ANDREA E MATEVZ, TANDEM BAHRAIN DAL GIRO DI POLONIA A GLASGOW

APPROFONDIMENTI | 03/08/2023 | 08:11
di Nicolò Vallone

Andrea ha 35 anni, Matevz ne ha 23. Corrono entrambi nella Bahrain Victorious e al Giro di Polonia l'esperto Andrea sta facendo il pesce pilota del giovane Matevz. Al termine della corsa polacca, avranno un aereo per Glasgow da prendere.


Partiamo da chi è sicuro al 100% di essere ai nastri di partenza iridati. Per un Matej che rinuncia, c'è un Matevz che andrà a comporre la truppa di Tadej. Parliamo di Govekar, che dopo la trafila giovanile nella sua piccola grande Slovenia ha fatto un paio d'anni lì da dilettante prima di passare a Continental nel 2021 con la Tirol KTM. Con gli austriaci, stesso vivaio di Felix Engelhardt, ha conseguito diversi piazzamenti, tra cui un quinto posto al trofeo Matteotti, e nel 2022 è diventato professionista col team bahreinita. Morale: seconda piazza al campionato nazionale sloveno, vittoria della quarta tappa della Vuelta a Burgos e nono posto al Mondiale di Wollongong Under 23. In questa stagione: quinto posto a Le Coteau nel Delfinato (in una volata vinta da Laporte) e quarto nel campionato sloveno, perdendo lo sprint per il podio contro Mohoric, suo capitano qui in Polonia. Abbastanza per guadagnarsi la chiamata del c.t. Hvastija: «In questi giorni corro con Matej, domenica per Tadej: davvero una bella settimana, non vedo l'ora di correre questo Mondiale! - ci ha detto Matevz Govekar -. Saremo una bella squadra attorno a un Pogacar che arriva bene dal Tour de France. Che corridore sono? Direi un "velocista resistente", sto lavorando sia per reggere sulle salite meno impegnative che per migliorare la volata di gruppo». Così Mohoric su di lui: «Un giovane molto promettente, gli serve naturalmente esperienza per vincere tante corse, ma sta imparando molto bene e siamo felici di averlo con noi. Il Mondiale sarà un'esperienza importante nella sua formazione».


Da un aspirante corridore da classiche a uno che nella sua vita ciclistica si è reso adatto a tutti i terreni, e spera in un culmine mondiale. L'Andrea di questa storia, che di cognome fa Pasqualon, è nell'elenco dei nove del c.t. Bennati. A partecipare alla corsa in Scozia però saranno in otto, uno verrà "tagliato" ovvero retrocesso a riserva. Andrea Pasqualon dovrà quindi aspettare la vigilia per sapere se, dopo 13 anni di onorata carriera, coronerà oppure no il sogno di tanti. Nel frattempo c'è da pensare al termine del Giro di Polonia, con la crono di Katowice oggi e la passerella finale di Cracovia domani, dove il corridore veneto sarà ancora una volta l'ultimo uomo di Govekar. Magari con la speranza di poterlo essere due giorni più tardi per un Trentin o chi per lui: di sicuro fa parte della spedizione azzurra, e poco non è.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Patrick Lefevere non le ha mai mandate a dire a Julian Alaphilippe e ancora una volta punta il dito contro il due volte campione del mondo. In una intervista concessa a HUMO, il general manager della Soudal Quick Step è...


E' iniziata ufficialmente da San Vincenzo nei pressi di Cecina, in Toscana, la stagione 2024 della Petrucci Parkpre Team Aries. La formazione piemontese è in collegiale sul territorio livornese per ultimare la fase di preparazione in vista del debutto ufficiale in...


La prima corsa del 2024 per Primoz Roglic sarà in Francia, quando il 3 marzo lo vedremo al via della Parigi-Nizza. La stagione dello sloveno proseguirà poi con i Paesi Baschi e poi il Giro del Delfinato, prima di volare...


Alla presentazione degli eventi primaverili RCS la scorsa settimana c'era pure Moreno Moser, vincitore nel 2013 della Strade Bianche. Dalla corsa senese giovane ma già mitica, e rinnovata quest'anno con doppio circuito finale e distanza complessiva di 215 chilometri, parte...


Il mese di marzo è alle porte e si comincia a sentire profuno di primavera, almeno per quel che riguarda il ciclismo. E la primavera, come preambolo alle grandi classiche, porta con sé l'appuntameto con le prime gare a tappe...


Q36.5 introduce Elemental: la nuova collezione per la primavera e l’estate del 2024. La nuova collezione si compone di due linee capisaldo del marchio bolzanino: Dottore Pro e Gregarius Pro. Nei prodotti Dottore Pro, Q36.5 utilizza un tessuto tridimensionale caratterizzato da un tempo di asciugatura più...


La Coppa San Geo che si corre sabato 24 febbraio con partenza da Ponte San Marco e arrivo a San Felice del Benaco, fin dalla sua prima edizione è stata seguita, descritta, corteggiata e vinta da giornalisti e corridori che...


Il più giovane della squadra è il lucchese Pini che compirà 19 anni il 7 marzo prossimo; quello con la maggiore età invece Senesi classe 2002. E’ una squadra giovane, tutta di under 23 la lucchese Gragnano Sporting Club-La Seggiola,...


“Aspettando…… il Tour de France” che partirà da Firenze il 29 giugno, arriva sabato prossimo la Firenze-Empoli, la classica promossa dai compianti Paolo Marcucci e Renzo Maltinti nel 1988 e che da allora apre in Toscana la stagione dei dilettanti....


Oggi, 14 anni fa, morì Vanni Pettenella. Grazie al Comune di Milano, e in particolare al Municipio 9, ho dato parole e voce a questo podcast sulla vita e i miracoli di un pistard geniale e semplice. A ricordo di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi