TOUR DE FRANCE FEMMES. ROUSSE:«UN TOUR CON TANTE EMOZIONI E BASI SOLIDE PER IL FUTURO»

NEWS | 01/08/2022 | 08:20
di Luca Galimberti

È calato il sipario sul Tour de France Femmes 2022. Annemiek van Vleuten, Demi Vollering e Katarzyna Niewiadoma, sono da poco scese dal podio dove hanno festeggiato tra gli applausi del tanto pubblico, quando la direttrice della corsa Marion Rousse si presenta davanti alla stampa per fare un bilancio degli ultimi otto giorni di grande ciclismo sulle strade di Francia.


«È stato un Tour de France Femme avec Zwift eccezionale; abbiamo vissuto una settimana incredibile e forse non ci rendiamo ancora conto di ciò che è stato, ci vorrà un po’ per realizzarlo. Personalmente ho provato tante emozioni, le più forti sicuramente sono state quando ho abbassato la bandierina per la partenza di Parigi ed oggi qui sul traguardo della Super Planche des Belles Filles, con questo pubblico stupendo. Devo essere sincera, qualche lacrimuccia è scesa» dichiara la 30enne dirigente dell’Hauts-de-France.


Poi prosegue: «Quello che è certo è che dobbiamo avere la consapevolezza di ciò che siamo riusciti a fare, abbiamo gestito questo Tour come un vero Tour de France. Tutti i giorni le atlete hanno dato spettacolo, un bellissimo spettacolo; le squadre e l’organizzazione hanno dato il massimo. Fra qualche giorno faremo il punto su ciò che è stato, ma posso dire che la base su cui costruire il futuro è solida».

Sul futuro Madame Rousse non anticipa molto, diversi però i rumors: nella prossima edizione potrebbe trovar posto una cronometro, così come sembrerebbe che agli organizzatori siano già arrivate molte candidature dall’estero per ospitare tappe della Grande Boucle femminile. La direttrice non si sbilancia e risponde: «Sappiamo già molto, ma non posso ancora dire nulla. L’appuntamento è in ottobre a Parigi, quando presenteremo i due Tour de France». E allora, come dicono i francesi: “Affaire a suivre”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Trentenne.
1 agosto 2022 10:18 Salb75
Cioè, la direttrice del Tour de France è una trentenne. Questo spiega perchè l'Italia è alla frutta.

30
1 agosto 2022 11:45 Miguelon
Trent'anni non significano nulla. Quando è il contesto e il sistema a prevalere su tutto, basta rientrare negli schemi e si va bene perché già profilati. Averne 30 o 60 sarà lo stesso. Il discorso cambia quando il contesto è da costruire. Nessun trentenne l'ha mai costruito.

Improprio chiamarlo Tour de France
1 agosto 2022 15:20 pickett
La corsa si é svolta in un angolino dell'Esagono,andrebbe chiamato Tour del Nord-Est,o Tour d'Alsazia.Un Tour de France in sole sette tappe non si può fare,mi pare ovvio.E allora perché chiamarlo così?Per gettare fumo negli occhi degli appassionati?

Pagelle
1 agosto 2022 20:07 GianEnri
Sarebbero interessanti le pagelle anche per le bravissime e valorose cicliste che hanno disputato un duro e avvincente Tour de France.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Grande vittoria di Alexander Kristoff nel Circuit Franco Belge, da Tournai s La Louvière per 175, 2 km. Dopo una corsa spettacolare, hanno tentato il colpaccio Alexander Kristoff (Intermarché), Jasper De Buyst (Lotto Soudal) e Dries Van Gestel (TotalEnergies). A...


Guillaume Martin vince la seconda tappa del Tour de l'Ain, la Saint-Vulbas - Lagnieu di 144 km - e conquista la maglia di leader della breve corsa a tappe francese. Lo scalatore della Cofidis ha sorpreso gli altri sei componenti...


Si sta per chiudere il “full circle” ideato da Nathan Haas: cinque biciclette con cinque differenti livree per ritornare sui percorsi sterrati degli albori della sua carriera, seguiti da dieci anni al servizio di squadre WorldTour su strada e per ridare nuova linfa...


Felix Großschartner ha siglato un accordo grazie al quale correrà per l’UAE Team Emirates nelle prossime due stagioni. Il ventottenne scalatore è campione austriaco in carica sia in linea che a cronometro, per un palmares che comprende sei successi...


Il catalano Abel Balderstone (Ullastrell, 2000) è il primo nuovo acquisto della Caja Rural-Seguros RGA per la prossima stagione. Il giovane scalatore sta vivendo un anno fantastico con la Caja Rural-Alea, raccogliendo vittorie e prestazioni che lo hanno portato a...


Maglia di miglior Giovane e quinto posto in classifica generale. E' il bottino finale di Gabriel Fede nella corsa a tappe internazionale Estivale Bretonne in Francia. Una bella prestazione davvero quella del giovane cuneese, 19 anni di Santa Croce di...


Ci ha lasciati Santo Conca per tutti Tino. Tecnico con provata esperienza, era nato a Spirano in provincia di Bergamo nel 1937 ma ha sempre vissuto a Bernareggio (Monza e Brianza). Nella sua lunga carriera di direttore sportivo nelle squadre...


Il 2023 porterà una grande novità nel mondo del ciclismo professionistico: arriverà infatti il primo UCI ProTeam della Nuova Zelanda. La squadra continentale UCI n. 1 al mondo, la Bolton Equities Black Spoke Pro Cycling, ha annunciato infatti di aver...


Mai banale Mario Cipollini quando parla di ciclismo: il nostro direttore Pier Augusto Stagi ha chiamato in causa il più grande velocista italiano di sempre per chiedergli conto sia del Tour de France e delle strategie di Jumbo Visma e...


Julian Alaphilippe è tornato in gara e per farlo ha scelto il Tour del’Ain con l'obiettivo di ritrovare la condizione migliore per l’ultima parte dell’anno, dopo una stagione iniziata bene, ma che ben presto ha messo in ginocchio il campione...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach