DECEUNINCK QUICK STEP: EVENEPOEL E ALMEIDA, QUALE STRATEGIA PER IL GIRO?

PROFESSIONISTI | 03/05/2021 | 08:10
di Francesca Monzone

Chi sarà il capitano della Deceuninck-Quick Step al Giro d’Italia? In molti pensano che Remco Evenepoel sarà il prescelto, altri propongono Joao Almeida, ma a parlare e a sciogliere ogni dubbio è la stessa squadra.


«Sarebbe molto sciocco far partire Remco come capitano. Questo significherebbe bruciarlo nella prima settimana – ha detto il direttore sportivo Klaas Lodewyck. - Deve solo imparare, visto che sarà il suo primo grande giro. Lo terremo tranquillo e lo esamineremo giorno per giorno».


Alla luce di queste dichiarazioni, dovrebbe essere il portoghese Joao Almeida il capitano della formazione belga al Giro. Bisogna ricordare che Almeida lo scorso anno ha chiuso la corsa al quarto posto assoluto e tenuto la maglia rosa di leader della corsa per 15 giorno.

La conferma arriverebbe anche dallo stesso Evenepoel che alla rivista Procycling ha spiegato quali saranno i suoi obiettivi. «So da dove vengo - ha detto Evenepoel –: ho letteralmente rotto l'intera parte destra del mio corpo. Pensare ad un buon piazzamento non è ancora possibile per me. Mi dispiace, non sarò uno dei favoriti quest'anno. Partirò da Torino con l’intento di fare esperienza».

Tutto questo lascerebbe pensare che veramente Evenepoel non abbia intenzione di correre il Giro da leader: lo stesso Lefevere, numero uno di casa Deceuninck, ha spiegato che hanno sì deciso di estendere il contratto al giovane fino al 2026, ma che per il momento il ragazzo belga deve fare le cose con calma. Remco ha solo 21 anni, ma nella sua giovanissima carriera ci sono già risultati importanti: «Remco non ha mai affrontato una corsa a tappe che duri più di una settimana – ha sottolineato Lefevere -. Speriamo che possa gestirla, non stiamo dicendo che non possa farcela, noi speriamo che ci riesca. La prima settimana sarà molto importante, dovrà abituarsi di nuovo a correre in gruppo. Qualcuno dovrà guidarlo durante le tre settimane di corsa. Noi lo guarderemo giorno per giorno e comunque tutto verrà deciso nell’ultima settima di corsa».

In casa Deceuninck sono molto decisi e se necessario, faranno ritirare Evenepoel nel momento in cui dovessero vedere delle difficoltà. «Remco si è impegnato molto per essere pronto, ma se dovesse essere necessario lo fermeremo prima della fine della corsa – ha continuato Lefevere –: speriamo che questo non succeda, ma dobbiamo considerarlo. E poi non dobbiamo dimenticare che Almeida ha corso in rosa per 15 giorni l'anno scorso, ha avuto un brutto momento sullo Stelvio, ma ha il diritto di iniziare la corsa come leader. Remco avrà un ruolo di supporto, nessuno sa a che punto sia arrivato il suo recupero».

Queste parole suonano come decisioni prese, ma si sa che esistono anche le strategie. Non è improbabile pensare che Almeida, nonostante uno straordinario esordio lo scorso anno, quest’anno possa essere utilizzato per correre in avanscoperta e lasciare a Remco il tempo di ritrovare il ritmo della gara e non avere pressioni. Sicuramente il team belga vuole conquistare questo Giro d’Italia: tra Almeida ed Evenepoel  a strada, deciderà chi dei due sarà il leader della squadra.

La formazione della Deceuninck Quick Step per il Giro: Joao Almeida, Remi Cavagna, Remco Evenepoel, Mikkel Honoré, Iljo Keisse, James Knox, Fausto Masnada e Pieter Serry.

   
Copyright © TBW
COMMENTI
velocisti?
3 maggio 2021 10:51 alerossi
per la prima volta andranno a un GT senza un velocista. e se puntano su almeida, che quest'anno al posto di migliorare in salita è peggiorato e non ci sono Km a crono per recuperare, un velocista (come ballero che può anche aiutare la squadra in caso di bisogno) avrebbe potuto salvare la squadra con una vittoria in caso di flop di almeida. se remco ha recuperato diventerà capitano, in caso contrario è meglio puntare su masnada, più forte di almeida

e Cattaneo?
3 maggio 2021 11:54 geo
Sembrava pronto per il Giro: forse troppo forte per il Giro e lo manderanno al Tour che è più valutata

second me
3 maggio 2021 12:22 fransoli
fra Evenepoel e Almedia quello che può vincere il giro è Evenepoel, anche se è da agosto 2020 che non corre ed è al suo primo GT con i gradi di capitano... Almeida lo scorso anno ha dimostrato di avere le tre settimane nelle gambe e di avere gli attributi per superare i momenti difficili ma quest'anno non lo si è quasi mai visto nelle posizioni che contano; ora non tutti sono come Roglic e Pogacar che si preparano ai grandi appuntamenti vincendo qualsiasi cosa, ma a meno che non si sia volutamente nascosto, non lo vedo vincene e anche per il podio ce ne seno almeno 4-5 più attrezzati... per Masnada con due capitani designati la vedo dura ritagliarsi un ruolo diverso da quello di gregario, e sinceramente mi lascia qualche dubbio sulle tre settimane e le grandi salite, io lo vedo più come un corridore cacciatore di tappa alla De Gendt che come uomo da classifica, ma, ripeto, dovrebbe godere della libertà necessaria per inserirsi nelle fughe

Masnada, e compagnia
3 maggio 2021 12:51 Paino Inclinato 90
Masnada è il VELOCISTA che salverà la spedizione se dovessero mancare i capitani, vincerà 1 o 2 tappe nelle prime due settimane. Evenepoel se ingrana il ritmo gara sarà finalmente spettacolo a scena aperta visto il suo modo di correre. Almeida è quello giusto, al posto giusto, nella squadra giusta, nel momento giusto maturo giusto. Per ora questa è la squadra meglio allestita a mio parere.

.
3 maggio 2021 18:29 Rallenta
Io dico Masnada! Ha corso il giusto, è in super condizione!
Può arrivate nei primi 5, e se gira bene è anche da podio!
E lo vedo come migliore degli italiani!
Quindi forza Fausto!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
C'è anche la Francia nel calendario della Vini Zabù che aprirà un mini ciclo di corse in terra francese con il Tour d'Eure et Loir in programma dal 14 al 16 maggio. Tre le frazioni che verranno affrontate dal team...


Joao Almeida non ci sta e questa mattina al villaggio di partenza di Piacenza ha avuto il suo bell'impegno: il portoghese ha incontrato la giuria per spiegare che ieri non ha commesso alcuna infrazione e quindi non meritava l'ammonizione (accompagnata...


Difficile marcare il campo d’azione di una gravel, del resto questa speciale bici intrappola il neofita, lo stradista e il biker in cerca di nuove emozioni. Tutto accade come una esperienza quasi ancestrale e per come la vedo io, vi...


Wout van Aert potrebbe essere costretto a cambiare i suoi programmi di avvicinamento al Tour de France. Il belga della Jumbo Visma, infatti, è stato operato per una appendicectomia. Scrive il quotidiano belga Het Laatste Nieuws che Van Aert era...


La stagione di Thibaut Pinot rischia davvero di trasformarsi in calvario. Lo si capisce chiaramente dalle parole del general manager della Groupama-FDJ Marc Madiot rilasciate ad Eurosport francese: «C'è una possibilità su un milione di vedere Thibaut al via del...


Tramite il canale del tam-tam sempre attivo, seppure assai stagionato, degli specialisti del mezzofondo - gli “stayer” di collaudata esperienza a livello internazionale che guidavano le mastodontiche cilindrate dei tempi che furono sulle piste di tutto il mondo - è...


E’ tappa tutta emiliana questa quarta frazione, la prima al di fuori del Piemonte per il Giro d’Italia n. 104, con un percorso che conduce dal cuore della Pianura Padana, Piacenza, a Sestola, sull’Appennino Modenese. L’altimetria propone una prima parte...


Davide Cimolai la vittoria l’ha cercata e l’arrivo a Canale lo aveva cerchiato sul suo Garibaldi come uno degli obiettivi possibili da raggiungere. Voleva vincere e dedicare il successo alla sua compagna, a casa, che tra pochi giorni darà alla...


Storie di corse e di corridori, di maglie e di mogli, di tappe e di toppe, di scatti e di cotte, e perfino di qualche vittoria. La seconda puntata è dedicata a Sandro Quintarelli: Ciamberle. Accadde al militare: gli fecero...


Geoffrey Bouchard della AG2r Citroen e Callum Scotson della BikeExchange nella seconda tappa, Samuele Zoccarato della Bardiani CSF Faizané e Joao Almeida della Deceuninck Quick Step nella terza tappa. Sono i quattro corridori sanzionati finora dalla giuria per lancio di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155