PEDALA COI LUPI, UNA NOTTE DIVERSA AL PARCO DI MONZA. GALLERY

NEWS | 06/06/2022 | 07:45
di Giorgia Monguzzi

Un successo di pubblico incredibile lo scorso sabato 4 giugno nel parco Monza per l’edizione 2022 della Pedala coi Lupi che, dopo due anni di attesa, ha finalmente potuto riprendere attirando tanti appassionati e curiosi. La manifestazione organizzata dal gruppo Torrevilla MTB (lo stesso gruppo che ha la squadra agonistica Ktm Protek Elettrosystem) è ormai un marchio di fabbrica che è diventata famosa in tutta la Brianza imponendosi come evento unico e assolutamente caratteristico. La Pedala coi Lupi nasce molti anni fa dal gruppo sportivo con sede nella frazione del piccolo comune di Monticello Brianza, in provincia di Lecco, una pedalata notturna tra i sentieri e campi del parco agricolo della valletta intervallata da giochi di luce e piccoli spettacoli. La corsa, assolutamente non competitiva si è ingrandita aggiungendo una tappa ulteriore, una specie di inaugurazione più leggera e alla portata di tutti proprio nel parco della villa reale di Monza.

Per due lunghi anni la Pedala coi Lupi aveva dovuto attendere, le norme anticovid non avevano permesso che il grande evento potesse svolgersi in tutta sicurezza e così in questi mesi tutto il direttivo del  Torrevilla Mtb ha lavorato duramente per rimettere in piedi tutto quanto. L’attesa era tanta e gli appassionati si sono presentati in massa alla nuova edizione, circa un migliaio di persone hanno effettuato l’iscrizione e si sono presentati in sella alla propria bicicletta pronti a gettarsi all’avventura. Il percorso di Monza prevedeva 12 km da percorrere all’interno di tutto il parco, una distanza assolutamente non proibitiva e certamente adatta a tutti, i requisiti da rispettare erano soltanto 3: avere almeno 8 anni compiuti, casco e bici dotata di luci. La bellezza della pedala coi lupi infatti non è l’aspetto agonistico, la manifestazione è tutt’altro che competitiva quanto piuttosto l’unicità dell’evento. Si tratta di una vera e propria avventura notturna per  andare alla scoperta di luoghi nascosti o che siamo sempre abituati a vedere in modo diverso, una pedalata a basso ritmo che diventa un’esperienza assolutamente straordinaria. Tra giochi di luce, giochi con il fuoco ed effetti speciali, sono stati percorsi i grandi vialoni to del parco, ma anche i prati, le zone di sterrato e la leggendaria curva sopraelevata dell’autodromo. A guidare l’enorme gruppo di appassionati c’erano gli “angeli” i membri più esperti del Torrevilla mtb che gestivano la velocità ed erano pronti ad intervenire di fronte ad ogni necessità.


Per una notte il parco di Monza è stato animato da un serpentone luminoso che si è snodato per tutto il percorso, i fari sulle biciclette hanno letteralmente illuminato il cammino che fino ad un attimo prima era immerso nell’oscurità.  Tra le fila del gruppo era impossibile distinguere i volti, ma le voci tenevano compagnia durante la pedalata, c’erano famiglie intere, amici, ma soprattutto appassionati di ciclismo. Migliaia di persone si sono addentrati nella notte del parco, impossibile dirne il numero esatto, la quantità delle iscrizioni ha stupito anche gli organizzatori. «Sinceramente non ci aspettavamo così tante persone - ci ha detto Fabrizio Pirovano, presidente del Torrevilla MTB - stare fermi due anni è stata dura, non vedevamo l’ora di ripartire. Dietro questa manifestazione c’è tanto lavoro, siamo partiti mesi fa per chiedere i permessi al prefetto e al sindaco, poi qualche giorno fa invece abbiamo iniziato a montare tutte le strutture e a mettere le indicazioni del percorso. Siamo circa un centinaio ad aver collaborato alla realizzazione di questa edizione e non posso fare altro che ringraziare tutti quanti.»


La pedalata notturna è però solo il centro pulsante della manifestazione, la Pedala Coi Lupi è in realtà una macchina ben più grande che si rivolge ai pedalatori e non solo. La serata infatti è partita alle 18.00 con le evoluzioni dei “Stay Tranfer” in sella alle loro bmx, poi lo spettacolo di “Drago Bianco”, esperto nell’arte del fuoco che ha anticipato la partenza fissata per le ore 21.30. Le restante parte della serata è stata animata dalla “Sick Brain Rock Band” che ha intrattenuto il pubblico con i brani più famosi degli AcDc e di altri gruppi rock.

Tanta è stata la soddisfazione da parte degli organizzatori ma anche dei partecipanti, molti hanno riscoperto il fascino di andare in bicicletta, altri ne sono rimasti ancora più innamorati. È questo l’ingrediente segreto della pedala coi lupi: proporre un’esperienza che va oltre il concetto di gara o di ciclismo, piuttosto un’avventura unica in cui la compagnia e il senso del brivido fanno parte del gioco. Ora il prossimo appuntamento è per il 9 luglio a Besana Brianza con la Pedala Coi Lupi classica: un percorso fenomenale tutto all’interno del parco della Valletta e lì di spirito avventuroso ne servirà davvero tanto.

photo Monguzzi

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Al quarto tentativo Veljko Stojnic e il Team corratec festeggiano in un Tour de la Guadeloupe finora complicato per gli uomini di Marco Zamparella che sono riusciti a conquistare il 15° successo di un 2022 particolarmente soddisfacente. Il corridore serbo,...


Classifica finale alla mano, la migliore ciclista italiana nella prima edizione del Tour de France Femmes veste la maglia fucsia-blu della Valcar e risponde al nome di Silvia Persico: abbiamo raggiunto la 25enne di Cene (BG) al telefono per farci...


Guerciotti, negli ultimi due anni, è stata protagonista di una crescita esponenziale che l’ha portata ad un aumento delle vendite in tutto il mondo e a un conseguente aumento del fatturato globale. Per far fronte a questa rapida crescita, oggi...


Le squadre nazionali di ciclismo su strada (crono compresa), mountain bike, pista e BMX freestyle si preparano a partire per Monaco di Baviera, dove dall’11 al 21 di agosto, si tengono i Campionati Europei. I CT Daniele Bennati, Marco Villa,...


Ethan Hayter ha firmato un nuovo contratto che lo legherà fino alla fine della stagione 2024 alla Ineos Grenadiers. Il 23enne britannico, appena incoronato vincitore del Tour de Pologne, è diventato professionista con la squadra britannica nel 2020 e ha...


Il nome è Daniele, ha 47 anni e di professione fa il gruista. Oggi ha consegnato la propria verità e verisione a varesenews.it, dopo l'incidente avvenuto a Porto Ceresico la scorsa settimana e che ha visto vittima il corridore professionista...


Il Team BikeExchange-Jayco continua al sua campagna di rafforzamento e ingaggia il neo campione europeo U23 Felix Engelhardt con un contratto neo-pro di due anni. Il 21enne corridore tedesco ha mostrato un grande potenziale correndo sulle strade d'Europa e con la...


Andrea Piccolo farà domani il suo debutto con la maglia della EF Education Easypot : il ventunenne milanese sarà infatti al via del Tour de l'Ain.Piccolo, che è arrivato secondo al Circuito de Getxo la scorsa settimana nella sua ultima gara...


Il quinto Consiglio federale del 2022 della FCI si è celebrato sabato 6 agosto a San Paolo d’Argon, ospiti del Comitato provinciale di Bergamo, nei locali dell’azienda LVF. Nelle comunicazioni iniziali il presidente Cordiano Dagnoni ha detto: “Ringrazio il presidente...


Torna al successo nel 4° Trofeo Madonna del Cavatore a Le Casette di Massa il canadese Michail Leonard del Team Franco Ballerini, guidato da Luca Scinto dopo l’abbandono da parte del direttore sportivo Andrea Bardelli. Leonard dopo uno stop di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach