L'ABC DI COSTA. MOSCON TRAINA, BENNETT RESTA A PIEDI

GIRO D'ITALIA | 17/05/2021 | 16:33
di Angelo Costa

B come Bennett. Nel senso di George, scalatore neozelandese della Jumbo. Da non confondere col velocista irlandese Sam, anche se non è difficile: quando a quello chiedono di provarci ancora li suona tutti, quando lo chiedono a George viene suonato. Si distingue dai compagni per la maglia bianca con le insegne della sua bandiera, in quanto campione nazionale: da come va in Giro, il sospetto è che la sua maglia sia davvero una bandiera. In ritardo in ogni arrivo in salita, dopo una settimana è già a dieci minuti dalla maglia rosa: Bennett, ma non benissimo. Ha sofferto molto le tappe del vento, lasciando stupiti i suoi connazionali, notoriamente maestri nella vela: per questo l’hanno già ribattezzato Luna Storta. Con Roglic, Kruijswijk e Van Aert dirottati sul Tour e Dumoulin dirottato e basta, in squadra gli avevano concesso l’opportunità di fare il leader: pensavano che per lui fosse una Bennettdizione. E invece, sta pian piano logorandosi, come un qualsiasi Bennett di consumo. Siccome alla Jumbo non fanno Bennettficenza, a Campo Felice hanno lasciato giù dal bus il norvegese Foss, il meglio piazzato della squadra: non è stata una dimenticanza, ma un modo per dire a Bennett che c’è un’alternativa pronta in parcheggio.


M come Moscon. Nel senso di Gianni, corridore della Ineos. Trentino della Val di Non, dove i bambini crescono con molte restrizioni: Non sudare, Non sporcarti, Non allontanarti, Non uscire dal cancello con la bici. E’ uno dei pochi ciclisti che non ha un soprannome legato a un animale: quando è arrivato lui, erano rimasti solo zebù e yak. E’ chiamato Trattore perchè ha la forza di un mezzo agricolo, non perché è titolare di una trattoria. Gli è stato dato il giorno che, lavorando in campagna con i genitori, ha trainato da solo un carro. Da lì il proverbio ‘tira più Moscon di un pelo eccetera eccetera’: da quella volta, i buoi della zona lo guardano malissimo. E’ gentile, discreto e con le ragazze non è mai ossessivo: se deve rimorchiare, non fa il moscone. Alla Ineos lo chiamano quando è ora di trainare i compagni, ma non solo: anziché il carro attrezzi, chiamano lui anche quando c’è da liberare un mezzo dal pantano o spostare una roulotte. Arriva da una terra celebre per la produzione di mele ed è contento quando Bernal glielo ricorda durante la tappa: Mela riprendi la fuga? Mela tieni alta l’andatura? Mela apri la strada per attaccare? E’ reduce da un periodaccio, dove fra qualche parola di troppo, liti in corsa e scontri in bici gli è stata appiccicata l’etichetta di bullo manesco: adesso, per non rischiare altri castighi, nemmeno quando vince alza le mani. Talento ritrovato, può di nuovo pensare a obiettivi alti, magari una grande classica come la Rubè: con tutte le pietre che si è visto tirare e la polvere in cui è sprofondato, una corsa del genere gli sembrerà una scampagnata.


Copyright © TBW
COMMENTI
Costa
17 maggio 2021 19:35 Anbronte
Signor Costa, visto che lei è così bravo a prendere in giro Bennett, perché non prova nello stesso modo a prendere in giro ad esempio Nibali capitano della Trek, magari può prendere in giro anche se stesso , per come scrive gli articoli, oppure la potrei vedere pedalare , se mai è capace di farlo, dalle mie parti si chiama rispetto.

Non arrabbiatevi!
18 maggio 2021 02:15 lupin3
Ci vuole costa-nza a scrivere tutti i giorni. Se vi costa leggere questo ABC e preferite spedirlo in costa rica con costa crociere, sappiate che costa abbastanza. Rilassatevi

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Continua il momento magico di Lorenzo Fortunato. Il 16° posto finale al Giro d'Italia e il trionfo sullo Zoncolan non sono stati frutto del caso e sul Monte Grappa il giovane portacolori della Eolo-Kometa lo ha dimostrato ampiamente. Il bolognese...


È cominciata ufficialmente la settimana che assegna i titoli nazionali nella gran parte dei Paesi. E come sempre sono le cronometro ad aprire i giochi.Tornato alle corse la settimana scorsa dopo una pausa di riflessione, Tom Dumoulin ritrova in fretta ...


Quest'oggi si è alzato il sipario sul primo percorso regionale permanente in Italia dedicato alla bicicletta su strade asfaltate secondarie a basso traffico e su tratti “bianchi”. Via Romagna si accredita tra le ciclovie più interessanti a livello europeo con i suoi...


Si sta specializzando nella conquista delle cime più prestigiose: Lorenzo Fortunato ha vinto, con un finale incredibile, la seconda tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021 che si è conclusa in vetta al Monte Grappa. La prima parte della tappa è stata caratterizzata...


Quest’anno l’Axion Swiss Bank – Gran Premio Città di Lugano si svolgerà domenica 27 giugno. L’elegante Casinò di Lugano ha ospitato oggi la presentazione della classica professionistica giunta all’edizione numero 74. L’egida organizzativa è sempre del Velo Club Lugano, società...


Al termine dell’udienza generale, il ciclista colombiano vincitore del Giro d'Italia ha incontrato Francesco e gli ha donato, a nome di tutti i connazionali, la maglia rosa e una bicicletta, una Pinarello bianca bordata d'azzurro. La bicicletta, fanno sapere fobti...


Nuovo nome - ma non nuovo sponsor - e nuova maglia, debutto previsto al Tour de France. La Total Direct Energie cambia nome in occasione della Grande Boucle e si chiamerà Team TotalEnergies, presentando una maglia nella quale il bianco...


22 squadre, ognuna con sei corridori, prenderanno parte al Deutschland Tour dal 26 al 29 agosto. La gara si svolgerà in quattro tappe con partenza dalla città anseatica di Stralsund e traguardo finale a Norimberga. 727 chilometri sarannono percorsi sulla...


Simone Consonni prolunga per altre due stagioni il suo impegno con la Cofidis. Il ventiseienne corridore bergamasco sarà una delle carte più importanti della formazione francese per gli sprint e per le classiche. Dopo essere arrivato terzo lo scorso anno...


Caro Direttore, non mi si venga a raccontare che il sommo idiota che ha sfregiato il Monumento eretto e titolato in memoria di Franco Ballerini ha semplicemte commesso "una bravata"! Prescindendo, neanche poi tanto, dai profili delittuosi del gesto che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155