SARA FIORIN, DALLA MULTIDISCIPLINARIETA' ALLA SQUADRA DI SVILUPPO DELLA UAE TEAM

INTERVISTA | 20/02/2023 | 08:02
di Danilo Viganò

Sara Fiorin si è fatta grande. A 19 anni occupa un posto di rilievo tra le giovani professioniste della squadra di sviluppo UAE Development Team degli Emirati Arabi. Sara è cresciuta gradualmente, vincendo ogni anno qualcosa di più. Si è svezzata grazie alla multidisciplinarietà, che le ha permesso di conquistare di numerosi titoli tricolori, medaglie d'argento e di bronzo sia ai mondiali che agli europei su pista.


La brianzola di Seveso è una ragazza sveglia, che sa perfettamente cosa vuole. Figlia e nipote d'arte, di Daniele e Guido: il primo direttore sportivo della squadra di famiglia e per un certo periodo al servizio della FCI settore Giovanile, il secondo presidente della società di Baruccana di Seveso (Monza&Brianza) che dopo aver lasciato il ciclismo pedalato ha messo in piedi un avviato negozio di cicli, e  una scuola per moltissimi giovani ciclisti.


"Per me il ciclismo è tutto, è la mia passione, uno stile di vita-racconta Sara diplomata al Liceo delle Scienze Umane-. La bicicletta mi ha fatto crescere, organizzare e valutare anche delle situazioni difficili. Sono giovane ma ho tanti anni di ciclismo alle spalle, e sono contenta della mia scelta".

E' una grande atleta Sara Fiorin, alla ricerca di nuove emozioni e di esperienze in campo internazionale. Ha iniziato bene questa stagione correndo la Clasica de Almeria in Spagna ottenendo il 46simo posto a soli 24" dal podio, La fatica, la sofferenza, il sacrificio, sono parole che fanno parte del suo vocabolario.

"Correre in bicicletta significa non voler vivere come una ragazza normale della mia età. Ma mi piace moltissimo, adoro questo sport. Rispetto ai nostri genitori, noi giovani oggi abbiamo la fortuna di avere già molto e fare delle rinuncie è senz'altro meno problematico. Io sono cresciuta in una famiglia di ciclisti, e da questo sport spero di ricevere ancora molte soddisfazioni".

Sara condivide la passione con il fratello minore Matteo (corre tra gli juniores ed campione del mondo ed europeo su pista, ndr) e tra le atlete del panorama nazionale apprezza molto Chiara Consonni e Silvia Persico, che corrono nella UAE Team ADQ World Tour, e l'azzurra della pista Letizia Paternoster.

"Sono molto brave, sanno essere presenti nelle corse che contano, e migliorano col passare degli anni. Personalmente mi ispiro a me stessa, ci metto del mio ma queste ragazze sono comunque un punto di riferimento".

Intanto, studia (è iscritta all'università telematica Unipegaso indirizzo Scienze Motorie) e si allena al sole della Sicilia: assieme alle compagne Emma Redaelli e Beatrice Caudera stanno pedalando a Catania dove rimarranno ancora per qualche giorno.

"Voglio farmi trovare pronta per le gare che disputerò nei primi giorni di marzo in Croazia-conclude Sara-. Per me ora l'importante è dimostrare a me stessa e agli sportivi, che sono un'atleta sulla quale poter fare affidamento".

Sara Fiorin sarà infatti al via del Trofeo Umag mercoledì 1 marzo e domenica 5 marzo del Trofeo Porec gare del calendario internazionale femminile di classe 1.2.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Brindano Jan Tratnik e la sua Visma – Lease a Bike all'Omloop het Nieuwsblad, la prima Classica belga dell’anno dominata dal team olandese sul traguardo di Ninove. Tratnik  in Belgio ha conquistato la vittoria più importante della sua carriera, andando...


Prima classica della stagione e subito le grandi del gruppo a darsi battaglia e a regalare spettacolo: basta leggere l'ordne d'arrivo della Omloop Het Nieuwsblad per capirlo... Primo posto per Marianne Vos, secondo per Lotte Kopecky, terzo per Elisa Longo...


Tutto come un anno fa: Jonas Vingegaard si esalta sulle strade della Galizia e vince anche la terza tappa del Gran Camino, staccando tutti gli avversari e mettendo il sigillo sulla seconda vittoria consecutiva nella corsa iberica. Sul traguardo della...


Christian Prudhomme è stato l'ospite d'onore della 37a edizione della Firenze-Empoli, la classica di apertura della stagione dilettantistica che ha dato idealmente il via al lungo cammino agonistico che porterà all'evento più atteso, la partenza del Tour de France da...


Gioventù al potere nell'edizione 2024 della Faun Ardèche Classic. Juan Ayuso, talento classe 2002 della UAE Team Emirates, ha sprintato davanti a Romain Grégoire, 21enne francese della Groupama - FDJ, e a Mattias Skjelmose, 23enne, in maglia Lidl Trek andando così a conquistare la quinta vittoria...


Bryan Olivo firma la 100sima Coppa San Geo-54sima Trofeo Caduti Soprazocco gara di apertura del calendario italiano degli Elite e Under 23. L'atleta del Cycling Team Friuli allo sprint ha regolato il giovane bresciano Davide Donati, un primo anno della...


Due brillanti protagonisti nella 37^ Firenze-Empoli nati lo stesso giorno, il 3 dicembre 2004. Il vincitore della gara, il friulano di Udine Alessio Menghini della General Store autore di una volata splendida che gli ha permesso di mettere dietro la...


La Israel Premier Tech fa festa nella settima e penultima tappa del Tour du Rwanda: Itamar Einhorn fa bis nella Rukomo – Kayonza (158 km) dopo il successo di lunedì a Kibeho, mentre il compagno di squadra Joseph Blackmore mantiene...


È l’uomo in verde, il re dei velocisti all’UAE Tour 2024 e Tim Merlier lo ha dimostrato anche oggi calando il tris e vincendo la sesta tappa della competizione al termine di 138 di gara. Il belga ha firmato la...


Il Team Visma | Lease a Bike ci ha provato in tutti i modi e, alla fine, a vincere la Omloop Het Nieuwsblad 2024 è stato il corridore che più era rimasto passivo, Jan Tratnik. Lo sloveno ha battuto in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi