BILANCIO MONDIALI. AMADIO: «ESALTATO IL NOSTRO SPIRITO DI SQUADRA»

NAZIONALE | 29/09/2021 | 15:13

Archiviato il Campionato Mondiale nelle Fiandre è tempo di bilanci. Tre ori ed un bronzo rappresentano sicuramente un bottino di livello per le Nazionali di ciclismo su strada. Spetta a Roberto Amadio, team manager azzurro, stilare un'analisi più approfondita: “Abbiamo chiuso un Mondiale di grandi soddisfazioni, su questo non c'è dubbio. Mi baso sui risultati, ma anche sulla condotta, ossia su come i nostri atleti hanno saputo interpretare le gare in tutte le categorie, compresi quelle che non hanno vinto le medaglie. E' emerso uno spirito di squadra importante con risultati che ci regalano grandi soddisfazioni a partire da Elisa Balsamo, fino a Filippo Baroncini e Filippo Ganna”. 


Amadio esprime una considerazione proprio sul piemontese: “Tutti danno per scontato che Ganna debba sempre vincere, ma non è così. Pippo ha fornito una prestazione incredibile con avversari importanti. L'ordine d'arrivo è regale con Wout Van Aert e Remco Evenepoel alle spalle. Significa che lui e lo staff  hanno lavorato con scrupolo e su tutti i dettagli”. Sempre in tema crono Amadio torna al bronzo della Relay: “Il risultato del sestetto dimostra che come  cronomen, soprattutto al maschile, abbiamo un livello molto alto visti i distacchi di gara molto limitati”.


Elisa Balsamo e Filippo Baroncini rappresentano la nuova generazione: “Baroncini ha dimostrato di essere quest'anno un ottimo corridore. Aveva già firmato il passaggio al professionismo con la Trek Segafredo di Luca Guercilena ed era nel mirino delle grandi squadre ben prima di ottenere il titolo iridato. Con questo risultato corona quando costruito dal suo team, dai tecnici e da Marino Amadori. Ho visto un ottimo lavoro, anche in altura a Sestriere, e una programmazione mirata”.

Su Elisa Balsamo: “Si è ripresa della sfortuna delle Olimpiadi, prova in cui è caduta. Andava fortissimo anche a luglio. E' una ragazza con una continuità di livello molto alta. Le compagne comunque hanno corso tutte per una. Lei era la leader e si sono messe a disposizione, compresa Marta Bastianelli che è veloce. Questo è lo spirito bello delle Nazionali”.

Gli uomini Elite hanno colto un 10° posto: “Abbiamo trovato un corridore superiore a tutti e che ha vinto con merito: Julien Alaphilippe. Noi siamo stati condizionati dalle cadute di Ballerini e Trentin, 2 elementi che potevano cambiare la gara, ma queste sono le corse che comprendono incidenti forature e cadute. Anche gli uomini hanno dimostrato grande spirito di squadra correndo bene”

Infine una considerazione al gruppo: “Vorrei fare un elogio a tutto lo staff che ha lavorato con dedizione, come sempre, con lo spirito che ci vuole in una Nazionale”.

Giusto il tempo di rifiatare, poi via verso prossimi appuntamenti in azzurro: la Nazionale MTB è attesa questo weekend a Capoliveri per il Mondiale Marathon, mentre ad ottobre si torna in pista per gli Europei di Grenchen e i Mondiali di Roubaix.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Patrick Lefevere non le ha mai mandate a dire a Julian Alaphilippe e ancora una volta punta il dito contro il due volte campione del mondo. In una intervista concessa a HUMO, il general manager della Soudal Quick Step è...


E' iniziata ufficialmente da San Vincenzo nei pressi di Cecina, in Toscana, la stagione 2024 della Petrucci Parkpre Team Aries. La formazione piemontese è in collegiale sul territorio livornese per ultimare la fase di preparazione in vista del debutto ufficiale in...


La prima corsa del 2024 per Primoz Roglic sarà in Francia, quando il 3 marzo lo vedremo al via della Parigi-Nizza. La stagione dello sloveno proseguirà poi con i Paesi Baschi e poi il Giro del Delfinato, prima di volare...


Alla presentazione degli eventi primaverili RCS la scorsa settimana c'era pure Moreno Moser, vincitore nel 2013 della Strade Bianche. Dalla corsa senese giovane ma già mitica, e rinnovata quest'anno con doppio circuito finale e distanza complessiva di 215 chilometri, parte...


Il mese di marzo è alle porte e si comincia a sentire profuno di primavera, almeno per quel che riguarda il ciclismo. E la primavera, come preambolo alle grandi classiche, porta con sé l'appuntameto con le prime gare a tappe...


Q36.5 introduce Elemental: la nuova collezione per la primavera e l’estate del 2024. La nuova collezione si compone di due linee capisaldo del marchio bolzanino: Dottore Pro e Gregarius Pro. Nei prodotti Dottore Pro, Q36.5 utilizza un tessuto tridimensionale caratterizzato da un tempo di asciugatura più...


La Coppa San Geo che si corre sabato 24 febbraio con partenza da Ponte San Marco e arrivo a San Felice del Benaco, fin dalla sua prima edizione è stata seguita, descritta, corteggiata e vinta da giornalisti e corridori che...


Il più giovane della squadra è il lucchese Pini che compirà 19 anni il 7 marzo prossimo; quello con la maggiore età invece Senesi classe 2002. E’ una squadra giovane, tutta di under 23 la lucchese Gragnano Sporting Club-La Seggiola,...


“Aspettando…… il Tour de France” che partirà da Firenze il 29 giugno, arriva sabato prossimo la Firenze-Empoli, la classica promossa dai compianti Paolo Marcucci e Renzo Maltinti nel 1988 e che da allora apre in Toscana la stagione dei dilettanti....


Oggi, 14 anni fa, morì Vanni Pettenella. Grazie al Comune di Milano, e in particolare al Municipio 9, ho dato parole e voce a questo podcast sulla vita e i miracoli di un pistard geniale e semplice. A ricordo di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi