L'ORA DEL PASTO. QUELL'ARCHIVIO CHE PROFUMA DI STORIA. GALLERY

NEWS | 13/03/2021 | 07:30
di Marco Pastonesi

Antonio Maspes, raggiante e mondiale, che fra Tano Belloni e Tullio Campagnolo sorride d’immenso. Nando Terruzzi, assorto e disteso, che sopra un lettino e sotto una copertina riposa da guerriero. E un meccanico, concentrato e preciso, che fra valigie e bombolette centra un cerchione.


Immagini della Sei Giorni di Milano del 1961, estratte dall’archivio storico della Fondazione Fiera Milano, aperto al pubblico su appuntamento e in parte sempre disponibile online (archiviostorico.fondazionefiera.it). Dal 1920 al 1990, un patrimonio di documenti fondamentali, importanti, curiosi, sorprendenti. Più di 200mila fotografie, 5mila cataloghi, mille manifesti originali, 250 tra medaglie e distintivi, 30mila volumi. E ancora giornali e filmati.


Molta bicicletta e molto ciclismo. La Sei Giorni del 1961, quella con Maspes, Terruzzi e il meccanico. Anche la Sei Giorni del 1963. E tutte le esposizioni del ciclo e del motociclo, gli spazi della Bianchi, dell’Atala e della Doniselli, le novità sensazionali (le bici pieghevoli), lo stand della storia del ciclismo al padiglione dello sport nella Campionaria del 1934, il principe Umberto II di Savoia in visita ufficiale nel 1937.

Si pedala nel tempo. Liberamente. Fra velocipedi e bici da corsa, fra pubblicità di lubrificanti (la Reinach, casa fondata nel 1872, a Milano) e calzaturifici olimpionici (Fratelli Pivetta, di Montebelluna, tel. 121), fra Mina che si esibisce nella serata inaugurale della kermesse del 1961 e Rik Van Looy iridato che sta per scattare in una delle prove in pista.

La Fiera di Milano si tenne, i primi due anni, sui Bastioni di Porta Venezia, in due file di baracche usate dai profughi di Caporetto, poi si trasferì in piazza VI Febbraio nel palazzo delle scintille e nei padiglioni intorno. L’evento, annuale, durava due settimane: qui la Fiat lanciò la Balilla (nel 1932), qui la Montedison propose Moplen, materiale plastico reclamizzato da Gino Bramieri a Carosello (nel 1957), qui fu presentato il primo prototipo di videofonoregistratore (nel 1965). E qui si tenevano quei circhi magici a pedali: sprint ed eliminazioni, giri lanciati e americane a coppie, fra tavole imbandite e palchi canori, vecchie glorie e giovani pistard, un mondo da sogni.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Filippo GANNA. 10 e lode. Una freccia nel cuore, che annienta e ci porta via. Una freccia che fa centro, al primo colpo, come un anno fa, a quasi sessanta all’ora, con la consueta eleganza e quella potenza che su...


Kasper Asgreen è tornato! Il danese, vincitore del Giro delle Fiandre, mette la sua firma sulla quarta tappa della Volta ao Algarve, una cronometro individuale di 20, 3 chilometri che oggi si è svolta attorno alla località di Lagoa. L'atleta...


Ganna&Affini. Sembra la ragione sociale di una premiata ditta. E' quanto di meglio l'Italia possa aspettarsi, con l'aria che tira. Ma sì, prendiamoci questo simpatico aperitivo con Ganna e il suo degnissimo rivale, cercando di assaporarlo in tutto e per...


Filippo Ganna è tornato e lo ha fatto con quella potenza che ha sempre messo nelle sue vittorie. E’ felice, il campione mondiale delle prove contro il tempo, adesso è più sereno, anche se sa che prima o poi questa...


Onore a Ganna, ma in chiave vittoria nel Giro d'Italia come sono andate le cose in questa crono? Il migliore di tutti è stato Joao Almeida, quarto al traguardo con 17 secondi di ritardo da Ganna, seguito ad un solo...


Nel Giro della ripartenza, l'Italia sorride. Una freccia iridata sulle strade di Torino, una festa straordinaria per iniziare il Giro d'Italia 2021. Era il più atteso, Filippo Ganna, e non ha deluso le attese: li ha messi tutti in fila con...


Buon momento per Francesco Romano. Il corridore del Velo Racing Palazzago vince il Trofeo Menci per dilettanti, che si è corso stamane a Castiglion Fiorentino nell'Aretino. Il siciliano, che aveva già vinto la prima tappa del Giro di Romagna per...


B come Bellino. Nel senso di Paolo, direttore generale di Rcs Sport. E’ un cognome, non un complimento. Da non confondere con l’omonimo comune a un passo dalla Francia: piemontesi entrambi, ci si ferma lì, al massimo si passa il...


E' il colombiano Jhonatan Restrepo a firmare la prima vittoria per la Androni Sidermec al Tour du Rwanda. Il corridore di Gianni Savio, ha vinto infatti la breve cronometro individuale di Kigali (4, 5 km) coprendo la distanza di 6'27"....


Secondo posto di Francesca Barale nella Nations Cup in Francia. La campionessa italiana delle juniores, portacolori della Vo2 Team Pink, ha sfiorato il successo nella prima tappa del Tour du Gevaudan Occitanie in svolgimento sulle strade francesi. La Barale ha...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155