NEVE, PALETTI E VELOCITA': LA NUOVA VITA DI SAMUEL SANCHEZ

NEWS | 13/04/2021 | 08:10
di Francesca Monzone

Se oggi ci sono campioni dello sci che diventano ciclisti - gli ultimi esempi sono lo spagnolo Marti Vigo approdato alla Androni Sidermec e il tedesco Anton Palzer tesserato dalla Bora Hansgrohe - in Spagna accade il contrario con Samuel Sánchez, il corridore che ai Giochi Olimpici di Pechino conquistò la medaglia d’oro, che adesso è tornato a sciare. Samuel racconta: «Ho imparato a sciare ancor prima di imparare ad andare in bicicletta: in famiglia questo era uno sport che praticavamo tutti».


Sanchez - che oggi ha 43 anni e ha corso tra professionisti fino al 2017 quando, pochi giorni prima della Vuleta, risultò positivo ad un controllo antidoping - ha iniziato a gareggiare con gli sci nel supergigante e nel Campionato Spagnolo, in Sierra Nevada, ha concluso in quinta posizione.


Samuel aveva gareggiato da bambino nello sci di fondo con buoni risultati, ma già da piccolo aveva capito che la sua strada sarebbe stata nel ciclismo. Ora il campione di Oviedo lasciata la bici è tornato alla sua vecchia passione e, dopo aver gareggiato in alcuni tornei, ha conseguito anche l’abilitazione di maestro di sci.
Scia Sanchez e si diverte a gareggiare, ma lo sguardo sul ciclismo non l’ha mai tolto e oggi si diverte a guardare i giovani, capaci di vincere grandi competizioni.
«Per me i favoriti per tutte le corse sono Roglic, Pogacar, Van Aert e Van der Poel, che stanno dominando il calendario, e attendo con curiosità anche il ritorno di Remco Evenepoel».

Sánchez comunque vuole continuare a sciare e a migliorare anche nello sci alpino. «Il prossimo anno, ho già in programma di fare lo slalom, gareggiare regolarmente negli eventi di Coppa di Spagna e spero di lottare per una medaglia. Vado bene con la velocità e ho un buon ritmo in discesa, ma la tecnica per affrontare lo slalom è un’altra cosa e devo lavorarci bene».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Appena qualche giorno fa Krists Neilands aveva postato una storia su instagram in cui diceva di essere emozionatissimo di poter prendere il via all’ennesima corsa a tappe della sua carriera. Lettone, classe ’94, portacolori del team Isreal startup Nation si...


Un semplice tweet ma dal significato profondo: «8.6 km tutto d'un fiato e il giorno uno del @giroditalia è alle spalle. Soddisfatto per come è andata, sereno e focalizzato al massimo per quello che sarà». Vincenzo Nibali riassume così la...


Filippo GANNA. 10 e lode. Una freccia nel cuore, che annienta e ci porta via. Una freccia che fa centro, al primo colpo, come un anno fa, a quasi sessanta all’ora, con la consueta eleganza e quella potenza che su...


Edoardo Affini ci ha creduto veramente. Al termine della sua cronometro a Torino era stato il più veloce: lui, che non era tra i favoriti di giornata, era riuscito a superare anche i big. Alla fine ce l'ha fatta con...


Kasper Asgreen è tornato! Il danese, vincitore del Giro delle Fiandre, mette la sua firma sulla quarta tappa della Volta ao Algarve, una cronometro individuale di 20, 3 chilometri che oggi si è svolta attorno alla località di Lagoa. L'atleta...


Ganna&Affini. Sembra la ragione sociale di una premiata ditta. E' quanto di meglio l'Italia possa aspettarsi, con l'aria che tira. Ma sì, prendiamoci questo simpatico aperitivo con Ganna e il suo degnissimo rivale, cercando di assaporarlo in tutto e per...


Filippo Ganna è tornato e lo ha fatto con quella potenza che ha sempre messo nelle sue vittorie. E’ felice, il campione mondiale delle prove contro il tempo, adesso è più sereno, anche se sa che prima o poi questa...


Con la cronometro di Torino è partito quest’oggi il Giro d’Italia dell’Androni Giocattoli Sidermec. Senza specialisti delle prove contro il tempo, il team è pronto da domani, con la Stupinigi-Novara, a far partire la sua vera “corsa rosa”. Oggi dal...


Onore a Ganna, ma in chiave vittoria nel Giro d'Italia come sono andate le cose in questa crono? Il migliore di tutti è stato Joao Almeida, quarto al traguardo con 17 secondi di ritardo da Ganna, seguito ad un solo...


Nel Giro della ripartenza, l'Italia sorride. Una freccia iridata sulle strade di Torino, una festa straordinaria per iniziare il Giro d'Italia 2021. Era il più atteso, Filippo Ganna, e non ha deluso le attese: li ha messi tutti in fila con...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155