VO2 TEAM PINK. IL BEL BILANCIO DI UNA STAGIONE PARTICOLARE

DONNE JUNIORES | 10/11/2020 | 07:38

Cala il sipario sulla stagione 2020 del VO2 Team Pink, sodalizio piacentino che concentra la propria attività nel panorama ciclistico femminile giovanile. Un’annata in sella, quella appena terminata, condizionata per tutti dalla pandemia-Covid 19, con il lockdown primaverile e conseguenti slittamento e compressione del calendario di gare. Una stagione giocoforza particolare, ma dove comunque non sono mancate le soddisfazioni per le “panterine”. A dare il la ai bilanci di fine stagione è il “direttore d’orchestra” della formazione Donne Juniores Stefano Peiretti, giovane ds al secondo anno al VO2 Team Pink.


“Si chiude – spiega Stefano  - una stagione difficile, compressa in due mesi e mezzo di gare però allo stesso tempo molto soddisfacente. Siamo riusciti a raggiungere con diverse ragazze vari gradini del podio e abbiamo vinto sia la classifica a squadre sia quella individuale dei vari siti specializzati. Le ragazze hanno dimostrato di essere un bellissimo gruppo, unite, con spirito di sacrificio reciproco e lavorando bene nel gioco di squadra tutte insieme. La testimonianza arriva dalle vittorie al campionato italiano con Francesca Barale così come l’oro europeo di Eleonora Camilla Gasparrini con il contributo della formazione azzurra, oltre a diverse gare piazzando più di un’atleta nelle prime cinque”.


Oltre alle due citate imprese, Barale e Gasparrini sono salite sul gradino più alto del podio su strada (cronometro e prove in linea) altre cinque volte: per Francesca sono arrivati anche i successi di Racconigi, Marostica, Trontano e Cerro Veronese, mentre Eleonora ha trionfato anche all’autodromo di Imola. Inoltre, per la formazione Donne Juniores del VO2 Team Pink sono arrivati anche altri 11 podi (5 secondi posti e sei terze piazze), oltre a sei quarti posti e cinque quinte posizioni. Dieci le “panterine” protagoniste nella rosa: oltre a Gasparrini e Barale hanno difeso i colori piacentini Emma Redaelli, Cristina Tonetti, Aurora Mantovani, Camilla Barbero, Giulia Affaticati, Silvia Bortolotti, Greta Bonazzoli (costretta ai box per un problema fisico) e Isabelle Fantini.

“Per le Juniores  - osserva Peiretti - sarebbero servite più gare, ma purtroppo il Covid-19 non lo ha permesso: le primo anno avevano bisogno di più corse per entrare nella nuova categoria e in dinamiche differenti di gara, mentre per le secondo anno sarebbe stata l’occasione di dimostrare meglio il proprio valore. Complessivamente, comunque, tutte hanno saputo cogliere le chance tra strada e pista. Forse avremmo meritato qualche podio in più, ma comunque va benissimo così. Cosa mi ha sorpreso? Lo spirito di adattamento delle ragazze nel lockdown e nel periodo successivo. Inoltre, le ragazze hanno saputo mettere in mostra un grande valore di gruppo, crescendo ognuna insieme alle altre. Personalmente, questa annata mi ha dato molte difficoltà, ma anche la consapevolezza di aver avuto buone atlete e bellissime persone con cui lavorare in staff tra tecnici, dirigenti e collaboratori. Inoltre, mi ha aiutato a capire come gestire la squadra in un’annata ricca giocoforza di situazioni impreviste”. Infine conclude. “Sono molto contento e devoto ai nostri sponsor, che nonostante il periodo di crisi hanno saputo garantirci il loro sostegno economico. I nostri risultati sono anche merito loro ed è giusto che anche loro se li godano. Sono inoltre felice dell’ulteriore salto di credibilità umana e sportiva che il VO2 Team Pink è riuscito a compiere in un anno difficile come questo. Ringrazio la società per la fiducia che mi ha nuovamente accordato e un grazie unito all’in bocca al lupo va anche alle ragazze che nel 2021 che cambieranno squadra o che termineranno gli impegni agonistici”.

Nella foto di Fabiano Ghilardi, la festa del VO2 Team Pink (insieme al vicepresidente federale vicario Daniela Isetti) a Sarcedo con il tricolore di Francesca Barale: Stefano Peiretti è il secondo in alto da sinistra.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Gino MADER. 10 lode. Vince per sé, per Landa, per una squadra che in questi giorni - e soprattutto oggi - è stata spaziale. Vince perché forse una giustizia divina c’è e non può sempre girare storta. Non c’è sempre...


Salutiamo con adeguata enfasi il ritorno imprevisto e perentorio del Giro Vip. Mi metto io per primo in cima alla lista, la lista di quelli che diffidavano molto su questa edizione particolare, con alcuni nomi bellissimi però tutti reduci da...


Ancora una volta, e non è certo la prima in questo Giro d'Italia, Giulio Ciccone è andato all'attacco: «Oggi è stato un test importante per la mia condizione. Sensazioni più che buone, direi quasi oltre le aspettative, nonostante una giornata...


Se al Team Bahrain Victorius venisse concessa la possibilità di dimenticare, sicuramente sceglierebbe la giornata di ieri. Una tappa terribile la Modena-Cattolica in cui il team bahreinita si è visto sfilare via il capitano designato rimasto vittima di una terribile...


Volata a ranghi compatti nel tradizionale Circuito di Vallonia, in Belgio, e successo di Christophe Laporte. Netta la vittoria del francese della Cofidis che anticipa il connazionale Marc Sarreau (Ag2r Citroen La Mondiale) e il giovane neozelandese Laurent Pithie della...


Sprint vincente del giovane neoprofessionista Jordi Meeus nella seconda tappa del Giro di Ungheria, che oggi si è disputata sulla distanza di 183 chilometri da Balatonfüred a Nagykanizsa. Il belga della Bora Hansgrohe ha regolato un Alberto Dainese (Team DSM)...


Sentendo il nome Attila il richiamo è più che scontato al grande traghettatore degli Unni, dopo tutto le lunghe lezioni di storia ci hanno insegnato ad alzare le antenne all’udire questo nominativo. Mai avremmo immaginato che un Attilla prendesse anche...


Lo hanno fatto capire sin dal mattino, i corridori della Bahrain Victorious, che oggi avrebbero fatto la corsa. In tutti gli attacchi ci sono stati e alla fine sono entrati in due - Gino Mäder e Matej Mohoric - nella...


Ancora un giorno all’attacco al Giro per l’Androni Giocattoli Sidermec. Nella sesta tappa Grotte di Frasassi-Ascoli (160 chilometri) con arrivo in salita a mettersi in evidenza, in un’altra giornata di pioggia, è stato Simone Ravanelli. Il corridore bergamasco al chilometro...


Ha rischiato la beffa come alla Parigi-Nizza (quando Roglic lo superò a 50 metri dal traguardo, ndr), ma stavolta Gino Mader ha potuto alzare le braccia al cielo e conquistare la sesta tappa del Giro d'Italia. Finale fantastico di un'altra...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155