GIRO U23 2022. BUSATTO: «PECCATO, MA LA VITTORIA È ALLA MIA PORTATA»

DILETTANTI | 12/06/2022 | 17:18
di Carlo Malvestio

Francesco Busatto deve rimandare ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria da U23, ma può consolarsi col fatto che ormai ha un livello tale da potersi giocare la vittoria di tappa al Giro d’Italia di categoria. Il classe 2002 di Mussolente (Vicenza) ha vinto infatti la volata di ciò che rimaneva del gruppo, ma purtroppo per lui davanti c’era un imprendibile Leo Hayter.


Busatto conclude così per la 5a volta in stagione al secondo posto: «Puntavamo più che altro sul lavoro delle squadre satellite WorldTour per provare a riprendere Hayter – ha detto il portacolori della General Store-Essegibi-F.lli Curia a tuttobiciweb -. Purtroppo, non ci siamo riusciti, io ho fatto il possibile in volata e torno a casa con un altro secondo posto, che rispecchia un po' tutta questa prima parte di stagione. Questo però è un secondo posto di grande valore, perché siamo al Giro e il livello è altissimo».


Il vicentino è un corridore completo, con attitudine ai tracciati mossi come quello di oggi: «Percorsi ondulati e salite brevi sono quelli che preferisco, proprio come oggi. Poi ho un buono spunto veloce, che mi permette di dire la mia nelle volate ristrette».

 

Con questa gamba e attitudine, avrà sicuramente spazio per riprovarci: «Sono arrivato qui con grandi ambizioni, siamo appena all'inizio e la gamba gira – ha detto ancora Busatto, in maglia rosa-nero di miglior italiano in classifica generale -. Ci riproverò i prossimi giorni, penso che la vittoria di tappa sia alla mia portata».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Daryl Impey correrà nella Israel PremierTech anche nel 2023. Nelle due ultime stagioni il 37enne sudafricano è diventato un vero e proprio cardie della squadra come afferma il Direttore Generale Kjell Carlström.: «Daryl Impey è senza dubbio uno dei corridori...


Jake Stewart, britannico della Groupama FDJ, ha vinto allo sprint la prima tappa del Tour de l'Ain. Sul traguardo della Châtillon-sur-Chalaronne - Val-Revermont di 152 km, , Stewart ha regolato in una volata serratissima il francese Tesson ed il belga...


Inizia sotto il segno degli italiani il Tour of Szeklerland in Romania (classe 2.2). Nicolas Dalla Valle ha vinto infatti la prima tappa Debrecen-Debrecen di 91 chilometri. Il portacolori della Continental Giotti Victoria Savini Due allo sprint ha regolato Daniel...


La valdostana Gaia Tormena, 20 anni, Campionessa del Mondo in carica di eliminator mountain bike, è infallibile anche nelle gare a invito. Infatti l’eclettica ciclo-girl del team Lupi Aosta ha trionfato nel Gran Premio Corratec a Timisoara, in Romania. All’evento...


Dopo Dries De Pooter, Tom Paquot e Laurenz Rex, altre due stelle emergenti del ciclismo belga faranno il loro debutto nel World Tour con Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux la prossima stagione: Rune Herregodts (24 anni) e Arne Marit (23), entrambi attualmente alla...


Protagonista sfortunato di una bruttissima caduta ieri in allenamento, Tiesj Benoot ha inviato un messaggio rassicurante dal suo letto d'ospedale. Il belga della Jumbo Visma scrive: «Prima di tutto, voglio far sapere a tutti che va tutto bene. Ieri sono...


Oggi è il compleanno di due grandi ciclisti veneti: Renato Longo e Davide Rebellin. Renato Longo (di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso) festeggia oggi i suoi primi 85 anni: è stato un grandissimo del ciclocros, cinque volte Campione del...


Tim Wellens ha siglato un accordo biennale per diventare un corridore dell’UAE Team Emirates fino al termine della stagione 2024. Il trentunenne belga di Sint Truiden può fregiarsi di un palmares di altissima caratura, con 34 successi tra i quali...


Bob Jungels, vincitore di una tappa dell'ultimo Tour de France, ha firmato un contratto pluriennale con la Bora Hansgrohe e metterà al servizoo del team tedesco la sua versatilità e la sua esperienza. «Sono entusiasta di correre per BORA -...


Ci ha fatto prendere un bello spavento Marta Cavalli, in quella seconda tappa del Tour de France femminile. Soprattutto, lo spavento se l'è preso lei: un impatto come quello che tutti abbiamo visto più e più volte è l'ultima cosa...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach