L'ORA DEL PASTO. L'INCUBO DEL DIRETTORE

LIBRI | 15/09/2021 | 08:03
di Marco Pastonesi

“Guai a fidarti di certi professori. Li vedi ammantati di sapere, lontani dal tuo piccolo mondo; li immagini allergici alle passionalità proletarie, ai pruriti della gente comune. E poi, zac, irrompono sul tuo terreno, ti raccontano di sfide a pallone sul fango, competono con le tue emozioni e magari ti colgono graziosamente in fallo perché ne sanno una più di te”.


Candido Cannavò irrompe nella mia vita di tutti i giorni. Con la prefazione a un libro trovato qua o là. Il “professore”, cui alludeva il Direttore (per noi della “Gazzetta dello Sport” era “il Direttore”, anche se poi gli davamo tutti del tu, anche se poi avrebbe meritato non il lei ma il voi), era Gianfranco Piantoni. Il “sapere”, cui si riferiva il Direttore, era il saggio “Diritto allo stadio” (V&P, 216 pagine, 15 euro). E l’anno era il 2005: sostituito e oscurato da Pietro Calabrese nel 2002, il Direttore sarebbe stato rivalutato e magnificato da Carlo Verdelli nel 2006.


Cannavò aveva una scrittura facile e ricca, pulita e puntuale, generosa e istintiva, a volte immaginifica (come quell’”ammantati”), a volte sorprendente (come quello “zac”), a volte tradizionale (come l’uso di quel punto e virgola). E sempre personale. Le “passionalità proletarie” erano le sue. I “pruriti della gente comune” erano le curiosità dei suoi lettori. Le “sfide” erano il suo pane quotidiano. E le “emozioni” erano il traguardo della sua scrittura, la meta del suo giornalismo, l’obiettivo del suo (del nostro, oserei - con orgoglio e presunzione - dire) giornale. E quel “graziosamente in fallo” nascondeva l’orgoglio ferito, forse la perfezione scheggiata, o la sincera ammissione di chi avrebbe dovuto saperne di più. “Confesso che personaggi come Piantoni erano il mio incubo: capaci di cogliere l’errore nella sedicesima riga di un articolo dedicato all’hockey su prato”. Cioè: “Gentili  e micidiali”. Cioè: “Ti ricoprono di elogi e ti demoliscono”.

Il Direttore predicava la precisione e malediceva la sciatteria, apprezzava la fantasia e diffidava dell’ironia, e aveva sempre chiari, sempre presenti, sempre lucenti i comandamenti del suo lavoro, della suo artigianato artistico, della sua missione: “Emergono sovrani due monumenti dello sport e della vita: l’incomparabile sapore delle emozioni e l’immensa importanza dei valori morali”. Tant’è che “dietro il ‘Diritto allo stadio’, vedo Piantoni difendere qualcosa di molto più grande: la bellezza del competere e la dignità dell’esistenza umana”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La nuova Graff Route è la ruota da gravel con cerchio in carbonio che va ad affiancare l’iconica Graff Routre. Con un profilo da36mm e un canale interno ampio arrivano a 1565g andando direttamente al vertice della collezione gravel di Miche. per continuare...


L'ultima frazione in linea del Giro 105 - la Belluno-Marmolada - è il classico tappone dolomitico: 168 chilometri con tre salite davvero impressionanti per decidere le sorti della corsa rosa. per seguire l'intera cronaca diretta della corsa a partire dalle...


La categoria Women esordisce al Cycling Stars Criterium di Valdobbiadene come meglio non potrebbe. Oltre alla Campionessa del Mondo e alla Campionessa Italiana (Balsamo e Longo Borghini) già annunciate qualche giorno fa, l'organizzazione svela tutti i 25 nomi presenti al via...


Il 31 maggio prossimo alle ore 19.00 torna a San Daniele del Friuli il grande ciclismo. Come nella edizione zero del 2019, quando arrivarono Vincenzo Nibali, Elia Viviani, Giulio Ciccone, Valerio Conti, Fausto Masnada e tanti altri, la cittadina del...


Oggi le strade del Giro d’Italia tornano a tingersi con i colori della storia, della fatica, delle alleanze e delle battaglie che sul Passo Pordoi hanno regalato al ciclismo momenti di passione vera e, dove il mito ha imparato a...


Banca Mediolanum, per il ventesimo anno sponsor ufficiale del Gran Premio della Montagna, organizza in Emilia-Romagna “Un giro nel Giro” dedicato a clienti e appassionati ciclisti per vivere con loro l’emozione del percorso anticipando la gara di qualche ora. Oggi...


Domani a Revello, nel cuneese, è in programma una Giornata Azzurra con tre gare maschili: esordienti, allievi e juniores disputeranno la Coppa Val Po. Ad organizzarle è la gloriosa Vigor Piasco del presidente Claudio Mattio con patrocinio del Comune di...


Sarà ExtraGiro a organizzare i primi Campionati italiani della Federazione Ciclistica Italiana Gravel Open e Master, che si svolgeranno domenica 18 settembre 2022 ad Argenta (Fe) in Emilia-Romagna. La prima storica edizione dei Tricolori di questa disciplina si inserirà in...


Ogni volta che si inaugura un nuovo luogo nel quale praticare ciclismo, è un giorno di festa per tutto il mondo delle due ruote. e allora tutti pronti a far festa mercoledì 1° giugno perché a Rio Saliceto ci sarà...


Partire con il Giro della Lunigiana da Portofino era l’obiettivo dichiarato ed inseguito da parte della società Casano. Avverrà quest’anno dal 1 al 4 settembre con la quarantaseiesima edizione della gara internazionale juniores prevista in cinque tappe previste, in quanto...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach