PIRAS: "DA QUESTA STAGIONE HO IMPARATO A SUPERARE I MOMENTI DIFFICILI"

INTERVISTA | 22/11/2020 | 07:45
di Danilo Viganò

Andrea Piras ha chiuso il 2020 senza vittorie, ma con la consapevolezza di essere cresciuto sotto alcuni aspetti mai provati prima d'ora:
"E' vero, non ho vinto ma ho imparato a gestire le emozioni e i momenti difficili che una persona può incontrare nella vita di tutti i giorni-spiega il giovane Piras, 18 anni di Cavenago Brianza-. Sebbene non è il primo giorno che corro in bicicletta, questa annata spazzata a metà mi ha insegnato cosa vuol dire affrontare certi aspetti emotivi e morali a cui uno sportivo è sottoposto. Al di là dei risultati, non sono mai venuto meno a tutti gli impegni e colgo l'occasione per ringraziare la società - Aspiratori Otelli Vtfm Carin Loxam - che mi è stata vicina in ogni momento della stagione".

Cosa è cambiato rispetto al 2019?
"Beh, senza dubbio la preparazione fisica, che purtroppo è stata sconvolta dalla quarantena. Essere costretti in casa a pedalare sui rulli non è stato il massimo della vita. Mi aspettavo di più, nel lockdown ho messo su qualche chilo di troppo, qualcosa è praticamente andato storto".

Sebbene non sia andato a bersaglio, Piras è riuscito a vestire la maglia azzurra, correndo in Francia i Campionati Europei su strada. E sempre in pista ha disputato pure i tricolori (settimo nella gara a punti) e il Campionato Italiano a cronometro, una specialità a lui congeniale dove però non è andato oltre la tredicesima posizione. Nel suo palmares spiccano inoltre il terzo posto nella prova contro il tempo di Imola, il quarto nella Coppa Dondeo e nell'internazionale di Castelfidardo, e la quinta posizione nel tricolore a cronometro a squadre di Treviglio.

Il prossimo anno sei atteso al debutto tra gli Under 23. Contento della tua scelta?
"Certamente, correrò per la squadra continental della Beltrami Tsa Tre Colli che tra l'altro è un team che sarà monitorato da Roberto Damiani, direttore sportivo della formazione francese Cofidis di World Tour la squadra di Elia Viviani. L'obiettivo sarà quello di ambientarmi bene nella nuova categoria, e riuscire a cogliere dei buoni risultati. Devo prendere anche il diploma - studia per diventare Animatore Turistico Sportivo all'Istituto Comprensivo "G.Marconi" di Concorezzo- e per me sarà una stagione intensa e impegnativa. In seguito valuterò se iscrivermi all'Università oppure puntare tutto sul ciclismo".


 


 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Come spesso accade in Formula 1, la prima curva si è rivelata fatale a molte atlete impegnate nella prova femminile della prima tappa di Coppa del Mondo a Tabor. Una frenata, una sbandata e molte ragazze si sono trovate a...


Nuove udienze, al tribunale di Monaco di Baviera, per il caso Aderlass - Seefeld e torna il nome dello sloveno Milan Eržen, che nega nuovamente ogni suo coinvolgimento nel caso di doping scoppiato ai campionati mondiali di sci nordico del...


Scatenata Lucinda Brand! Quarto successo in due settimane per l'esperta olandese, del team Telenet Baloise Lions, che fa sua anche la prima prova della Coppa del Mondo donne elite dettando la sua legge sul circuito di Tabor, nella Repubblica Ceca....


Arriva, prima o poi arriva per tutti il momento di voltare pagina, di scendere di sella e di incominciare una nuova vita. Arriva per ognuno di noi e anche ai corridori ciclisti che hanno fatto della passione la loro professione....


  Eletto presidente l’anno scorso a fine dicembre dopo l’assemblea straordinaria delle società pisane a seguito delle dimissioni del presidente Roberto Spadoni, Nicola Procino è stato riconfermato alla guida del Comitato Provinciale di Pisa che ora lo vedrà presidente per...


Giancarlo Ferretti, intervenuto al podcast di Tuttobiciweb, Bla bla bike, ci regala una serie di racconti inediti come questo relativo al cannibale, un compagnone fuori dalle corse. «Mi ricordo una notte in cui facemmo tardi dopo il Giro di Sardegna,...


Gli hacker si sono impadroniti del database della Federazione Ciclistica Olandese (KNWU) e adesso chiedono un riscatto per non diffondere i dati. Questo è quanto è stato comunicato dal portavoce della Koninklijke Nederlandsche Wielren Unie, che ha fatto sapere che...


Grande prova degli junior azzurri in apertura della prima prova di Coppa del Mondo di ciclocross in svolgmento a Tabor, nella Repubblica Ceca. Lorenzo Masciarelli ha colto uno splendido secondo posto giungendo staccato di soli sette secondi dallatleta di casa...


E' bella Italia anche nella prova di Coppa del Mondo delle donne juniores. Lucia Bramati conquista un bellissimo terzo posto a Tabor, nella Repubblica Ceca, dove è protagonista di una prestazione superlativa che le permette di salire per la prima...


Come in una favola. João Al­­meida è stato la rivelazione del Giro d’Italia 103. A 22 anni, alla prima stagione tra i professionisti, al de­butto in una corsa di tre settimane, veste per 15 giorni la ma­glia rosa e chiude...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155