@ frank
13 settembre 2023 12:34 Arrivo1991
Penso hai sbagliato account, comunque ti rispondo ( almeno ti passa la giornata ). Addirittura hanno fatto parlare del carattere di Vingegaard al padre di Tadej. Ti rendi conto???? Ora, prima la Vuelta aveva grossi nomi, ora gli altri sono " poca roba ". Assurdo vero ? Fareste (faresti) prima a dire che senza Pogacar vi ( ti ) rode

X arrivo1991
13 settembre 2023 13:31 italia
Non ci capiamo: per me non c'entra niente chi aiuto o non aiuto: il mio termine di paragone e' questo....... attacco il mio compagno di squadra che e' in maglia per .... sfilargliela ..

Per arrivo1991
13 settembre 2023 14:57 Frank46
Non ho capito se rispondevi a me. Comunque si sa che molti giornalisti, come del resto tutte le persone, tendono a schierarsi.
Vinguegard sta nella squadra più forte al mondo, non è molto espansivo e sembra avere sempre tutto sotto controllo.
È più facile che stia sulle balle Vinguegard che non Pogacar.
Poi ovviamente di contro a chi nota sta cosa potrebbe iniziare a stargli antipatico Pogacar.
Ma neanche Pogacar ha fatto nulla di male! 🤣 se poi si entra inquest'ottica da bastian contrario qualsiasi cosa ti potrà sembrare fatta a posta per mettere in cattiva luce Vinguegard o per mettere in buona luce Pogacar. Non so se eri te a scrivere del fatto che vogliono fare passare per bugiardo Vinguegard ma non Evenepoel. In questo caso si diventa tifosi di Vinguegard per fattori esterni e si vede del marcio ovunque. Per me sono tutti grandi campioni. Preferirei che ci fosse qualche grande campione italiano ma siccome il ciclismo mi piace va bene lo stesso così.

Alla fine
13 settembre 2023 15:20 Bullet
Mi sa che i problemi ce li ha solo chi vuole vedere quello che gli fa comodo cioè che qualsiasi cosa faccia o dica il bimbo, perché l'appellativo gliel'ha dato il commentatore tecnico per eccellenza, è come manna dal cielo. Continuate pure tanto poi è la strada che parla...

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Madrid, ore otto di una serata invernale. Nella hall di un hotel vicino all’aeroporto di Barajas, Fabian Cancellara chiacchiera con alcuni membri dello staff della sua Tudor. Uno scambio di saluti si trasforma in un’occasione per scambiare qualche battuta, per...


È passato un anno da quella volata a due tra Demi Vollering e Lotte Kopecky in  Piazza del Campo. È passato un anno e l’olandese e la belga tornano in Italia per battagliare e dare spettacolo assieme alle altre 142...


L’Union Européenne de Cyclisme e il marchio di abbigliamento da ciclismo Alé pedaleranno ancora insieme fino al 2029. Il prolungamento dell’accordo tra la confederazione continentale e il prestigioso brand italiano è stato siglato questa mattina tra il presidente UEC, Enrico Della Casa,...


Red Bull Junior Brothers, il programma globale di talent scouting su strada lanciato da Red Bull in collaborazione con BORA - hansgrohe, annuncia il suo attesissimo ritorno per la stagione 2024. Dopo il successo del suo anno d'esordio, il programma...


È nato poco dopo la mezzanotte all'ospedale di Treviglio Diego, figlio di Marta, seconda genita di Mirella e Adriano Baffi. Il piccolo - 3, 3 kg - sta bene, così come mamma Marta e il papà Cristian Siciliano è chiaramente...


L’offerta proposta da Fizik in questi giorni è davvero interessante e si basa su pacchetti “convenienti” che vi permettono di acquistare in una sola soluzione scarpe, nastro manubrio e sella usufruendo di sconti che arrivano fino al 20%. Se vi fate due conti...


Autonomia, peso ridotto, supporto di potenza completo. Rispetto al passato, i ciclisti di oggi vogliono molto di più dalle loro mountain bike a pedalata assistita e, come spesso succede, il miglior compromesso è non scendere a compromessi. Per ottenere una...


Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale....


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Da fuori sembra un’immensa astronave adagiata nella pianura di una campagna asciutta e gelida a due pas­si da Bergamo e a uno da Treviglio, sotto un cielo color dell’orzata. È imponente questa struttura che si distende e si estende in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi